Il tuo browser non supporta JavaScript!

Attenzione, controllare i dati.

Filosofia della scienza

Il metodo 1. La natura della natura

di Edgar Morin

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 488

Abbiamo bisogno di ciò che ci aiuta a pensare da soli: un metodo. Un metodo di conoscenza che traduca la complessità del reale e si avvicini al mistero delle cose. Il metodo della complessità che si elabora in questo primo volume esige di concepire la relazione tra ordine/disordine/organizzazione, di non isolare il fenomeno dal suo contesto, di non dissociare il problema della conoscenza della natura da quello della natura della conoscenza. Ogni oggetto deve essere concepito nella sua relazione con un soggetto conoscente, a sua volta radicato in una cultura, una società, una storia. L'autore Edgar Morin, sociologo, è tra le figure più prestigiose della cultura contemporanea. Tra le sue opere tradotte in italiano Cortina ha pubblicato Terra-Patria (1994), La testa ben fatta (2000), I sette saperi necessari all'educazione del futuro (2001).

Favole Favole

360 favole create da bambini portatori di tumore alla luce della semiotica e della psicologia

di Associazione Italiana di Ematologia e Oncologia Pe

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 366

L'insieme delle favole prodotte da bambini portatori di tumore si impone come espressione di un evento carico di un grande contenuto esistenziale che i piccoli si trovano a fronteggiare ed elaborare, spinti dall'esigenza di dar voce alle proprie sofferenze e alle proprie angosce. È difficile staccarsi dalla lettura di queste favole, da ognuna delle quali traspare un piccolo mondo in cui spesso domina un senso di separazione e di solitudine, ma anche, frequentemente, la volontà di supererare difficoltà e dolori per ritornare alla normale vita di tutti i giorni. I curatori Marina Sbisà è docente di Filosofia del linguaggio presso il dipartimento di Filosofia dell'Università di Trieste. Pia Massaglia è ricercatore confermato al dipartimento di Scienze pediatriche e dell'adolescenza dell'Università di Torino, sezione di Neuropsichiatria infantile. Ornella Giustina è semiologa Francesco Marsciani, semiologo e ricercatore universitario presso lo Iulm di Milano. Isabella Pezzini è professore associato di Semiotica all'università La Sapienza di Roma. Marina Bertolotti lavora presso il dipartimento di Immuno-infettivologia e di Onco-ematologia dell'Azienda ospedaliera OIRM del Sant'Anna di Torino.

Credere in Dio nell'età della scienza

di John C. Polkinghorne

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 186

John Polkinghorne, uno dei più prestigiosi teologi britannici, pensa che sia finito il tempo della contrapposizione tra fede e ragione: nella sua doppia formazione di fisico e di uomo di chiesa, mostra come sia possibile misurare i classici temi della teologia cristiana - la creazione, il problema del male, il destino ultimo dell'uomo - con le punte avanzate del pensiero matematico, fisico, biologico e informatico, in una sintesi estremamente originale che se da una parte affascina il grande pubblico dall'altra stimola anche lo studioso di questi problemi. Come ha scritto il grande storico della scienza Owen Gingerich, ''il testo di un religioso che appassionerà gli stessi atei'' . L'autore John Polkinghorne è noto al pubblico italiano per Il mondo dei quanti (Garzanti) e Scienza e fede (Mondadori).

Dogma contro critica

Mondi possibili nella storia della scienza

di Thomas S. Kuhn

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 456

Il testo di Thomas Kuhn, fisico, storico e filosofo della scienza, segue le tappe più importanti dell'evoluzione di un pensiero che si è imposto come uno dei più rilevanti nel dibattito epistemologico del 900. Secondo Kuhn, da Copernico a Darwin, da Newton a Einstein, il dogma, più che lo spirito critico, sembra reggere il mondo della ricerca. Senza l'attaccamento tenace alle idee predilette, senza una sorta di culto della personalità dei grandi maestri, non sarebbe nata neanche la scienza di oggi, quella dei grandi laboratori, dei telescopi orbitanti o degli sconvolgenti prodotti delle biotecnologie. L'autore Thomas Kuhn è l'autore di La rivoluzione copernicana, La struttura delle rivoluzioni scientifiche e La tensione essenziale, tutti pubblicati da Einaudi.

Il grande, il piccolo e la mente umana

di Roger Penrose

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 210

Roger Penrose, una delle menti più originali e provocatorie della scienza contemporanea, espone le sue idee più recenti sulla cosmologia, la meccanica quantistica e la fisica della mente. Dialogano con lui Abner Shimony, fisico-filosofo di Boston, Nancy Cartwright, forse la più brillante mente filosofica del Regno Unito, e Stephen Hawking, il famoso fisico di Cambridge. Penrose risponde alle loro critiche, delineando una chiara e stimolante introduzione ai problemi della fisica moderna. L'autore Opere di Roger Penrose pubblicate in Italia: La mente nuova dell’imperatore Ombre della mente entrambi editi da Rizzoli

L'evoluzione delle macchine

Da Darwin all’intelligenza globale

di George Dyson

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 440

George B. Dyson, figlio del celebre fisico Freeman Dyson e grande divulgatore, sposa la causa dell'artificiale contro ogni timore che la tecnologia dei computer renda l'uomo ''antiquato''. Reinterpretando alcuni grandi pensatori (Hobbes, Darwin), analizzando le radici, vecchie di secoli, di innovazioni apparentemente moderne, Dyson racconta l'evoluzione dell'intelligenza meccanica collettiva. Oggi lo sviluppo della logica, dei grandi computer, della vita e dell'intelligenza artificiale consente di integrare le intuizioni del passato in una prospettiva, quella dell'''intelligenza globale'', che non è né solo umana né solo meccanica, costituendo una tappa inedita nell'evoluzione del nostro pianeta. L'autore George B. Dyson si occupa delle relazioni tra natura e tecnologia ed è stato il testimone di quella congiunzione tra matematica e fisica che ha portato, dal dopoguerra a oggi, la rivoluzione digitale nella vita quotidiana.

La serva padrona

Fascino e potere della matematica

di Edoardo Boncinelli, Umberto Bottazzini

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 224

Che cos’è la matematica? Qual è la natura dei numeri e delle figure geometriche? Qual è la ragione del suo successo nelle scienze naturali? Perché è così potente da permettere l’invio di un carrello su Marte e così elegante da suscitare una sorta di piacere estetico in chiunque vi si accosti? Un matematico e storico della matematica, Umberto Bottazzini, e un fisico passato allo studio della biologia del cervello, Edoardo Boncinelli, ne discutono mettendo a confronto i loro diversi punti di vista. Strumento potentissimo o realtà mentale figlia del Logos, la matematica continua ad appassionare esperti e profani. Questo dialogo offre elementi di riflessione per matematici e di divulgazione e aggiornamento per chi non è matematico di professione ma sente tutto il fascino della materia. Scritto per il grande pubblico, può anche essere utilizzato come testo di discussione in un corso liceale o universitario. Gli autori Edoardo Boncinelli dirige il laboratorio di Biologia molecolare dello sviluppo e insegna Biologia e Genetica all’Università Vita-Salute dell’Istituto San Raffaele di Milano. Tra i suoi libri I nostri geni (Einaudi 1998), Il cervello, la mente e l’anima (Mondadori 1999) e Le forme della vita (Einaudi 2000). Collabora inoltre alle pagine culturali del Corriere della Sera. Umberto Bottazzini insegna Storia della Matematica all’Università di Palermo e collabora con l’inserto domenicale del Sole 24 ore. Tra i suoi libri, Il calcolo sublime (Boringhieri 1981) e Va’ pensiero (Il Mulino 1994).

Politiche della natura

Per una democrazia delle scienze

di Bruno Latour

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 330

Come riempire il divario apparentemente incolmabile che separa la scienza (incaricata di comprendere la natura) e la politica (che ha il compito di regolare la vita sociale)? Come colmare un divario le cui conseguenze (“scandalo” dell’amianto, sangue infetto, mucca pazza...) diventano sempre più catastrofiche? Bruno Latour propone un nuovo modo di considerare l’ecologia politica che, secondo l’autore, passa attraverso una profonda redifinizione del ruolo dell’attività scientifica e di quella politica. Collocandosi nel punto d’incontro tra filosofia della scienza e filosofia politica, il volume è destinato a tutti coloro che si interessano di ecologia, di dibattito scientifico e, più in generale, a quanti ritengono che la questione della democrazia riguardi in prima istanza anche le scienze. L'autore Bruno Latour, filosofo e sociologo delle scienze, è docente alla École des mines di Parigi e professore associato alla London School of Economics.

Mente, linguaggio, società

La filosofia nel mondo reale

di John R. Searle

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 189

Una delle sintesi migliori della filosofia di uno dei migliori filosofi del nostro tempo, che tocca i temi della coscienza, del linguaggio e dei modi in cui gli uomini creano i significati e la cultura in cui vivono. Searle vorrebbe insegnarci a praticare la filosofia nel mondo reale, con il quale abbiamo a che fare quotidianamente. È il mondo dei fenomeni biologici, come la fotosintesi e la digestione, ma anche degli stati mentali come la coscienza e l’intenzionalità, che per Searle sono reali tanto quanto lo sono i tramonti, le montagne o le spiagge bagnate dal mare. L'autore John R. Searle è professore di Filosofia all’Università della California, Berkeley. Con la Raffaello Cortina ha pubblicato Il mistero della coscienza (1998).

Dimostrare, credere, pensare

Introduzione all’epistemologia

di Clark Glymour

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 432

Quando e perché parliamo di conoscere? Che cosa significa “dimostrare”? Come giustificare le nostre credenze? Infine, qual è la natura della mente, degli stati di coscienza e di quel particolare processo cui diamo il nome di pensiero? Nelle pagine di questo volume Clark Glymour offre una ricognizione sistematica e rigorosa dei grandi temi e dei grandi problemi relativi alla natura del conoscere che per più di 2500 anni hanno rappresentato delle sfide per filosofi e scienziati. Il testo è insieme un’introduzione all’epistemologia contemporanea e una risposta ai grandi interrogativi della filosofia occidentale. L'autore Clark Glymour è professore di Storia e filosofia della scienza all’Università di Pittsburgh

Navigatori del sapere

Dieci proposte per il 2000

di Riccardo Chiaberge

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 134

Che cosa significa, alle soglie del Duemila, essere “colti”? Di quale corredo di conoscenze abbiamo bisogno per affrontare le sfide del terzo millennio? L’inarrestabile avanzata delle tecnologie biologiche e informatiche, di Internet, della fisica e delle neuroscienze sovverte le nostre categorie ideali e morali, rende obsoleta la tradizionale dicotomia tra cultura umanistica e scientifica e impone un radicale ripensamento dei metodi educativi, delle professioni, dell’economia e della stessa organizzazione urbana. La cultura italiana, per il suo provincialismo e la sua impronta accademica e letteraria, non appare matura per questa grande transizione. In questo libro, una firma di primo piano del giornalismo culturale ci presenta dieci personalità del mondo scientifico e culturale internazionale (fisici, biologi, storici, economisti, sociologi, architetti e filosofi), con cui esplora i nuovi paradigmi intellettuali, le nuove idee che ci aiuteranno a navigare nel XXI secolo. Holton: Scienziati senz’anima? Wilson: L’unità del sapere Piano: La tecnometropoli Kelly: Economia digitale Penzias: Computer, cattivo maestro Sen: Il futuro del welfare Eco: Università da salvare Gell-Mann: Specialista del tutto Dahrendorf: Scaffale per il Duemila Maddox: Il futuro della scienza. L'autore Riccardo Chiaberge collabora alle pagine culturali del Corriere della Sera e ha pubblicato Cervelli d’Italia (1996), Ingegneri della vita (con R. Dulbecco, 1988) e Scoppiare di salute (con S. Garattini, 1992).

Orizzonti e limiti della scienza

Decima cattedra dei non credenti

di Carlo M. Martini

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 176

Dai cieli all’uomo. Shakespeare e Galileo, Bruno e Newton – “filosofi della natura” e poeti, utopisti e politici – all’alba della nostra modernità hanno scorto nella volta celeste un Grande Libro in cui erano scritti, “in caratteri matematici”, leggi di natura e destini di individui, popoli e imperi. Oggi che i nostri cieli sono solcati dai satelliti artificiali, qualcuno considera come un Libro il nostro genoma: un Libro non meno enigmatico, in cui dobbiamo decifrare se ci toccherà in futuro salute o malattia, virtù o vizio, prosperità o sventura. Il volume Orizzonti e limiti della scienza raccoglie gli interventi della Decima Cattedra dei non credenti, voluta e coordinata dal Cardinale Arcivescovo di Milano, Carlo Maria Martini. George Coyne e Francesco Bertola L’universo e il tempo Julian Chela Flores e Edoardo Boncinelli Le origini della vita Alberto Oliverio e Giuliano Avanzini Intelligenza e scienze cognitive Giulio Giorello e Bruno Forte Filosofia e teologia: ancelle della scienza? Carlo Maria Martini Scritture dell’uomo e scrittura di Dio.

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.