Il tuo browser non supporta JavaScript!

Attenzione, controllare i dati.

P. Aldo Rovatti

Scritti dell'autore

L'esercizio del silenzio

di P. Aldo Rovatti

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 140

Per gioco

Piccolo manuale dell’esperienza ludica

di P. Aldo Rovatti, Alessandro Dal Lago

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 174

Il paiolo bucato

La nostra condizione paradossale

di P. Aldo Rovatti

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 210

Il testo invita il lettore a compiere una serie di percorsi attraverso il territorio della filosofia e altri territori vicini, per descrivere quella che l'autore chiama "la nostra condizione paradossale". L'umorismo, il gioco, la follia vengono chiamati in causa per sostenere il rischio di una scommessa che appare sempre più urgente per capire dove siamo, come ci muoviamo, come possiamo pensare. È possibile essere "dentro" e al medesimo tempo essere "fuori"? Sembra impossibile. Eppure questa impossibilità è la posta in gioco della nostra condizione. Evitare di pensarla significa immobilizzarsi. L'autore Pier Aldo Rovatti insegna Storia della filosofia contemporanea a Trieste. In questa stessa collana ha già pubblicato L'esercizio del silenzio e Per gioco.

L'università senza condizione

di Jacques Derrida, P. Aldo Rovatti

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 120

Un singolare volume sul destino delle nostre università in un momento in cui l'idea di università appare snaturata. Il nucleo insopprimibile di questa idea è per Derrida l'"incondizionatezza", la libertà intrinseca alla professione dell'insegnare. Rovatti è d'accordo ma a condizione di guardare con attenzione a quel che accade in casa nostra, dove il fantasma dell'azienda sembra restringere gli spazi e togliere slancio all'università stessa. Gli autori Jacques Derrida è una delle figure di maggior spicco della filosofia contemporanea. Cortina ha già pubblicato diversi suoi libri, tra cui "Spettri di Marx" (1994), "Ecografie della televisione" (1997) e "Speculare su Freud" (2000). Pier Aldo Rovatti è direttore del Dipartimento di filosofia dell'Università di Trieste e della rivista aut aut. Per Cortina ha pubblicato "L'esercizio del silenzio" (1992), "Per gioco" (con A. Dal Lago, 1993) e "Il paiolo bucato" (1998).

Noi, i barbari

La sottocultura dominante

di P. Aldo Rovatti

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 184

Chi sono i barbari? Si dice che siano “gli altri”. E se invece fossimo proprio noi? Il nostro imbarbarimento corrisponde alla sottocultura ormai diffusa e omologante, promossa con successo dall’attuale stile di governo. Il libro è costruito attraverso una serie di scene specifiche prese dalla recente realtà sociale e politica italiana. La strisciante violenza quotidiana, l’oscillazione perversa tra privato e pubblico, il disastro della scuola, una cultura degradata a “cultura televisiva”. Episodi sintomatici, ciascuno a suo modo, della nostra barbarie, ma a volte anche spiragli di una possibile linea di fuga da essa. L'autore Pier Aldo Rovatti insegna Filosofia teoretica e Filosofia contemporanea all’Università di Trieste. Nelle nostre edizioni ha pubblicato, tra gli altri, La filosofia può curare? (2006) e Abitare la distanza (2007).

Abitare la distanza

di P. Aldo Rovatti

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 224

Abitare la distanza è la nostra condizione, caratterizzata dal paradosso: siamo dentro e fuori, vicini e lontani, abbiamo bisogno di un luogo, di una casa dove “stare”, ma poi, quando cerchiamo questo luogo, scopriamo il fuori, la distanza, l’alterità. Nello scenario del pensiero contemporaneo, l’autore interroga i filosofi che guardano in questa stessa direzione – Heidegger, Derrida, Lacan, ma anche Merleau-Ponty, Ricoeur, Bateson –, non solo descrivendo una condizione “impossibile” ma soprattutto indicando un modo, un atteggiamento, un “come” stare nel paradosso. L'autore Pier Aldo Rovatti insegna Storia della filosofia contemporanea all’Università di Trieste. Nelle nostre edizioni ha pubblicato, tra gli altri, La filosofia può curare? (2006).

Abitare la distanza

di P. Aldo Rovatti

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 224

Abitare la distanza è la nostra condizione, caratterizzata dal paradosso: siamo dentro e fuori, vicini e lontani, abbiamo bisogno di un luogo, di una casa dove “stare”, ma poi, quando cerchiamo questo luogo, scopriamo il fuori, la distanza, l’alterità. Nello scenario del pensiero contemporaneo, l’autore interroga i filosofi che guardano in questa stessa direzione – Heidegger, Derrida, Lacan, ma anche Merleau-Ponty, Ricoeur, Bateson –, non solo descrivendo una condizione “impossibile” ma soprattutto indicando un modo, un atteggiamento, un “come” stare nel paradosso. L'autore Pier Aldo Rovatti insegna Storia della filosofia contemporanea all’Università di Trieste. Nelle nostre edizioni ha pubblicato, tra gli altri, La filosofia può curare? (2006).

La filosofia può curare?

La consulenza filosofica in questione

di P. Aldo Rovatti

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 100

La filosofia è oggi chiamata a un compito antico: quello di affiancarsi alle terapie del disagio diffuso, anzi di precederle in una relazione non medicalizzata  e dunque non terapeutica. Ma cosa potrà significare in questo caso “cura” e ci sarà davvero uno spazio sociale per una simile pratica filosofica? Questo libro, veloce e chiaro, analizza luci e ombre del fenomeno: non si tratta di rifiutare la consulenza filosofica ma di evitare il rischio di una banalizzazione della filosofia stessa, producendo invece uno sprone verso l’esercizio pratico e la concretezza, il che non è certo poco. L’autore Pier Aldo Rovatti insegna Filosofia teoretica a Trieste e dirige aut aut. Nelle nostre edizioni ha pubblicato ‘’L’esercizio del silenzio’’ (1992), ‘’Per gioco’’ (con A. Dal Lago, 1993),  ’’Il paiolo bucato’’ (1998) e ‘’L’università senza condizione’’ (con Jacques Derrida, 2002).

Etica minima

Scritti quasi corsari sull'anomalia italiana

di P. Aldo Rovatti

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 196

Una specie di diario, brevi e appuntite riflessioni sui fatti accaduti nell’ultimo periodo, dal caso Eluana allo scoppio razzistico di Rosarno, per mettere in evidenza il terreno “minimo” da salvaguardare contro ogni slittamento autoritaristico e contro ogni violenza quotidiana. Scritti polemici, vicini ai famosi interventi “corsari” di Pier Paolo Pasolini, scritti che poco hanno da spartire con il conformismo oggi dilagante. L'autore Pier Aldo Rovatti insegna Filosofia teoretica e Filosofia contemporanea all’Università di Trieste. Nelle nostre edizioni ha pubblicato, tra gli altri, La filosofia può curare? (2006) e Abitare la distanza (2007).

Follia e psichiatria

Detti e scritti 1957-1984A cura di Mauro Bertani e Pier Aldo Rovatti

di Michel Foucault

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 322

Da ''La psicologia dal 1850 al 1950'' (1957) a ''Archeologia di una passione'' (1984), questa selezione di testi, interviste e conferenze di Michel Foucault, un maestro del pensiero del Novecento, restituisce al lettore italiano uno dei grandi assi della sua riflessione: l’interrogazione sull’enigma della follia e sui meccanismi di definizione del potere psichiatrico. In oltre trent’anni di ricerche appassionate e di lavoro febbrile, al centro delle preoccupazioni teoriche e politiche di Foucault è stata l’indagine su quell’''Homo psychologicus'' che altre epoche e altre culture non avevano mai conosciuto e in cui noi oggi riconosciamo la nostra verità. L'autore Di Michel Foucault (1926-1984) nelle nostre edizioni sono stati pubblicati ''Malattia mentale e psicologia'' (1997) e ''Il sogno'' (2003).
 

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.