Il tuo browser non supporta JavaScript!

Attenzione, controllare i dati.

Paolo Flores d'Arcais a Gorizia

Dove

Quando

sabato 21 maggio 2016
dalle 18.30 alle 20.00
Sabato 21 maggio Paolo Flores d'Arcais presenta il suo ultimo libro al Festival èStoria di Gorizia
Interviene Andrea Bellavite.

Per informazioni www.estoria.it

Il conflitto tra fedi religiose e libertà individuali si tramuta con sempre maggiore frequenza in quello tra fondamentalismo e democrazia. Una riflessione per valutare peso, significato e problematiche dei simboli religiosi nella vita pubblica, dallo chador al crocifisso.
La guerra del Sacro
Terrorismo, laicità e democrazia radicale
Paolo Flores d'Arcais
Con l’assalto al giornale satirico Charlie Hebdo, il fondamentalismo islamico dichiara guerra alla laicità e alla democrazia. È il primo di una serie di attentati ai luoghi in cui si esprime la cultura libera ed “empia” degli “idolatri”, che devono essere puniti. Sotto attacco sono cinque secoli di civiltà occidentale, ma lo scontro non è tra islam e cristianesimo bensì tra il Sacro, che vuole imporre il dominio di Dio, e la libertà dell’uomo, che vuole darsi da sé le regole della convivenza. In questa guerra cui è illusorio sottrarsi, la scelta è tra l’universalismo laicista accompagnato dall’applicazione rigorosa e intransigente dei principi di giustizia sociale, proclamati nelle Costituzioni ma spesso disattesi, e un multiculturalismo ghettizzante che lascia ai margini, consegnandoli alla sharia delle comunità tradizionali, i milioni di persone in fuga dall’integralismo religioso, dalle dittature militari, dalle carestie. Il sonno della ragione anestetizza le democrazie. Se l’Europa non sceglierà la strada della laicità libertaria, corroborata dall’impegno instancabile per l’eguaglianza sociale, non potrà salvarsi dal fanatismo, né dalla barbarie morale razzista. L'autore Paolo Flores d’Arcais, filosofo e direttore di MicroMega, ha sempre unito lavoro teorico e impegno civile. Ha pubblicato numerosi saggi di filosofia morale e politica in una prospettiva di “materialismo esistenziale” egualitario e libertario, oltre a monografie su Hannah Arendt e Albert Camus.

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.