Il tuo browser non supporta JavaScript!

Attenzione, controllare i dati.

Paul Ricoeur

Scritti dell'autore

La memoria, la storia, l'oblio

di Paul Ricoeur

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 768

Prefazione di Daniella IannottaIl dovere della memoria. Si ha certo ragione di invocarlo contro la tentazione di dimenticare i periodi bui della storia individuale o collettiva. Paul Ricoeur, uno dei più importanti filosofi contemporanei, ci aiuta a interpretare questa ingiunzione, a riscoprirne il senso e la pertinenza. Cos’è il ricordo? Cosa significa scrivere la storia? I nostri obblighi nei confronti del passato non sono però tutti di memoria. Non bisogna anche saper dimenticare? La preoccupazione di Ricoeur è allora di vedere a quali condizioni si possa parlare di una memoria felice - e di un oblio felice -, riequilibrando gli scarti del passato e aprendosi, se possibile, all’esperienza del perdono. L’autore Paul Ricoeur è professore emerito all’Università Paris-X e all’Università di Chicago. Tra le sue molte opere segnaliamo "Tempo e racconto" (Jaca Book, 1988), "Dell’interpretazione" (Il Saggiatore, 2002) e, nelle nostre edizioni, "La natura e la regola" (con J.-P. Changeux, 1999).

Percorsi del riconoscimento

di Paul Ricoeur

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 316

Per la prima volta il pensiero filosofico si interroga sul “riconoscimento”, un termine mai prima oggetto di una specifica riflessione. Ricoeur ripercorre i principali testi dell’Occidente, da Omero ai nostri giorni, passando per Aristotele, Descartes, Hobbes, Kant, Hegel, alla luce delle svariate accezioni del riconoscimento nel loro scandirsi attraverso la storia delle idee filosofiche. La posta in gioco consiste nello scoprire le varie modulazioni dell’agire che il riconoscimento dischiude, soprattutto sul piano etico e politico. L’autore Paul Ricoeur (1913-2005) è considerato una figura tra le più significative del panorama filosofico contemporaneo. Nelle nostre edizioni sono stati pubblicati “La memoria, la storia, l’oblio” (2003) e “La natura e la regola” (con J.-P. Changeux, 1999).

La natura e la regola

Alle radici del pensiero

di Jean-Pierre Changeux, Paul Ricoeur

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 328

Dio e il mondo, spirito e materia, mente e corpo, natura e cultura: un grande scienziato, Jean-Pierre Changeux, maestro nelle neuroscienze, si confronta con uno dei massimi filosofi viventi, Paul Ricoeur, sull'ambigua eredità di Cartesio. Io penso, dunque sono. Ma esiste qualcosa come una "mente" in qualche modo diversa dal cervello che ne è supporto? E se tutto il materiale si riduce a un insieme di processi neurofisiologici, che ne è delle nostre costruzioni culturali, dalla memoria alla poesia, dalla matematica all'etica? Changeux e Ricoeur pongono le basi di una filosofia della "natura" che pone in nuova luce i grandi temi della creatività, del dissenso civile, della tolleranza e di un'"etica universale" all'altezza delle sfide del mondo contemporaneo. Questo dialogo di idee mette a confronto la conoscenza scientifica e la filosofia e rinnova la domanda che concerne tutti noi: che cos'è l'uomo?. Gli autori Jean-Pierre Changeux è professore al Collège de France e membro dell'Académie des Sciences. È l'autore di L'uomo neuronale (Feltrinelli, 1990) e Ragione e piacere, pubblicato nella collana "Scienza e idee" nel 1995. Paul Ricoeur è professore onorario all'Università Paris-X e professore emerito all'Università di Chicago. Tra le sue molte opere La metafora viva (Jaca Book, 1981) e Dell'interpretazione (Il Melangolo, 1991)
 

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.