Il tuo browser non supporta JavaScript!

Attenzione, controllare i dati.

Filosofia della scienza

So quel che fai

Il cervello che agisce e i neuroni specchio

di Giacomo Rizzolatti, Corrado Sinigaglia

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 226

Come comprendiamo le azioni degli altri? Negli ultimi anni sono le neuroscienze a offrire le risposte più convincenti. Giacomo Rizzolatti, neurofisiologo di fama mondiale, ha scoperto un tipo particolare di cellule, i neuroni specchio, dotate della particolarità di attivarsi sia quando osserviamo un'azione sia quando la compiamo noi stessi. Trovano così spiegazione molti dei nostri comportamenti individuali e sociali, ma ciò comporta anche una trasformazione nel modo di intendere percezione, azione e cognizione, dato che lo studio dei neuroni specchio mostra che le aree del cervello deputate all'agire sono in grado anche di percepire e di conoscere. Gli autori Giacomo Rizzolatti insegna Fisiologia all'Università di Parma. È membro onorario dell'American Academy of Arts and Sciences e ha pubblicato moltis-simi lavori sulle più prestigiose riviste internazionali. Corrado Sinigaglia insegna Filosofia della scienza all'Università di Milano. Ha pubblicato "La seduzione dello spazio" (Milano 2000) e "Pierre de Fermat" (con G. Giorello, Milano 2001).

Sweet Dreams

Illusioni filosofiche sulla coscienza

di Daniel C. Dennett

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 200

Vincitore nel 2005 del premio per le pubblicazioni nell’ambito della psicologia e delle scienze cognitive indetto dall’Association of American Publishers, Sweet Dreams è il testo in cui Dennett mostra come la filosofia finisca spesso per ostacolare lo sviluppo di una scienza della coscienza. Con la chiarezza e l’ironia che lo contraddistinguono, Dennett passa in rassegna molti dei più noti argomenti filosofici, smontandoli passo dopo passo sulla scorta sia delle conquiste delle scienze cognitive sia della sua straordinaria capacità di sfruttare gli esempi – che possono riguardare trucchi di carte o dollari fittizi –, per convincerci che la coscienza non è un “mistero” da sacralizzare ma un oggetto da indagare scientificamente. L’autore Daniel C. Dennett è direttore del Center for Cognitive Studies alla Tufts University, Medford (Mass.). Nella collana Scienza e Idee ha già pubblicato ‘’L’evoluzione della libertà’’ (2004).

Cinque platonici a Princeton

Un apologo sui limiti della conoscenza

di John L. Casti

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 178

In questo nuovo esperimento di “finzione scientifica” John Casti, l’autore di “I cinque di Cambridge”, mescola scienza e fantasia narrativa mettendo in scena i dialoghi immaginari di cinque personaggi reali, Albert Einstein, Kurt Gödel, Robert Oppenheimer, John von Neumann, Lewis Strauss. Nella tranquilla “accademia” di Princeton questi cinque moderni Platone non solo traggono il bilancio di un secolo, tra totalitarismo e democrazia, ma si pongono le domande chiave della comprensione scientifica del mondo. Un affascinante apologo sugli orizzonti di alcune delle idee più audaci del Novecento. L’autore John Casti, apprezzato scrittore di scienza, insegna al Santa Fe Institute (New Mexico) e alla Technische Universität di Vienna. Nella collana “Scienza e idee” ha già pubblicato “I cinque di Cambridge” (1998) e “Gödel” (con W. DePauli, 2001).

L'unicità della biologia

Sull'autonomia di una disciplina scientifica

di Ernst Mayr

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 260

Prefazione di Edoardo Boncinelli"L'unicità della biologia’’ costituisce il testamento spirituale di Ernst Mayr, colui che per gli straordinari contributi forniti in anni di appassionata ricerca è stato definito “il Darwin del ventesimo secolo". Vicinanza dell’essere umano agli altri animali, evoluzione dell’intelligenza e della cultura, confutazione del razzismo e possibilità di vita su altri mondi: sono questi alcuni dei temi di un maestro della biologia che è stato anche un maestro di umanità. L’autore Ernst Mayr, il più illustre biologo evoluzionista del Novecento, ha insegnato all’Università di Harvard, dove ha diretto il Museo di zoologia comparativa. Tra i suoi numerosi scritti, “Un lungo ragionamento. Genesi e sviluppo del pensiero darwiniano” (Bollati Boringhieri, 1994), “Storia del pensiero biologico. Diversità, evoluzione, eredità” (Bollati Boringhieri, 1999).

La mente

di John R. Searle

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 400

Prefazione di Michele Di FrancescoIl più autorevole studioso della mente offre un'introduzione, ammirevole per chiarezza e completezza, a una delle aree più interessanti della filosofia. "La filosofia della mente si distingue rispetto agli altri ambiti filosofici attuali per il fatto che tutte le sue teorie più famose e influenti sono false". Così, fin dall'Introduzione, Searle smonta queste famose e influenti teorie e propone nuove e straordinarie intuizioni sulla natura della mente e della coscienza. L'autore John R. Searle è professore di Filosofia della mente e di Filosofia del linguaggio all'Università della California, Berkeley. Nella collana "Scienza e idee" ha già pubblicato "Il mistero della coscienza" (1998), "Mente, linguaggio, società" (2000), "La razionalità dell'azione" (2003).

Il metodo 2. La vita della vita

di Edgar Morin

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 588

Se nel primo volume del suo "Metodo (La natura della natura)" Edgar Morin si era posto l'obiettivo di non separare il problema della conoscenza della natura da quello della natura della conoscenza, in questa "Vita della vita (Il metodo 2)" a essere investito dalla sfida della complessità è l'ambito della biologia, profondamente trasformato ormai molti anni fa dalla scoperta del DNA, non accompagnata però da una rivoluzione concettuale adeguata alle nuove realtà emerse. È appunto questa rivoluzione concettuale che Morin si propone di promuovere nel presente volume: chiarire l'autonomia e la dipendenza dell'organizzazione vivente in rapporto all'ambiente in cui si inserisce. L'autonomia e la dipendenza reciproca tra l'individuo e la specie sono ancora uno degli obiettivi che si pone oggi, nell'era della manipolazione genetica, la ricerca libera, decisa a non lasciare l'iniziativa al potere politico e all'industria della vita. L'autore Edgar Morin, sociologo, è tra le figure più prestigiose della cultura contemporanea. Nelle nostre edizioni sono già stati pubblicati "Terra-Patria" (1994), "La testa ben fatta" (2000), "I sette saperi necessari all'educazione del futuro" (2001), "Il metodo 1. La natura della natura" (2001), "Il metodo 5. L'identità umana" (2002).

Da un punto di vista logico

Saggi logico-filosofici

di Willard V. Quine

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 256

Prefazione di Giulio Giorello e Renato PettoelloLe provocatorie tesi di Willard Van Orman Quine (“Due dogmi sull’empirismo”, che apre il volume, è uno dei saggi di filosofia più importanti del Novecento) sono esposte qui per la prima volta in modo unitario. Quine analizza “da un punto di vista logico” alcuni dei problemi chiave della scienza e della filosofia. Ne esce un’immagine della conoscenza inedita e sorprendente. Forse “gli oggetti fisici non sono troppo diversi dagli dei di Omero”: funzionano da intermediari tra il mondo del pensiero e quello dell’esperienza quotidiana, portando ordine nel continuo fluire dell’esperienza. Ma oggi noi scommettiamo più su atomi e molecole di quanto scommettiamo sulla benevolenza degli dei. Non foss’altro perché l’opzione per la scienza vuol dire un mondo più tecnologico e più libero insieme. L’autore Willard V. O. Quine è un autore di riferimento per la filosofia del linguaggio e la logica matematica. Ha pubblicato “Parola e oggetto” (il Saggiatore 1970), “La relatività ontologica e altri saggi” (Armando 1986), “Quidditates” (Garzanti 1991).

Il limite e il ribelle

Etica, naturalismo, darwinismo

di Giovanni Boniolo

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 256

Prefazione di Giulio GiorelloChi teme il rischio della libertà è facilmente indotto a cercare protezione nel magistero di qualche chiesa o nei dettami di qualche comitato di bioetica. Alle pretese dogmatiche delle varie fedi Boniolo contrappone la sobrietà scientifica di Charles Darwin, rovesciando completamente gli stereotipi della bioetica per presentare l’immagine di un uomo che rivendica i propri diritti ma anche si assume le proprie responsabilità. Il libro offre una critica radicale dell’attuale “ideologia italiana” circa le grandi questioni sollevate dalle scelte morali, dallo statuto dell’embrione all’eutanasia, e insieme racconta alcune vicende esemplari di uomini e donne di fronte alla sfida infinita di un mondo in divenire. L’autore Giovanni Boniolo, titolare della cattedra di Filosofia della scienza a Padova, è in contatto con alcuni dei più prestigiosi centri di ricerca internazionali di biologia. Tra le sue pubblicazioni "Strumenti per ragionare" (Bruno Mondadori, 2002) e "Manuale di filosofia della scienza" (con P. Vidali, Bruno Mondadori, 2003).

Il sogno di Dostoevskij

Come la mente emerge dal cervello

di Silvano Tagliagambe

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 368

Secondo il mito, la mente (Atena) emerge tutt’intera dal cervello (la testa di Zeus). Quest’idea fu alla base della creatività di Dostoevskij, la cui sfida fu di capire come, sullo sfondo dei meccanismi innescati da uno stimolo esterno, si faccia strada la coscienza, la capacità di scegliere, di decidere. “Il sogno di Dostoevskij” esplora l’attualità di questa sfida, attraverso un serrato confronto con i risultati dei più recenti studi sulla natura e sul funzionamento del cervello umano. L’autore Silvano Tagliagambe insegna Filosofia della scienza all’università La Sapienza di Roma. Tra le sue pubblicazioni, “L’epistemologia del confine” (Il Saggiatore, 1997) e “L’albero flessibile. La cultura della progettualità” (Zanichelli, 1998).

Le trame dell'evoluzione

Edizione italiana a cura di Telmo Pievani

di Niles Eldredge

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 336

Lo studio dei sistemi complessi in biologia e in fisica ha individuato proprietà comuni a sistemi molto diversi tra loro. Si ipotizza addirittura l’esistenza di vere e proprie “leggi della complessità” universali. Ma quali sono queste leggi? Stiamo forse per svelare il segreto ultimo di tutti i processi evolutivi? Niles Eldredge, fra i maggiori teorici dell’evoluzione contemporanei, offre a queste domande una risposta inedita, mostrando come nei processi evolutivi emergano configurazioni ordinate a partire dalle quali l’evoluzione tesse poi le sue trame contingenti e ogni volta uniche. Le capacità di sintesi e le doti divulgative dell’autore rendono l’opera facilmente fruibile da lettori “non specialisti” e da studenti universitari di differenti aree disciplinari. L’autore Niles Eldredge, paleontologo, biologo evoluzionista e naturalista, è Curatore del Department of Invertebrate Paleontology dell’American Museum of Natural History di New York. Con Stephen Jay Gould ha fondato nel 1972 la teoria degli “equilibri punteggiati”, considerata la più convincente intepretazione moderna del darwinismo. Fra i suoi libri “Ripensare Darwin” (Einaudi 1999) e “La vita in bilico” (Einaudi 2000).

Conquista dell'abbondanza

Storia dello scontro tra l’astrazione e la ricchezza dell’Essere

di Paul K. Feyerabend

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 368

“Il libro serve a mostrare come gli specialisti e le persone comuni riducono l’abbondanza che li circonda e li confonde”. Così Paul Feyerabend, figura che ha segnato la filosofia del Novecento, presenta La conquista dell’abbondanza, il suo ultimo libro, “di lettura gradevole e facile da capire”, dedicato a un tema fondamentale nella cultura occidentale. Dagli dei di Omero all’avvento della scienza moderna, Feyerabend guida il lettore per “sentieri particolari”, mostrando come noi astraiamo dall’esperienza, spieghiamo le anomalie e riduciamo il mondo “pieno di meraviglie” a formule ed equazioni che danno forma al nostro senso della realtà. L’autore Paul Feyerabend è l’autore di “Contro il metodo” (Feltrinelli 1970), un classico della filosofia della scienza contemporanea, tradotto in 17 lingue. Nella collana Scienza e idee è stato pubblicato il suo carteggio con Imre Lakatos, “Sull’orlo della scienza” (1995).

Giordano Bruno e la scienza del Rinascimento

di Hilary Gatti

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 368

Eretico tra gli eretici, vagabondo dello spirito, riformatore nemico sia della Riforma sia della Controriforma, cultore delle immagini, teorico della memoria, maestro di magia, ma anche e forse soprattutto padre della moderna cosmologia. Tra i mille volti del "filosofo di Nola" Hilary Gatti privilegia quello dell'interprete della crisi della propria epoca, di un Rinascimento che segna la fine del vecchio mondo e l'annuncio del nuovo. Bruno è allo stesso tempo un personaggio immerso nella realtà storica rappresentata dalle straordinarie innovazioni scientifiche del suo tempo e un filosofo in grado di offrire un contributo ad dibattito teorico in atto ai nostri giorni. Come ha scritto Giovanni Aquilecchia, una delle massime autorità su Bruno, "Il volume di Hilary Gatti è un notevole esempio di quale rilevanza il pensiero del Nolano abbia per la crisi epistemologica della scienza della nostra epoca". L'autrice Hilary Gatti è professore associato all'Università "La Sapienza" di Roma.

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.