Il tuo browser non supporta JavaScript!

Attenzione, controllare i dati.

Antropologia

Schiavi, servi e dipendenti

Antropologia delle forme di dipendenza personale in Africa

di Fabio Viti

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 280

L’Africa si trova ancora oggi a confrontarsi con forme premoderne di subordinazione personale, che conducono al lavoro gratuito e a insidiose tipologie di asservimento differenti dalla schiavitù vera e propria solo per l’aspetto della proprietà della persona, inaugurando modalità di appropriazione transitoria del tipo “usa e getta” più funzionali alle esigenze del capitalismo globalizzato. Basato su materiali etnografici e storici, frutto di ricerche sul campo e d’archivio, il volume presenta una originale ricerca sui rapporti di dipendenza personale in Africa, proponendo una messa a punto delle principali categorie teoriche collegate alle cosiddette “nuove schiavitù”. L'autore Fabio Viti insegna Etnografia e Etnologia all’Università di Modena e Reggio Emilia.

Gregory Bateson

Antropologia, comunicazione, ecologia

di Rocco De Biasi

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 160

L’interesse per Gregory Bateson, una delle figure più singolari nella cultura del Novecento, ha ormai superato i limiti delle singole discipline in cui egli ha lasciato un’impronta e ha coinvolto la sua complessa eredità. Questo libro fornisce gli strumenti critici essenziali in una prospettiva interdisciplinare e offre una ricostruzione del cammino intellettuale di Bateson: dall’esperienza di antropologo alla fondazione del pensiero sistemico-cibernetico, dalle ricerche sulla comunicazione alla meditazione sulla crisi ecologica e sull’epistemologia del sacro. L'autore Rocco De Biasi insegna Sociologia dei processi culturali e comunicativi all’Università di Bergamo.

Il sapore del mondo

Un’antropologia dei sensi

di David Le Breton

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 516

C’è la foresta del perdigiorno, quella del bracconiere o del guardacaccia, la foresta degli innamorati e quella degli ornitologi: ogni uomo cammina in un universo sensoriale legato a ciò che la sua cultura e la sua storia personale hanno fatto di lui ma il corpo è comunque il filtro attraverso il quale ci appropriamo della sostanza del mondo. Con la piacevolezza di un racconto e il sostegno di “sociologi” come Jonathan Swift, Marcel Proust e Bruce Chatwin, David Le Breton, uno dei massimi esperti di antropologia del corpo, esplora i sensi come pensiero del mondo, ricordando che la condizione umana è corporea prima che spirituale. L'autore David Le Breton, sociologo e antropologo, insegna all’Università di Strasburgo. Dei suoi molti libri, in italiano sono stati tradotti Il mondo a piedi (Feltrinelli, 2001) e La pelle e la traccia (Meltemi, 2005).

Noi e i Greci

di Marcel Detienne

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 174

I Greci hanno inventato la libertà, la filosofia e la democrazia e dunque, si sostiene, sono all’origine della nostra civiltà. Ma è davvero così? Capovolgendo questo luogo comune, Marcel Detienne, grande storico e antropologo della Grecia antica, mostra come il vincolo che collega la nostra cultura al pensiero dei Greci non vada cercato in una presunta “identità” tra gli antichi e noi. Al contrario, è opportuno e più produttivo sforzarsi di capire le differenze: proprio la riflessione su questa distanza ci consentirà di conoscere il senso che il passato e la sua eredità hanno per noi. Un testo stimolante di grande attualità, uno sguardo inedito sui miti e gli eroi greci a uso del nostro tempo. L’autore Marcel Detienne insegna alla Johns Hopkins University (USA) e all’École des Hautes Études di Parigi. Tra i suoi molti libri Le astuzie dell’intelligenza nell’antica Grecia (con J.-P. Vernant, Laterza 2005) e Dioniso e la pantera profumata (Laterza 2007).

Le molte voci del Mediterraneo

di Iain Chambers

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 196

Seguendo storie e culture finora negate e nascoste, per esempio quelle tracciate nei suoni della musica o quelle aperte dagli aromi delle cucine, emerge un Mediterraneo molto diverso da quello “classico”, in cui l’Europa vede solo il rispecchiamento di se stessa. Ascoltando i diversi linguaggi che compongono il Mediterraneo, di ieri e di oggi, diventa possibile seguire prospettive nuove, più ricche e aperte, in cui il Mediterraneo si profila come crocevia di civiltà e possibile luogo di incontro. L’autore Iain Chambers insegna Studi culturali e postcoloniali all’università “l’Orientale” di Napoli. Si occupa di sociologia ma anche di cultura popolare, temi che si riflettono nelle sue opere, molte delle quali pubblicate in italiano.

Ritratto del decolonizzato

Immagini di una condizione

di Albert Memmi

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 134

È possibile fare un bilancio, perdite e benefici, della decolonizzazione e capire quali sono le conseguenze sull’identità e i comportamenti degli ex colonizzati? Questo ritratto individua tre figure – l’ex colonizzato rimasto nel proprio paese, l’immigrato che ha scelto di vivere altrove e il figlio dell’immigrato, nato nel paese in cui sono andati a vivere i genitori – , passa in rassegna i problemi legati all’interdipendenza del mondo contemporaneo e indica le battaglie ancora da combattere per realizzare condizioni di parità e dignità per tutte le nazioni e per tutte le minoranze. L’autore Albert Memmi, sociologo tunisino, è l’autore di “Ritratto del colonizzato e del colonizzatore” (Liguori, 1979), divenuto punto di partenza per molte analisi sul colonialismo.

Antropologia medica

I testi fondamentali

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 354

Vengono presentati per la prima volta in italiano i contributi degli autori che hanno fatto la storia dell’antropologia medica: la malattia emerge come un processo in cui le trame più intime della nostra esistenza soggettiva sono intrecciate con fenomeni sociali, economici e storico-culturali. Il volume rappresenta uno strumento fondamentale per quanti, sia sul versante antropologico sia su quello medico, intendono indagare temi che vanno dall’applicazione clinica dell’antropologia ai rapporti fra sofferenza sociale e processi economici. Il curatore Ivo Quaranta insegna Discipline demoetnoantropologiche all’Università di Bologna.

Fenomenologia del tostapane

Come gli oggetti quotidiani diventano quello che sono

di Harvey Molotch

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 432

Prefazione di Guido MartinottiDa dove vengono gli oggetti? Harvey Molotch, uno dei maggiori sociologi americani, ci spiega la sinergia improvvisa tra i diversi fattori, economici, tecnici, culturali e istituzionali, che concorrono a dar vita a un prodotto e a determinarne il successo. I cavatappi, le caffettiere, i giocattoli, le automobili o le vasche da bagno sono analizzati da Molotch con l’intento di capire come i desideri delle persone contribuiscono a far diventare le cose quello che sono. Per renderci consapevoli del fatto che un tostapane racconta molto più di quanto pensiamo sul nostro mondo e sul nostro stile di vita. L’autore Harvey Molotch insegna Sociologia alla New York University e per la sua opera di saggista ha vinto il premio Sorokin, il massimo riconoscimento dell’American Sociological Association.

La scrittura dell'altro

di Michel de Certeau

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 152

L’antropologia è il sapere che l’Occidente moderno conquistatore riporta al ritorno dal suo viaggio presso l’altro, il “selvaggio”, convenzionalmente confinato nella forma orale della comunicazione, legato a una dimensione corporea inconscia, inconsapevole dei propri significati.

Capitalismo e modernità

Il grande dibattito

di Jack Goody

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 238

Jack Goody, uno dei grandi maestri degli studi storici e antropologici, indaga le ragioni che hanno portato l’Occidente a raggiungere ed esercitare un’indiscussa supremazia economica. Tali ragioni non sono, come molti studiosi hanno supposto, di carattere “culturale” ma sono legate a fattori storici e a un momento dato, quello della rivoluzione industriale in Europa e negli Stati Uniti. Un testo fondamentale, che getta una nuova luce sulla storia del capitalismo e rivoluziona il grande dibattito sulla nascita economica dell’Occidente. L’autore Jack Goody è professore emerito di Antropologia sociale al St John’s College di Cambridge. Nelle nostre edizioni ha già pubblicato “Islam ed Europa” (2004).

Da rifugiati a cittadini

Pratiche di governo nella nuova America

di Aihwa Ong

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 390

In fuga dal violento regime di Pol Pot, i rifugiati cambogiani arrivano in America. Ma il loro incontro con le pratiche di cittadinanza e di governo del tardo capitalismo è ambiguo e contraddittorio.

Da preda a cacciatore

La politica dell'esperienza religiosa

di Maurice Bloch

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 172

Maurice Bloch propone un’interpretazione radicale del nucleo irriducibile dell’esperienza religiosa, basata sull’idea che i rituali svolgano ovunque la medesima funzione di negare la transitorietà della vita e delle istituzioni umane. Tali sacrifici sono condotti attraverso atti di violenza simbolica che vanno dalle mutilazioni corporee all’uccisione di animali. Questo argomento, sviluppato in relazione a rituali differenti, tratti da una grande varietà di fonti etnografiche, permette di avanzare interessanti ipotesi interpretative sulla relazione indiretta della violenza rituale e simbolica con la violenza politica. L’autore Maurice Bloch è professore di Antropologia presso la London School of Economics and Political Science e membro della British Academy.

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.