Il tuo browser non supporta JavaScript!

Attenzione, controllare i dati.

Formazione

La scuola della vita

Manifesto della terza formazione

di Gian Piero Quaglino

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 170

Gian Piero Quaglino sostiene l'idea di una nuova formazione, non più orientata esclusivamente alle mutevoli esigenze organizzative e al "mondo esteriore" ma capace anche di parlare di ciò che più ci sta a cuore: il corso della nostra stessa vita. Questo manifesto della terza formazione è dunque la proposta di un cammino di apprendimento per coltivare noi stessi attraverso un esercizio di riflessione e interpretazione, verso un traguardo sempre nuovo di formazione e trasformazione personale. L'autore Gian Piero Quaglino insegna Psicologia della formazione all'Università di Torino. Nelle nostre edizioni ha pubblicato, tra gli altri, La vita organizzativa (2004) e Fare formazione (2005).

Convivere nelle organizzazioni

Significati, indirizzi, esperienze

di Franco Bochicchio

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 208

Che cosa significa convivere nelle organizzazioni? A quali condizioni e con quali strumenti la formazione può contribuire a migliorare la convivenza delle persone negli ambienti di lavoro? Il volume prospetta itinerari teorico-pratici e documenta esperienze che confermano l’importanza di restituire centralità alle persone. Da alcune di tali esperienze, narrate dagli stessi protagonisti, è possibile ricavare stimoli che studenti, manager e formatori possono utilizzare per attività di studio e formazione. Franco Bochicchio insegna Teorie e metodi della formazione all’Università del Salento. Si occupa da tempo di formazione degli adulti nelle organizzazioni.

Fare lo psicologo

Percorsi e prospettive di una professione

di Albino C. Bosio

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 160

Prefazione di Giuseppe Luigi Palma Il volume inaugura una nuova collana dedicata ai differenti aspetti del lavoro psicologico. A partire dall'unico studio condotto su un campione di psicologi rappresentativo su scala nazionale, l'autore prende qui in esame lo stato presente e le prospettive future delle professioni psicologiche in Italia. L'intento è costruire un'agenda dei temi-sfida da affrontare e delle condizioni organizzative da costruire per lo sviluppo della professione di psicologo. A fianco di queste due linee di sviluppo, sono introdotte alcune nozioni fondamentali relative alla sociologia delle professioni e alla costruzione sociale di una professione. Claudio Bosio insegna Psicologia del lavoro e delle organizzazioni all'Università Cattolica di Milano.

Cambiamenti incantevoli

Bellezza e possibilità di apprendimento

di Emanuela Mancino, Gian Maria Zapelli

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 182

Apprendere, mutare, avvicinare nuovi modi di essere o di agire è un’esperienza che riguarda anche la bellezza. L’esperienza che trasforma è sempre anche esperienza che interessa il percepire, il sentire, il provare emozioni nella relazione estetica con la realtà. La percezione della bellezza è intimamente connessa all’apprendimento: ne esprime e rappresenta il potenziale di cambiamento e trasformazione. Le esperienze di formazione, le più diverse e diversamente orientate, costituiscono occasioni non solo di conoscenza, ma anche di emersione metodologica, di riflessione sui modi in cui l’apprendimento si fa, si crea, si produce e viene favorito. Esplorare la bellezza nell’esperienza di apprendimento significa cercare di comprendere come il cambiare, l’imparare, il trasformarsi riguardino i modi in cui il soggetto si impossessa del mondo attraverso il percepire, il sentire e l’emozionarsi. La bellezza, infine, come forma vivente dell’apprendimento, trova una delle sue possibili complessità e possibilità di metodo nel mito. Le auterici Emanuela Mancino insegna presso l’Università degli Studi di Milano-Bicocca. È docente presso la Libera Università dell’Autobiografia di Anghiari. Gian Maria Zapelli, fondatore di HC – Human Connections, è stato partner di Galgano & Associati e senior consultant in ismo.

Perché amiamo scrivere

Filosofia e miti di una passione

di Duccio Demetrio

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 232

Si scrive spesso per necessità e per dovere. A volte lo si fa invece per puro piacere, per l'impulso di addentrarsi nella felicità o nel male di vivere, per fissare ricordi o perché si scopre che scrivere di sé allevia il dolore, rinsalda l'amicizia e dà forza. Le ragioni profonde e poco indagate per cui amiamo scrivere è il tema di questo libro. L'autore passa in rassegna le differenti facce che assume la passione di scrivere quando diventa un'ossessione, quando si impugna una penna o si batte su una tastiera senza altra ambizione che non sia l'incontro con le parti ancora in ombra di noi stessi. L'autore Duccio Demetrio insegna Filosofia dell'educazione all'Università di Milano Bicocca. Nella collana Minima ha pubblicato, tra gli altri, Filosofia del camminare (2005), La vita schiva (2007) e L'interiorità maschile (2010).

Le forme dell'aiuto

Come costruire e sostenere relazioni efficaci

di Edgar H. Schein

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 156

Spesso le nostre offerte di aiuto vengono rifiutate, e reagiamo a volte allo stesso modo quando gli altri cercano di aiutarci. Perché è così difficile dare o ricevere aiuto? Come possiamo rendere più facile l’intero processo? In questo testo fondamentale sul tema, il grande esperto di cultura aziendale e sviluppo organizzativo Edgar Schein analizza le dinamiche sociali e psicologiche comuni a tutti i tipi di relazioni di aiuto, in particolare nell’ambito delle organizzazioni, e illustra ciò che si deve fare perché un’offerta di aiuto sia davvero efficace. LEGGI L'INDICE Edgar M. Schein è stato a lungo professore presso la Sloan School of Management del Massachusetts Institute of Technology. Nelle nostre edizioni ha pubblicato Lezioni di consulenza (1992), Culture d’impresa (2000) e La consulenza di processo (2001).

L'interiorità maschile

Le solitudini degli uomini

di Duccio Demetrio

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 280

In cosa consiste la vita interiore? Ed è davvero destituito di senso il luogo comune secondo cui gli uomini rifuggono ogni confronto con la propria interiorità? Che i maschi, nella grande maggioranza, siano poco disponibili alla riflessività, più protesi verso l’“esterno”, pare incontestabile. Evitano di porsi le domande più ineludibili, di confrontarsi con la sensibilità femminile, che include l’ascolto e la cura, temendo una crisi di immagine o di identità.L’importanza di riscoprire il valore antico della solitudine degli uomini, condizione senza la quale non si educa la propria interiorità, è il tema di questo libro, che suggerisce come perseguire una forma di virilità più problematica e profonda, e al tempo stesso più generosa ed eroica.L'autoreDuccio Demetrio insegna Filosofia dell’educazione all’Università di Milano Bicocca. Nella collana Minima ha pubblicato, tra gli altri, Filosofia del camminare (2005), La vita schiva (2007) e L’educazione non è finita (2009).

Governare l'inatteso

Organizzazioni capaci di affrontare le crisi con successo

di Karl E. Weick, Kathleen M. Sutcliffe

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 208

Alcune organizzazioni, quando affrontano un cambiamento inaspettato, riescono meglio di altre a “governare l’inatteso”. Come mai? Karl Weick e Kathleen Sutcliffe rispondono a questa domanda mostrando come le organizzazioni ad alta affidabilità, per esempio le squadre antincendio o i reparti delle centrali nucleari, rappresentino dei modelli da imitare. Si tratta di realtà organizzative che meglio di altre hanno sviluppato una particolare abilità nell’individuare e correggere gli errori prima che la situazione peggiori ed esploda sotto forma di crisi. Gli autori Karl E. Weick insegna Psicologia del comportamento organizzativo alla Ross School of Business dell’Università del Michigan. Nelle nostre edizioni ha pubblicato Senso e significato dell’organizzazione (1997). Kathleen M. Sutcliffe insegna Gestione d’impresa alla Ross School of Business dell’Università del Michigan.

Sicurezza e organizzazione

Ricerca e formazione per la sostenibilità della vita organizzativa

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 280

Il volume affronta le problematiche organizzative connesse alla sperimentazione di nuove logiche di azione formativa negli ambiti della salute e della sicurezza sul lavoro. Nella prima parte vengono approfondite le cornici teoriche di riferimento, mentre nella seconda alcune esperienze innovative realizzate vengono proposte come repertori di pratica formativa sul campo. Si pone l’accento su una formazione “pertinente”, non scissa da problemi e contesti, che abbia una reale influenza sui processi organizzativi che affronta. Gli autori Cesare Kaneklin insegna Psicosociologia clinica dei gruppi e delle organizzazioni all’Università Cattolica di Milano. Giuseppe Scaratti insegna Psicologia delle relazioni, del lavoro e delle organizzazioni all’Università Cattolica di Milano. Contributi di Giovanna Cangiano, Laura Galuppo, Mara Gorli, Roberta Paleani.

Figure di leader

Le sfide della leadership nei cambiamenti della vita organizzativa

di Manfred Kets de Vries

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 332

Che legame esiste tra la personalità degli individui e il contesto organizzativo in cui lavorano? E in che modo il carattere di chi occupa posizioni di leadership influisce sul funzionamento di un’organizzazione e sul suo successo? Kets de Vries osserva come processi psicologici di base agiscano sulla performance individuale e aziendale e li analizza all’interno dello studio di casi singoli di leader e di organizzazioni. Vengono così presi in esame il narcisismo, alcuni nuovi archetipi di leadership, la collusione disfunzionale tra leader e collaboratori e il ruolo che possono avere i “terapeuti delle organizzazioni” . Manfred F.R. Kets de Vries, uno dei più autorevoli studiosi di psicologia delle organizzazioni, insegna Leadership Development all’Istituto europeo di gestione aziendale (INSEAD) di Fontainbleau. Nelle nostre edizioni ha pubblicato L’organizzazione nevrotica (con D. Miller, 1992) e Leader, giullari e impostori (1998).

Psicologia delle risorse umane

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 388

Dopo Psicologia del lavoro e Psicologia delle organizzazioni, il terzo volume della serie raccoglie i contributi di alcuni dei più autorevoli studiosi italiani sul tema della psicologia delle risorse umane. Vengono analizzati gli aspetti legati alla gestione delle persone nei contesti di lavoro organizzato: dal momento dell’ingresso nell’organizzazione (selezione, orientamento, socializzazione) allo sviluppo nel corso della carriera professionale (valutazione, formazione, empowerment, counselling) alla soluzione dei problemi che caratterizzano oggi il mondo del lavoro (internazionalizzazione, contratto psicologico, riqualificazione). I curatori Piergiorgio Argentero insegna Psicologia del lavoro e delle organizzazioni all’Università di Pavia. Per le nostre edizioni ha curato, con C.G. Cortese e C. Piccardo, Psicologia del lavoro (2008) e Psicologia delle organizzazioni (2009). Claudio G. Cortese insegna Psicologia del lavoro e delle organizzazioni all’Università di Torino. Nelle nostre edizioni ha pubblicato Gioco di squadra (con G.P. Quaglino, 2003), Motivare (2005), La selezione del personale  (2008). Claudia Piccardo insegna Psicologia del lavoro e delle organizzazioni all’Università di Torino. Nelle nostre edizioni ha pubblicato, tra gli altri, Scene di leadership  (con G.P. Quaglino, 2006), L’organizzazione in scena (con F. Pellicoro, 2008).

La ricerca-azione

Cambiare per conoscere nei contesti organizzativi

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 412

Postfazione di Dario Romano Il volume, esito di un lavoro condotto da un gruppo di studiosi appartenenti a diverse università italiane, esplora le differenti implicazioni connesse al fare ricerca, a partire dai problemi generati dai contesti organizzativi e in funzione di un possibile cambiamento per le persone coinvolte. Nella prima parte si affrontano le questioni inerenti ai riferimenti teorici, ripercorrendo le origini e lo sviluppo della ricerca-azione in ambito organizzativo, nella seconda si delineano le dimensioni metodologiche, dalla regolazione del setting fino alla valutazione degli esiti della ricerca-azione. I curatori Cesare Kaneklin insegna Psicosociologia clinica dei gruppi e delle organizzazioni all’Università Cattolica di Milano. Claudia Piccardo insegna Psicologia del lavoro e delle organizzazioni all’Università di Torino. Giuseppe Scaratti insegna Psicologia delle relazioni, del lavoro e delle organizzazioni all’Università Cattolica di Milano.

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.