Il tuo browser non supporta JavaScript!

Attenzione, controllare i dati.

Filosofia

Guide

Cinque lezioni su “Impero” e dintorni

di Antonio Negri

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 240

Antonio Negri sviluppa in queste pagine i punti fondamentali della ricerca che ha condotto a "Impero", il testo di successo planetario grazie al quale ha rioccupato prepotentemente la scena culturale mondiale. Tra filosofia e storia, sociologia e politica (con la definizione del concetto di "moltitudine", un'intelligenza politica del tutto nuova che si configura come l'interfaccia della globalizzazione), si snoda una profonda riflessione teorica che è al tempo stesso analisi del presente e utopia rivolta al futuro. L'autore Antonio Negri ha insegnato Scienze politiche alle Università di Padova e Parigi VIII e al Collège international de philosophie.

Il sogno

di Michel Foucault

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 128

Prefazione di Fabio PolidoriIn questo scritto, straordinariamente ricco di spunti di riflessione, Foucault esamina e supera le più note concezioni del sogno, e traccia un percorso che da Eraclito va a Platone, Schelling, Novalis, Sartre, Husserl, Freud, passando attraverso riferimenti alla poesia francese e a Shakespeare. Si tratta di un testo di notevole interesse sia per l’originalità dei significati che rinviene nel sogno sia per quanto anticipa del futuro “metodo archeologico” foucaultiano. L’autore Michel Foucault (1926-1984) è stato uno dei pensatori di maggior spicco del panorama culturale del dopoguerra. Tra i suoi libri, ormai classici tradotti in tutto il mondo, nelle nostre edizioni è già stato pubblicato "Malattia mentale e psicologia" (1997).

Soggettivo, intersoggettivo, oggettivo

di Donald Davidson

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 336

Prefazione di Sergio LeviOgnuno di noi ha una conoscenza della propria mente, una conoscenza dei contenuti delle altre menti e una conoscenza dell’ambiente condiviso. Donald Davidson, la cui influenza filosofica è fin dagli anni ’60 profonda quanto estesa, esamina la natura di questi tre tipi di conoscenza e ne esplora le connessioni e le differenze. Davidson dice anche cose illuminanti sulla verità, sulla razionalità umana e sulle relazioni fra linguaggio, pensiero e mondo, offrendo una ricca messe di idee a chiunque sia interssato ai temi filosofici dei nostri giorni. L’autore Donald Davidson è professore di Filosofia alla University of California di Barkeley. I suoi testi, tra cui ricordiamo "Verità e interpretazione" (Il Mulino, 1994) e "Azioni ed eventi" (Il Mulino, 2000), sono universalmente considerati dei classici contemporanei.

Radici culturali e spirituali dell'Europa

Per una rinascita dell'

di Giovanni Reale

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 216

Possiamo davvero dirci europei? Forse mai come ai giorni nostri, in cui prende corpo la nuova Costituzione, questi interrogativi appaiono urgenti. E tuttavia, come sottolinea Giovanni Reale, forse mai come oggi essi risultano elusi. Se non si vuole ridurre l’Europa a una pura sfida politica o economica, bisogna avere il coraggio di gettare lo sguardo sull’origine della nostra storia, sulla possibilità di rinnovare l’uomo europeo, facendo vivere in forma nuova le sue radici culturali e spirituali. Poiché, come ebbe a dire Max Scheler, “mai e in nessun luogo i semplici trattati hanno creato una comunità, al massimo essi la esprimono”. L’autore Giovanni Reale, uno dei massimi studiosi italiani nel campo della filosofia antica, ha già pubblicato, nella collana Scienza e Idee, "Saggezza antica" (1995), "Corpo, anima e salute" (1999) e "Quale ragione?" (con Dario Antiseri, 2001).

Stati canaglia

di Jacques Derrida

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 232

Esistono “stati canaglia”? Se la ragione del più forte è sempre la migliore, se l’abuso di potere è costitutivo della sovranità stessa, allora esistono solo stati canaglia: dove c’è sovranità, anche democratica, c’è uno stato canaglia, e ogni democrazia è assillata dal fantasma di una canagliocrazia. Muovendo dal problema della sovranità, dal ruolo attuale degli Stati Uniti e dagli sconvolgimenti causati dalla globalizzazione, Jacques Derrida si chiede cosa diventino i concetti di “ragione” e di “democrazia”, come anche quelli di “politica”, di “guerra” e di “terrorismo”, allorché il vecchio mito della sovranità statale perde la propria credibilità.

Il limite e il ribelle

Etica, naturalismo, darwinismo

di Giovanni Boniolo

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 256

Prefazione di Giulio GiorelloChi teme il rischio della libertà è facilmente indotto a cercare protezione nel magistero di qualche chiesa o nei dettami di qualche comitato di bioetica. Alle pretese dogmatiche delle varie fedi Boniolo contrappone la sobrietà scientifica di Charles Darwin, rovesciando completamente gli stereotipi della bioetica per presentare l’immagine di un uomo che rivendica i propri diritti ma anche si assume le proprie responsabilità. Il libro offre una critica radicale dell’attuale “ideologia italiana” circa le grandi questioni sollevate dalle scelte morali, dallo statuto dell’embrione all’eutanasia, e insieme racconta alcune vicende esemplari di uomini e donne di fronte alla sfida infinita di un mondo in divenire. L’autore Giovanni Boniolo, titolare della cattedra di Filosofia della scienza a Padova, è in contatto con alcuni dei più prestigiosi centri di ricerca internazionali di biologia. Tra le sue pubblicazioni "Strumenti per ragionare" (Bruno Mondadori, 2002) e "Manuale di filosofia della scienza" (con P. Vidali, Bruno Mondadori, 2003).

Filosofia del linguaggio

di P. Casalegno, P. Frascolla

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 312

Quando gli adulti "nominavano qualche oggetto e, proferendo quella voce, facevano un gesto verso qualcosa, li osservavo e ritenevo che la cosa si chiamasse con il nome che proferivano quando volevano indicarla". Così nelle Confessioni Agostino ricorda il modo in cui apprese di quali cose le parole fossero segni. Quasi quindici secoli dopo Frege si chiederà se davvero il valore delle parole si riduca al loro significato, inteso come rapporto con l'oggetto denominato, o se, al contrario, non sia indispensabile tenere conto anche del senso che esse esprimono. È l'atto di nascita dell'odierna filosofia del linguaggio. Ma la stessa concezione freghiana risulterà non priva di problemi: da Russell a Quine, da Carnap a Wittgenstein, da Putnam a Kripke, essa sarà al centro di una serrata critica volta per alcuni a riconquistare la semplicità dell'immagine agostiniana, per altri a elaborare una visione nuova del rapporto tra linguaggio e realtà. Ricostruire le trame di questa storia permette di apprezzare non soltanto i progressi compiuti dalla nostra conoscenza del linguaggio, ma anche la persistente attualità delle sfide di Agostino e di Frege, ancor oggi motivo di dibattito e di discussione. Pagine scelte di: Carnap, Chomsky, Davidson, Dummett, Frege, Grice, Kripke, Putnam, Quine, Russell, Wittgenstein

Tecnica e architettura

di Emanuele Severino

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 128

Da sempre la forma architettonica riflette il senso che la filosofia attribuisce al mondo. Dunque l'architettura, affidandosi alla filosofia, e non alla tecnica moderna, aspira alla conoscenza delle forme autentiche del pensiero. In effetti desidera ciò che ora, e non solo, drammaticamente le manca. La riflessione di Emanuele Severino, filosofo di fama internazionale, nasce da questa originaria domanda e affronta in maniera sistematica l'affascinante rapporto tra teoria filosofica e spazialità architettonica. L'autore Emanuele Severino insegna Filosofia teoretica all'Università di Venezia. Tra le sue numerose opere, tradotte in varie lingue, "Essenza del nichilismo" (1972), "Destino della necessità" (1980), "Oltre il linguaggio" (1992), "La filosofia dai greci al nostro tempo" (1996), "Il mio scontro con la chiesa"(2001).

L'inizio

Autori vari

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 288

Da una pluralità di prospettive ci si interroga sull’inizio, cioè sulla variegata questione che va dalla nascita della vita nel mondo all’inizio della nostra riflessione rispetto al mondo stesso, dall’inizio del malessere nelle varie fasi della nostra esistenza al prendersene cura cominciando una psicoterapia. Il volume, mosaico di testi di psicologi, psicoanalisti, filosofi, teologi, costituisce uno strumento efficace sia per “specialisti” delle diverse discipline sia per chi si interroga su un tema centrale della riflessione sulla condizione umana.   Contributi di: Bernardi, Bertotti, Bisagni, Buchli, Contardi, Innamorati, Maffei, Maggiolini, Marozza, Natoli, Reale, Rogers, Ruberto, Sequeri, Sini, Tagliagambe, Trevi, Vegetti Finzi, Zolla.

Il Sé sinaptico

Come il nostro cervello ci fa diventare quelli che siamo

di Joseph LeDoux

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 564

Chi siamo e perché siamo diventati quelli che siamo? Come interagiscono le nostre funzioni cognitive, emotive e motivazionali?

Estetica

di Paolo D'Angelo, Elio Franzini

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 352

"L'estetica (teoria delle arti liberali, gnoseologia inferiore, arte del pensare in modo bello, arte dell'analogo della ragione) è la scienza della conoscenza sensibile". Benché contestata fin dalla sua formulazione (1735), questa definizione di Baumgarten ha delineato l'orizzonte dell'estetica "moderna", sospesa tra teoria generale della sensibilità (Kant) e teoria delle belle arti (Hegel). Ma le vicende degli ultimi due secoli, dalle derive romantiche a Baudelaire, dalle critiche dell'idealismo (Schopenhauer) al confronto con il mondo della tecnica (Benjamin), dalla rivisitazione dell'eredità kantiana alle variazioni fenomenologiche, mostrano come l'arte o il bello non siano tanto l'oggetto dell'estetica quanto l'ocatura squisitamente filosofica che ha nella "teche" (in ogni accezione del termine) la sua pietra di paragone privilegiata. Non è un ciclo che si chiude, ma semmai un cammino vichiano per "corsi e ricorsi" che dalla ricorrente contrapposizione di platonismo e aristotelismo porta al bello intelligibile di Plotino, dall'arte come interpretazione della natura di Leonardo al rifacimento del mondo cui ci hanno abituato le avanguardie e le sperimentazioni contemporanee. Questo volume di "Biblioteca" presenta nuclei di dibattito che hanno posseduto, e a maggior ragione oggi possiedono, una pregnanza essenziale nella definizione di una disciplina, l'estetica, che in ogni sua grande espressione contiene la possibilità del proprio rinnovamento. Pagine scelte di: Aristotele, Batteaux, Baudelaire, Baumgarten, Benjamin, Burke, Croce, Hegel, Heidegger, Kant, Leonardo da Vinci, Merleau-Ponty, Platone, Plotino, Pseudo-Longino, Schlegel, Schopenhauer, Vico

Saggio sui dati immediati della coscienza

di Henri Bergson

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 176

Prefazione di Pier Aldo Rovatti. Agile e scritto in una lingua magistralmente chiara, questo è uno dei capolavori del pensiero contemporaneo. Contiene tutti i grandi temi della filosofia di Bergson e in particolare l’idea di durata, ovvero di un tempo qualitativo non riducibile al tempo spazializzato degli orologi. Questa originale nozione influenzerà l’intero orizzonte filosofico del Novecento ma anche zone consistenti dell’esperienza letteraria (Proust vi si ispirò direttamente). Finalmente un classico del pensiero si rende disponibile sul mercato in un’accurata traduzione. L’autore Henri Bergson (1859-1941) è tra i massimi nomi della filosofia mondiale di ogni tempo. Nel 1928 ha ricevuto il premio Nobel per la letteratura.

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.