Il tuo browser non supporta JavaScript!

Attenzione, controllare i dati.

Filosofia

Spettri di Marx

di Jacques Derrida

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 246

Spettri di Marx incomincia con la critica di un nuovo dogmatismo, di un'intolleranza: "Lo sanno tutti, sappiatelo bene, il marxismo è morto, e Marx con lui, non c'è più motivo di dubitarne". Un "ordine del mondo" tenta di stabilizzare un'egemonia fragile grazie all'evidenza di un "atto di morte". Il discorso maniacale che prende il sopravvento ha la forma giubilatoria e oscena che Freud attribuisce alla fase trionfante nel nuovo lutto. (Refrain: "il cadavere si decompone in un posto sicuro, che non ritorni più, viva il capitale, viva il mercato, sopravviva il liberalismo economico!"). Esorcismo e scongiura. Una degenerazione tenta di neutralizzare la necessità spettrale, ma anche l'avvenire di "uno" "spirito" del marxismo. "Uno" "spirito": l'ipotesi di questo saggio è che ce n'è più d'uno. La responsabilità finita dell'erede è votata alla scelta. Riafferma un possibile, e non un altro. Ma un simile discernimento critico come si apporta all'esigenza ipercritica - o piuttosto decostruttiva - della responsabilità? L'autore  Jacques Derrida è nato a El Biar (Algeria) il 15 luglio 1930. E' oggi la figura più prestigiosa della filosofia francese. Lo si identifica con un atteggiamento critico chiamato "decostruzionismo". Tra i suoi testi pubblicati in Italia ricordiamo La scrittura e la differenza, Della Grammatologia, La voce e il fenomeno, "Essere giusti con Freud".  

Sulla psicoanalisi

Freud e Lacan

di Louis Althusser

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 296

Non diversamente da Copernico, Freud "ha scaglaito l'uomo verso un'incognita". Ma i territori dell'inconscio possono essere davvero ripercorsi ricompresi solo liberandosi dai pregiudizi ideologici che qui e ora ci separano dal creatore della psicoanalisi. Attraverso le lacerazioni del politico, del filosofo, dell'uomo stesso, Louis Althusser delinea le tappe di questo ritorno - che è anche un ripensamento della psicoanalisi come piena forma di vita, non più spartita tra discipline e campi accademicamente definiti. Ma ciò vuol dire anche riaprire il dialogo della psicolanalisi con la linguistica, il marxismo, la teoria economica. L'incontro-scontro tra Althusser e Jacques Lacan si configura quindi come il confronto di due "eretici", insofferenti di qualsiasi ortodossia, e capaci d'iscrivere nella propria sofferenza personale il senso della vita come ricerca. Tra i testi di Althusser tradotti in italiano ricordiamo: Per Marx (Roma 1967), Leggere "Il Capitale" (con Étienne Balibar, Milano 1968), Quel che deve cambiare nel Partito Comunista (Milano 1978), L'avvenire dura a lungo (Parma 1992)  

Autocoscienza e realtà

di Humberto R. Maturana

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 128

Per gioco

Piccolo manuale dell’esperienza ludica

di P. Aldo Rovatti, Alessandro Dal Lago

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 174

Il libro della condivisione

di Edmond Jabès

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 140

L'esercizio del silenzio

di P. Aldo Rovatti

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 140

Il medico nell'età della tecnica

di Karl Jaspers

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 156

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.