Il tuo browser non supporta JavaScript!

Attenzione, controllare i dati.

Filosofia

Una ikea di università

Alla prova dei fatti

di Maurizio Ferraris

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 184

Il Ministro Gelmini ha detto che la nostra università è una macchina rotta, e che darle altra benzina sarebbe uno sperpero. Questo Ministro vuole staccare la spina, ma il coma l'ha prodotto il Ministro Berlinguer con la riforma del 1998. Una riforma che ha abbassato drasticamente la qualità e in cui un vago populismo - dare l¹università a tutti - si mescolava alla convenienza di aprire insegnamenti inutili e assurdi per accrescere il proprio potere. Questo Ferraris lo vedeva in tempi non sospetti, in Una Ikea di università, uscito nel 2001, che viene ora riproposto in una nuova edizione. Ciò che otto anni fa poteva sembrare una satira si è rivelato una realtà con cui bisogna fare i conti, se si amano la cultura e l'università, e soprattutto se non si vuole che si avveri la sentenza di Platone, secondo cui la democrazia è l'antefatto della tirannide. L'autore Maurizio Ferraris è professore ordinario di Filosofia teoretica nella facoltà di Lettere e filosofia della Università di Torino. Collaboratore del Sole 24 ore, ha scritto più di trenta libri, tra cui Estetica razionale (Cortina 1997), Dove sei? Ontologia del telefonino (Bompiani 2005), Babbo Natale, Gesù adulto. In cosa crede chi crede? (Bompiani 2006), Il tunnel delle multe. Ontologia degli oggetti quotidiani (Einaudi 2008).

Neuroetica

La morale prima della morale

di Laura Boella

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 146

L’uso crescente delle tecniche che consentono di osservare le aree cerebrali attivate durante un particolare compito (PET, fMRI) sta cambiando lo studio della fisiologia alla base delle emozioni e dei comportamenti. Una cosa è essere convinti intellettualmente che la tendenza all’altruismo abbia un fondamento neurologico, un’altra è vedere le aree colorate della PET. Così è nata la neuroetica, un nuovo ambito della ricerca caratterizzato da rilevanti implicazioni per quanto riguarda le prospettive etiche, la giustizia, la conoscenza della persona. L'autrice Laura Boella insegna Filosofia morale all’Università degli Studi di Milano. Nelle nostre edizioni ha pubblicato Sentire l’altro (2006).

A scuola di libertà

Formazione e pensiero autonomo

di Luigina Mortari

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 142

La mancanza di pensiero, la ripetizione di verità diventate vuote e trite sembrano tra le principali caratteristiche del nostro tempo. Quello che l’autrice propone perciò è molto semplice: insegnare a pensare a ciò che facciamo. Una civiltà che ha cura di sé, e dunque tiene in massimo conto il valore della libertà, non può non dedicare risorse alla formazione di un pensiero autonomo. Per questo vanno organizzati adeguati contesti di apprendimento, che facciano acquisire pratica del come pensare senza prescrivere che cosa si debba pensare né quali verità debbano essere credute. L’autrice Luigina Mortari insegna Pedagogia all’Università di Verona.

Gli animali hanno diritti?

di Roger Scruton

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 170

Perché siamo così propensi a difendere i diritti dei tassi e delle volpi ma non quelli di topi e zanzare? Perché è più esecrabile allevare animali per la loro pelliccia di quanto lo sia allevarli per la loro carne? Nel suo stile brillante e provocatorio, e spaziando dall’allevamento del bestiame alla caccia e alla pesca, Scruton fornisce sia occasioni di riflessione per il profano sia una risposta radicale ai difensori dei diritti degli animali, le cui preoccupazioni sentimentali spesso risultano più dannose che utili ai nostri amici. L’autore Roger Scruton, filosofo e polemista, è stato professore di Estetica al Birbeck College dell’Università di Londra. Nella collana “Scienza e idee” ha pubblicato Guida filosofica per tipi intelligenti (1997) e Manifesto dei conservatori (2007).

La nascita dei seni

di Jean-Luc Nancy

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 112

I seni sono qui l’atto di un’elevazione, di un sollevamento che non ha però nulla della violenza, della sopraffazione o del potere. Alla modalità “maschile” del levarsi si contrappone una modalità “femminile”, che è quella della nascita, nel suo carattere di evento, nella sua grandezza che è insieme fragilità. E la scrittura di Nancy lavora sull’evocazione, in una prosa raffinata che sconfina sul piano letterario e che continuamente si impreziosisce di altre voci, in una pluralità di citazioni. L'autore Jean-Luc Nancy, uno dei filosofi contemporanei più originali, insegna all’Università “Marc Bloch” di Strasburgo. Nelle nostre edizioni ha pubblicato Il ritratto e il suo sguardo (2002) e All’ascolto (2004).

Oasi del gioco

di Eugen Fink

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 94

Bisogna riscoprire questo piccolo classico di Eugen Fink, rara incursione della filosofia nel territorio del gioco. Che cos’è il gioco? Come si rapporta alla vita? Perché è importante e addirittura essenziale per l’esistenza umana? Il gioco, secondo Fink, è una dimensione che si aggiunge a tutte le nostre esperienze, compreso l’amore, compresa la morte, arricchendole di una distanza, appunto lo spazio speciale di un’“oasi”. È un libro che ci dà ancora parecchio da pensare perché apre una moltitudine di problemi. In questa edizione italiana è accompagnato dalla trascrizione di una conferenza (inedita anche in tedesco), in cui Fink riprende i fili principali del suo discorso sul gioco. L'autore Eugen Fink (1905-1975) ha studiato con Husserl diventando uno dei suoi più stretti collaboratori. Successivamente ha lavorato anche con Heidegger. Tra le sue opere segnaliamo La filosofia di Nietzsche e Il gioco come simbolo del mondo, entrambe del 1960.

Fenomenologia dell'estraneo

di Bernhard Waldenfels

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 182

Con questo testo, Bernhard Waldenfels intende offrire al pubblico una via d’accesso facilitata a quello che può essere considerato il suo monumentale sforzo rivolto, nel corso dell’ultimo ventennio, all’indagine del fenomeno dell’estraneo. Questa sorta di introduzione al suo pensiero può rivelarsi, pertanto, utile soprattutto al lettore italiano, il quale troverà in essa un agevole strumento per avvicinarsi e familiarizzare con l’avvincente prospettiva di una filosofia che considera l’estraneità non un momento meramente accessorio dell’esperienza, bensì il suo carattere costitutivo. L'autore Bernhard Waldenfels, professore emerito all’Università di Bochum, è uno dei maggiori esponenti dell’attuale panorama filosofico tedesco e ha pubblicato opere tradotte in diverse lingue.

L'energia spirituale

di Henri Bergson

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 182

L’energia spirituale raccoglie i più importanti saggi bergsoniani riguardanti “problemi di filosofia e di psicologia”. In queste pagine Bergson mette soprattutto alla prova le sue invenzioni concettuali (durata, slancio vitale) nello studio di particolari fenomeni psichici, parte dei quali era stato oggetto degli studi di Freud in quegli stessi anni. Nelle folgoranti pagine sul sogno, l’oblio e il sonnambulismo, ritroviamo inoltre l’asse portante dei celebri studi di Deleuze sul tempo nell’immagine cinematografica. L'autore Henri Bergson (1859-1941) è uno degli autori classici del Novecento filosofico. Nella collana “Saggi” sono stati pubblicati Saggio sui dati immediati della coscienza (2002), L’evoluzione creatrice (2002) e Durata e simultaneità (2004).

L'università del disastro

di Paul Virilio

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 156

Inquinamento ambientale, riscaldamento climatico, minaccia nucleare: in un mondo ormai sull’orlo della catastrofe, la scienza è una malattia che deve fare i conti con gli incidenti di cui è responsabile. E con il paradosso di un disastro dovuto allo spettacolare successo della tecnoscienza e non al suo fallimento. Diventa allora necessaria, ci suggerisce Virilio, la creazione di un’Università del disastro, che possa misurare ma anche prevenire gli incidenti prodotti dal successo scientifico. Una specie di ospedale per la scienza e le sue tecniche, dove ripensare la portata devastatrice di un Progresso che si rivela disastrosamente suicida. L'autore Paul Virilio è tra gli autori più originali del panorama filosofico contemporaneo. Nelle nostre edizioni ha pubblicato, tra gli altri, L’arte dell’accecamento (2007).

Antropologia dei sensi

di Helmuth Plessner

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 124

Helmuth Plessner, uno dei fondatori dell’antropologia filosofica, indaga sulla dimensione corporea della nostra esistenza. Qual è il “senso dei sensi”? Perché la vista risulta più legata alla conoscenza scientifica rispetto agli altri sensi? Cosa succede quando qualcosa viene tradotto da un senso a un altro, da un gesto a un suono, da una parola a un grafico? La principale novità, che rende quest’opera quasi un unicum, sta nel fatto che si conduce un esame specifico delle diverse modalità sensoriali e delle prestazioni culturali a esse legate, dal rappresentare al danzare, dal parlare al calcolare, facendo chiarezza sui vari modi in cui facciamo esperienza del mondo. L'autore Helmuth Plessner (1889-1985) è stato uno dei maggiori filosofi tedeschi. Tra i suoi testi tradotti in italiano ricordiamo I gradi dell’inorganico e l’uomo (Bollati Boringhieri, 2006) e Il riso e il pianto (Bompiani, 2007).

Il furore di Dio

Sul conflitto dei tre monoteismi

di Peter Sloterdijk

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 172

Che tipo di conflitto è concepibile tra le tre maggiori forme di monoteismo, cioè l’Ebraismo, il Cristianesimo e l’Islam? Le conseguenze di una lotta che dura da secoli sono diverse: l’ebraismo ha preso forma in un separatismo di carattere difensivo, il cristianesimo si è adoperato per diffondersi attraverso i missionari, mentre l’Islam ha optato per la guerra santa. Peter Sloterdijk, una delle grandi figure del pensiero contemporaneo, mostra come attualmente queste tre religioni debbano superare la prova del dialogo e convivere in un’unica società civile.

I filosofi e l'amore

L'eros da Socrate a Simone de Beauvoir

di Aude Lancelin, Marie Lemonnier

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 214

Nessun libro finora aveva riunito i differenti sguardi dei filosofi sull’amore. Intermediario tra l’umano e il divino per Platone, in Lucrezio l’amore è una lusinga mortale. Sfida di tutta una vita per Kierkegaard, in Schopenhauer è una semplice astuzia dell’istinto sessuale. Ma Aude Lancelin e Marie Lemonnier svelano anche alcuni aspetti poco noti della vita amorosa dei grandi pensatori. Il dongiovannismo frenetico di Sartre, la leggendaria assenza di ogni pulsione erotica in Kant, i fiaschi di Nietzsche con le ragazzine, episodi tragici o divertenti da cui ciascuno potrà trarre lezioni per la propria vita. Le autrici Aude Lancelin e Marie Lemonnier, di formazione filosofica, sono entrambe giornaliste al “Nouvel Observateur”.

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.