Il tuo browser non supporta JavaScript!

Attenzione, controllare i dati.

Laura Formenti a Milano

il 18.11.2017 dalle ore 10.00 alle ore 12.00 inserito il 31.10.2017

Philo, il 18.11.2017 alle ore 10.00, via Piranesi 12, Milano

Quella volta che ho imparato

La conoscenza di sé nei luoghi dell’educazione

di Laura Formenti, Ivano Gamelli

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 168

Famiglia, scuola, formazione, ricerca - i luoghi della crescita e della costruzione di sé - si presentano spesso come mondi separati ed estranei. Il libro tenta invece un'operazione unificante, mettendo al centro del processo educativo il percorso di autocoscienza che si genera nella memoria e nell'intersoggettività, nell'integrazione di linguaggi e codici diversi, nella rielaborazione riflessiva sui ruoli, le funzioni, le relazioni educative. Ne emerge uno stile formativo fondato sulla comunicazione, l'ascolto, lo sforzo di tradurre in esperienza didattica attiva le suggestioni della ricerca autobiografica e introspettiva in educazione. Scritto in forma quasi narrativa, corredato di molti esempi, aneddoti, suggerimenti operativi, il libro propone a insegnanti, formatori, genitori, operatori educativi in genere, un invito alla sperimentazione e alla riflessione. –   Gli autori Laura Formenti, psicologa psicoterapeuta e dottore di ricerca in Pedagogia, ha lavorato presso l'Università di Ginevra e collabora con l'Istituto di Pedagogia dell'Università degli Studi di Milano. Tra le pubblicazioni segnaliamo Carte d'identità (con D. Fabbri, Milano, 1991), Adultità femminile e storie di vita (a cura di, Milano 1997), La formazione autobiografica (Milano, 1998). Ivano Gamelli, pedagogista e insegnante, si occupa di formazione sulle tematiche dell'apprendimento e della relazione nella scuola e nei diversi contesti del lavoro educativo. Collabora all'attività didattica e di ricerca dell'Istituto di Pedagogia dell'Università di Milano e fa parte della redazione della rivista Adultità. Suoi contributi sono apparsi su diverse riviste di

Formazione e trasformazione

Un modello complesso

di Laura Formenti

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 322

La formazione dei formatori richiede oggi modelli e teorie innovativi in grado di fare la differenza.

Sabato 18 novembre Laura Formenti presenterà a Milano, presso Philo in via Piranesi 12, il suo saggio Formazione e trasformazione nell'ambito dell'annuale edizione di BookCity.

Sabato 18 novembre Laura Formenti presenterà a Milano, presso Philo in via Piranesi 12, il suo saggio Formazione e trasformazione nell'ambito dell'annuale edizione di BookCity. All'incontro, intitolato Comporre verità dai bordi frastagliati e a ingresso libero fino a esaurimento posti, parteciperà Ivano Gemelli. 

L'evento
C'è una cura per la bruttezza e l’insensatezza del mondo che stiamo creando? Forse sì, ma richiede attenzione, immaginazione e dialogo, per re-incantare la formazione. Laura e Ivano intrecciano una conversazione di parole e gesti sulla complessità della formazione, come costruzione provvisoria, incerta, aperta, fatta di corpo e mente, di soggettività e di condivisione, di filosofia ed emozioni. Una composizione trasformativa, nella quale ogni elemento vale per sé e anche nella relazione con tutto il resto, come avviene nella costruzione dei muri a secco, nella pratica dello yoga, nel canto corale o in una conversazione tra amici.

Dalla quarta di copertina
Che cosa connette la costruzione di un muro a secco con la formazione? Entrambe richiedono attenzione, cura, creatività e immaginazione. La metafora dell’opera accompagna la descrizione del lavoro formativo come una composizione materiale e simbolica, radicata nell’esperienza del corpo e nei linguaggi estetici e mirata a generare teorie soddisfacenti e pratiche condivise. La formazione dei formatori richiede oggi modelli e teorie innovativi, capaci di innescare processi autenticamente trasformativi, in grado di fare la differenza, di modificare emozioni e idee, di incidere sulle relazioni e sui contesti, sui processi organizzativi e forse, nel lungo periodo, sul sistema sociale più ampio.
La spirale della cura si propone come un modello complesso di formazione cooperativa e di ricerca, sviluppato nel lavoro con educatori, pedagogisti, insegnanti, operatori sanitari, orientatori. Il testo offre molti esempi, proposte operative, analisi concettuali e spunti per la riflessione personale.

L'autrice
Laura Formenti è professore di Pedagogia generale e sociale all’Università di Milano-Bicocca, presidente della Società europea di ricerca sull’educazione degli adulti e socio fondatore di Philo, Scuola Superiore di Pratiche Filosofiche. I suoi interessi di ricerca includono i processi educativi nelle famiglie e nei sistemi relazionali, le storie di vita in contesti di vulnerabilità, i metodi narrativi e cooperativi nella formazione dell’identità professionale e nella ricerca, i linguaggi estetici, l’orientamento formativo di sistema. Nelle nostre edizioni ha pubblicato Quella volta che ho imparato (con I. Gamelli, 1998).



Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.