Il tuo browser non supporta JavaScript!

Attenzione, controllare i dati.

Antropologia

Da rifugiati a cittadini

Pratiche di governo nella nuova America

di Aihwa Ong

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 390

In fuga dal violento regime di Pol Pot, i rifugiati cambogiani arrivano in America. Ma il loro incontro con le pratiche di cittadinanza e di governo del tardo capitalismo è ambiguo e contraddittorio.

Da preda a cacciatore

La politica dell'esperienza religiosa

di Maurice Bloch

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 172

Maurice Bloch propone un’interpretazione radicale del nucleo irriducibile dell’esperienza religiosa, basata sull’idea che i rituali svolgano ovunque la medesima funzione di negare la transitorietà della vita e delle istituzioni umane. Tali sacrifici sono condotti attraverso atti di violenza simbolica che vanno dalle mutilazioni corporee all’uccisione di animali. Questo argomento, sviluppato in relazione a rituali differenti, tratti da una grande varietà di fonti etnografiche, permette di avanzare interessanti ipotesi interpretative sulla relazione indiretta della violenza rituale e simbolica con la violenza politica. L’autore Maurice Bloch è professore di Antropologia presso la London School of Economics and Political Science e membro della British Academy.

La vita sessuale dei selvaggi

nella Melanesia nord-occidentale

di Bronislaw Malinowski

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 522

Questo libro riferisce minuziosamente le osservazioni che il grande antropologo raccolse negli anni tra il 1915 e il 1918 nello scenario esotico delle isole Trobriand, in Melanesia, sulla vita sessuale degli indigeni.

Il sacrificio

di René Girard

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 116

René Girard, forse il personaggio più eclettico della cultura contemporanea, prende per mano il lettore e affronta, da un nuovo punto di vista, il grande tema da sempre al centro della sua opera: il meccanismo della persecuzione e del sacrificio. Attraverso un’analisi straordinariamente illuminante, Girard interroga la più potente riflessione religiosa sul processo sacrificale, quella dell’India vedica, comparandola alla tradizione della Bibbia e del Vangelo e mostrando come i tratti comuni nelle due tradizioni consentano di far luce sulla pratica e sul rito del sacrificio. L’autore René Girard, filosofo e antropologo, è uno degli studiosi di maggior spicco nel panorama internazionale. Nelle nostre edizioni ha già pubblicato “Il risentimento” (1999) e “Origine della cultura e fine della storia” (2003).

Dissolvere la gerarchia

Maschile/femminile II

di Françoise Héritier

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 326

Perché la gerarchia si è innestata sulla semplice differenza dei sessi? Si può pensare di dissolverla? A questa duplice domanda Françoise Héritier risponde in termini antropologici non meno che politici. Critica i luoghi comuni sulla differenza dei sessi, per esempio l’idea che se le donne sono in pericolo è perché le donne sono un pericolo, esamina la possibilità di cambiamenti e individua gli ostacoli che continuano implicitamente a impedirli. E tuttavia, questi cambiamenti non sono la promessa di una società in cui la differenza e l’asimmetria sarebbero il fondamento non di una gerarchia ma di un’autentica armonia? L’autore Françoise Héritier insegna al Collège de France, dove dirige il Laboratorio di antropologia sociale. È autrice di numerose opere, tra le quali “Maschile e femminile. Il pensiero della differenza” (Laterza 1997), “Due sorelle e una madre” (Pratiche 1999).

Educazione e globalizzazione

di Gianluca Bocchi, Mauro Ceruti

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 222

Gianluca Bocchi e Mauro Ceruti, tra i maggiori protagonisti del dibattito contemporaneo sulle rivoluzioni in atto nelle scienze biologiche e umane, si rivolgono in particolare agli insegnanti e agli studenti per fornire un filo conduttore che aiuti a orientarsi in questa età di mutamenti, prodotti dal vortice della globalizzazione. Il risultato è un'appassionata riflessione sulla condizione sempre più ambivalente dell'umanità contemporanea, di cui vengono messe in evidenza anche le grandi opportunità di sviluppo. Un libro che, per la sua originalità, propone una nuova prospettiva per pensare la riforma della scuola nell'età della globalizzazione. Gli autori Gianluca Bocchi è coordinatore scientifico del Centro di ricerca sull'antropologia e l'epistemologia della complessità (CE.R.CO.) presso l'Università di Bergamo, dove tiene corsi sull'evoluzione e sulla storia umana. Con Mauro Ceruti, è autore di numerosi volumi, tra cui, per le nostre edizioni, "Solidarietà o barbarie" (1994). Mauro Ceruti, direttore del CE.R.CO., è preside della facoltà di Lettere e filosofia dell'Università di Bergamo, dove insegna Epistemologia genetica. Tra i suoi libri "Il vincolo e la possibilità" (Feltrinelli 2000).

Ebrei per scelta

Movimenti di conversione all’ebraismo

di Tudor Parfitt, Emanuela Trevisan Semi

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 208

Si può diventare ebrei? In genere si pensa che non esista un proselitismo ebraico: o lo si è o non lo si è. Invece ci sono stati veri e propri movimenti missionari ebraici. E soprattutto, in Sud-Africa come nei quartieri neri di Harlem, in Estremo Oriente come in Zimbabwe o nelle Puglie, numerosi gruppi si sono “convertiti” all’ebraismo. Ebrei per scelta mostra la complessità e il fascino di questo fenomeno, seguendo le tracce di gruppi sparsi in tutto il mondo. Un testo attraente anche per un pubblico non specialistico, sia per l’argomento, raramente trattato, sia per le situazioni singolari che fa incontrare. Gli autori Emanuela Trevisan Semi è professore di Lingua e letteratura ebraica moderna e contemporanea all’Università di Ca’ Foscari a Venezia e si occupa delle problematiche che hanno per oggetto l’identità ebraica in epoca contemporanea. Tudor Parfitt è professore in Modern Jewish Studies alla School of African and Oriental Studies di Londra e ha pubblicato saggi sui movimenti giudaizzanti contemporanei.

Antropologia e Africa

di Moore Sally Falk

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 174

Nessuno studioso che, da qualsiasi punto di vista, si occupi dell’Africa può ignorare la letteratura antropologica. Mancava però una sintesi efficace di come l’ambito africanista si sia evoluto in antropologia. Sally Falk Moore aiuta appunto il lettore a farsi un’idea esauriente degli studi antropologici sull’Africa nel corso del Novecento. Utile, grazie alla chiarezza dell’esposizione, per chi voglia approfondire la propria conoscenza dell’Africa, il libro costituisce un supporto didattico, ricco di dettagli storici, teorici e metodologici, per gli studiosi di antropologia culturale e storia dell’Africa. L’autrice Sally Falk Moore insegna Antropologia all’Università di Harvard.

Il Quilombo di Frechal

Identità e lavoro sul campo in una comunità brasiliana di discendenti di schiavi

di Roberto Malighetti

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 258

I quilombos brasiliani sono oggi considerati esempi di ribellione al regime schiavista, nuclei di resistenza contemporanei che rappresentano un contrappunto al latifondo e all’espansione capitalistica nelle aree rurali. Mostrando il concreto lavoro dell’antropologo sul campo, il testo analizza la costruzione dell’identità nel quilombo di Frechal, una comunità di discendenti di schiavi nell’area amazzonica del Maranhão (Brasile). L’identità quilombola si è definita nel quadro delle relazioni razziali: in nome di una propria autenticità culturale e mobilitando una simbologia capace di legittimare le rivendicazioni e dare loro un peso giuridico, il popolo di Frechal si è trasformato da oggetto di schiavitù e discriminazione in soggetto etnopolitico. L’autore Roberto Malighetti insegna Antropologia culturale all’Università di Milano Bicocca. Ha condotto ricerche sul campo soprattutto in Brasile, studiando le culture afro-brasiliane. Ha pubblicato, tra gli altri, Dal tribale al globale (con U. Fabietti e R. Matera, Bruno Mondadori, 2000).

La conoscenza ecologica

Attualità di Gregory Bateson

di Sergio Manghi

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 164

Le riflessioni di Gregory Bateson, il grande antropologo inglese, anticipano quella svolta nel modo di pensare resa indifferibile dalle sfide dell’era globale, nella quale, come nel Paese delle Meraviglie di Alice, si ha la sensazione che “vengano giocati molti giochi contemporaneamente, e che durante il gioco cambino le regole di ciascuno”. La conoscenza ecologica è un invito a scoprire l’attualità del suo stile di pensiero, analizzandone alcuni temi cruciali: la creatività dei processi di conoscenza, il loro carattere relazionale, le illusioni di controllo del mondo da parte di individui o collettività e, infine, il richiamo alla necessità del sacro formulato da Bateson negli ultimi anni della sua vita. L’autore Sergio Manghi è docente di Sociologia della conoscenza all’Università degli Studi di Parma. Ha pubblicato “Il gatto con le ali” (Feltrinelli 1990) e, nelle nostre edizioni, “Attraverso Bateson” (1988).

Islam ed Europa

di Jack Goody

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 204

Non è forse il terrorismo islamico il nuovo spettro che si aggira per le nostre città? Ma che cosa sappiamo davvero dell’Islam e del suo ruolo nel passato e nel presente dell’Europa, all’epoca dell’attacco alle Torri gemelle di New York? Seguendo i movimenti di persone, culture e religioni da Oriente verso Occidente, Goody manda in pezzi l’idea di un’opposizione tra Islam ed Europa ed elabora riflessioni profonde e illuminanti su questioni politiche e conflitti di grande attualità. L’autore Jack Goody è professore emerito di Antropologia sociale presso l’Università di Cambridge. Tra i suoi molti volumi, “La famiglia nella storia europea” (Laterza, 2000), “L’ambivalenza della rappresentazione” (Feltrinelli 2000), “Il potere della tradizione scritta” (Bollati Boringhieri, 2002).

Per una teoria della pratica

Con Tre studi di etnologia cabila

di Pierre Bourdieu

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 352

Tradotta per la prima volta in italiano, quest’opera di Pierre Bourdieu, figura centrale della cultura del XX secolo, segna una tappa fondamentale nella tradizione delle scienze sociali. A una prima parte più descrittiva, dedicata allo studio etnografico della società cabila (Algeria) – l’etica cabila dell’onore, l’organizzazione dello spazio, i sistemi di parentela – corrisponde una seconda parte più ricca di spunti teorici e metodologici. Il riferimento costante agli studi sul campo e la profondità filosofica di Per una teoria della pratica ne fanno un prezioso strumento di riflessione per sociologi, antropologi e storici impegnati nello studio delle società contemporanee. L’autore Pierre Bourdieu (1930- 2002), sociologo, ha insegnato all’Ecole pratique des hautes études e al Collège de France. Tra le sue pubblicazioni "Risposte. Per un’antropologia riflessiva" (Bollati Boringhieri, 1992), "La distinzione. Critica sociale del gusto" (il Mulino, 2001), "Il mestiere di scienziato" (Feltrinelli, 2003).

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.