Il tuo browser non supporta JavaScript!

Attenzione, controllare i dati.

Media e Nuove Tecnologie

Internet ci rende stupidi?

Come la Rete sta cambiando il nostro cervello

di Nicholas Carr

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 318

Mentre usiamo a piene mani i vantaggi della Rete, stiamo forse sacrificando la nostra capacità di pensare in modo approfondito? Il lettore troverà qui una delle più avvincenti spiegazioni delle conseguenze intellettuali di Internet che siano mai state pubblicate. Il nostro cervello cambia in risposta alle nostre esperienze: mentre un libro incoraggia il pensiero profondo e creativo, Internet favorisce l’assaggio rapido e distratto di piccoli frammenti di informazione tratti dalle fonti più disparate. La Rete ci sta riprogrammando a sua immagine e somiglianza? L'autore Nicholas Carr scrive per il New York Times, New Republic, Wired e altre riviste. In italiano ha pubblicato Il lato oscuro della rete (Electa, 2008).

Perché la rete ci rende intelligenti

di Howard Rheingold

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 416

Che siate entusiasti delle straordinarie potenzialità della rete o angosciati per le dimensioni della vostra casella di posta elettronica, le considerazioni di Howard Rheingold su come imparare il nuovo alfabeto digitale meritano la vostra attenzione. Le competenze essenziali che l’autore descrive non solo vi serviranno per non farvi sommergere dal diluvio di informazioni ma vi aiuteranno a sviluppare tutto il potenziale dell’intelligenza collettiva in rete. Nell’alfabetizzazione digitale sono in gioco conseguenze sociali e personali assai più rilevanti che non il semplice arricchimento individuale. Mettendo insieme i singoli sforzi, è possibile costruire una società più seria, attenta e responsabile: innumerevoli piccoli gesti, come pubblicare una pagina Web o condividere un link, se uniti fra loro, possono tradursi in un patrimonio di beni comuni che migliora tutti. Usare il Web consapevolmente può renderci davvero più intelligenti, come dimostra questo libro, scritto nello stile notoriamente brillante di Rheingold.   Edizione italiana a cura di Stefania Garassini L'autore Howard Rheingold è uno dei più eclettici studiosi dell’impatto sociale delle nuove tecnologie. In questa collana ha pubblicato Smart mobs. Tecnologie senza fili, la rivoluzione sociale prossima ventura (2003).    

Come un videogioco

Insegnare e apprendere nella scuola digitale

di James P. Gee

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 214

Un autorevole studioso mostra gli effetti benefici dei videogiochi sull’apprendimento Come un videogioco è la traduzione italiana di un classico della letteratura educativa, in cui uno dei più insigni linguisti americani propone una provocatoria analisi degli effetti positivi dei videogiochi sull’apprendimento. Gee considera il videogioco il banco di prova delle nuove teorie dello sviluppo cognitivo: studiando come funziona si comprende come gli individui valutino e seguano un comando, assumano ruoli, percepiscano il mondo. Nel dibattito attuale sull’introduzione della tecnologia nella scuola, il volume indica nel videogioco un esempio di come uno strumento didattico debba essere progettato per produrre apprendimenti efficaci. L’approccio di Gee al videogioco è originale nella misura in cui sposta l’attenzione dalla tecnologia al linguaggio, identificando l’aspetto interessante del videogioco non tanto nel dispositivo (lo schermo, la grafica, il joystick o gli altri strumenti di interfaccia), quanto piuttosto nel sistema di comunicazione. Gee lo studia per comprendere quali siano gli elementi grazie ai quali il giocatore apprende in maniera efficace, spontanea, motivata, applicandosi per ore, provando e riprovando fino a quando non trova una soluzione: esattamente quello che si auspica facciano gli studenti a scuola. L'autore James Paul Gee, fra i più insigni linguisti statunitensi, insegna Literary Studies alla Arizona State University. Svolge attività di ricerca presso il Games, Learning, and Society Group della University of Wisconsin-Madison ed è membro della National Academy of Education. Recentemente ha pubblicato (con Elisabeth Hayes) Language and Learning in the Digital Age (2011).

Neurodidattica

Insegnare al cervello che apprende

di P. Cesare Rivoltella

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 184

Che cosa hanno da suggerire le neuroscienze cognitive a chi si occupa di didattica? Quali indicazioni forniscono allo studioso e all’insegnante per la comprensione dell’apprendimento e del modo per renderlo più efficace? Il volume risponde a queste domande attraverso un percorso che individua i principali ambiti di indagine della neurodidattica: i processi attraverso cui conosciamo (memoria, emozioni, attenzione, motivazione), il cervello visivo (la funzione dell’immagine per l’apprendimento), i neuroni specchio, il rapporto tra tecnologie della conoscenza e plasticità cerebrale. L'autore Pier Cesare Rivoltella insegna Didattica e Tecnologie dell’istruzione all’Università Cattolica di Milano, dove dirige il Centro di ricerca sull’educazione ai media, all’informazione e alla tecnologia.

Internet ci rende stupidi?

Come la Rete sta cambiando il nostro cervello

di Nicholas Carr

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 318

Mentre usiamo a piene mani i vantaggi della Rete, stiamo forse sacrificando la nostra capacità di pensare in modo approfondito? Il lettore troverà qui una delle più avvincenti spiegazioni delle conseguenze intellettuali di Internet che siano mai state pubblicate. Il nostro cervello cambia in risposta alle nostre esperienze: mentre un libro incoraggia il pensiero profondo e creativo, Internet favorisce l’assaggio rapido e distratto di piccoli frammenti di informazione tratti dalle fonti più disparate. La Rete ci sta riprogrammando a sua immagine e somiglianza? L'autore Nicholas Carr scrive per il New York Times, New Republic, Wired e altre riviste. In italiano ha pubblicato Il lato oscuro della rete (Electa, 2008).

I bambini e la tv

di Dafna Lemish

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 286

Anche se in casa non manca un computer, i bambini passano tuttora più tempo davanti alla tv che davanti ad altri schermi o in qualsiasi altra attività ricreativa. Una sciagura? Sugli effetti della violenza in tv, sulla diffusione di comportamenti stereotipati e, in genere, sul ruolo della televisione nella vita dei bambini riflette questo libro, esaminando i problemi più importanti che in questo ambito devono affrontare genitori ed educatori. L'autore Dafna Lemish insegna al dipartimento di Comunicazione dell’Università di Tel Aviv.

Cybersoviet

Utopie postdemocratiche e nuovi media

di Carlo Formenti

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 304

La rivoluzione digitale non cessa di alimentare profezie sul futuro della politica. È in atto una mutazione di civiltà per cui le organizzazioni gerarchiche che hanno dominato le moderne società industriali stanno lasciando il posto a organizzazioni a rete (network) decentrate e orizzontali, analoghe agli organismi di democrazia diretta della Russia rivoluzionaria (i Soviet). Ma il sogno di un Web che si autogoverna rischia di sortire un esito imprevisto: a schiacciare i “cybersoviet”, questa volta, non saranno le baionette bolsceviche ma il trionfo di un capitalismo rampante, ben incarnato oggi da Google. L'autore Carlo Formenti insegna Teoria e tecnica dei nuovi media all’Università del Salento. Tra le sue pubblicazioni Mercanti di futuro (Einaudi 2002) e, nelle nostre edizioni, Incantati dalla rete (2000).

Ti racconto un film

Per spettatori innamorati e aspiranti critici

di Roberto Escobar, Emilio Cozzi

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 228

Che cosa cerchiamo in una sala cinematografica? Cerchiamo storie, e l’incanto colorato delle loro bugie. Poi ne rinnoviamo il piacere parlandone. Tutti noi facciamo un mestiere, quello del critico, che non è il nostro ma che ci sentiamo pienamente autorizzati a esercitare. Ma che mestiere è quello del critico? E se siamo interessati a praticarlo, su quali capacità dobbiamo far conto? Dobbiamo innanzitutto saper essere ottimi spettatori. E poi, oltre a quella del cinema, dobbiamo avere la passione della scrittura. Di queste due passioni parla Ti racconto un film, e di come l’una arricchisca l’altra. Gli autori Roberto Escobar è il critico cinematografico del “Sole 24 Ore” e insegna Filosofia politica all’Università Statale di Milano. Nelle nostre edizioni ha pubblicato Dizionario dei grandi film (con L. Paini, 1999). Emilio Cozzi, giornalista, collabora a “Cineforum”, “Vogue” e “Rolling Stone”, riviste per cui si occupa di cinema e musica.

Ofelia e Parsifal

Modelli e differenze di genere nel mondo dei media

di Giorgio Grossi, Elisabetta Ruspini

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 212

Ognuno di noi – maschio, femmina, gay, lesbica, bisessuale, transgender, transessuale – si confronta quotidianamente con le immagini e le rappresentazioni mediatiche della propria identità di genere. La “seconda modernità” passa anche e soprattutto da qui, dal conflitto tra diversi “sguardi di genere” nel mondo dei media. Ofelia e Parsifal – la prima rassegna sistematica, in Italia, di studi sul rapporto tra genere e media – offre una fenomenologia articolata di questo importante terreno di analisi del mutamento sociale. I curatori Giorgio Grossi insegna Sociologia della comunicazione presso l’Università degli Studi di Milano-Bicocca. Elisabetta Ruspini insegna Sociologia e Metodologia della ricerca sociale presso l’Università degli Studi di Milano-Bicocca.

Google e gli altri

Come hanno trasformato la nostra cultura e riscritto le regole del business

di John Battelle

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 396

Esistere oggi significa essere nell’indice di Google. La ricerca on-line si è infatti trasformata in qualcosa di diverso da un semplice servizio. È una nuova modalità con cui ci rapportiamo alla conoscenza, è la forma mentis dell’uomo contemporaneo. Questa è la storia di Google, rivoluzionario motore di ricerca sia per la tecnologia che ne costituisce la base sia per la straordinaria fortuna di un’azienda la cui notorietà è pari oggi a quella delle grandi multinazionali americane. Ma è anche la storia degli altri motori di ricerca, da Yahoo ad AltaVista, e degli effetti sulla nostra vita e sul mondo del business di uno dei fenomeni più stimolanti del nostro tempo. L’autore John Battelle è stato tra i fondatori di Wired, autentica Bibbia della cultura digitale americana, e di The Industry Standard, uno dei primi periodici a tracciare i contorni della New Economy.

Smart mobs

Tecnologie senza fili, la rivoluzione sociale prossima ventura

di Howard Rheingold

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 384

Da sempre la tecnologia ha distrutto vecchie alleanze per crearne delle nuove. Così è stato anche per l’accoppiamento tra informatica e telematica. È già in corso la rivoluzione sociale che questo accoppiamento ha prodotto e che forse costituirà l’evento più rilevante del nuovo millennio. Rheingold non solo ricostruisce questo nuovo rinascimento delle tecniche di comunicazione ma individua i rischi di “anime colonizzate” dall’invadenza dei nuovi media. In gioco è la possibilità di andare oltre la “folla solitaria” per avere nuove moltitudini a un tempo accorte, agili, connesse, le “smart mobs” cui allude il titolo, capaci di andare oltre massificazione e isolamento per una maggiore cooperazione tra esseri umani. L’autore Howard Rheingold è uno dei più eclettici studiosi dell’impatto sociale delle nuove tecnologie. È stato tra i fondatori di HotWired, la pubblicazione on line lanciata da Wired. In Italia è noto per "La realtà virtuale" (Baskerville, 1993) e "Comunità virtuali" (Sperling, 1994).

SMS

Straordinaria fortuna di un uso improprio del telefono

di Franco Del Corno, Gianluigi Mansi

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 96

Secondo il comico Enrico Bertolino, SMS vuol dire Solo Messaggi Stupidi. Qualcun altro opta, più maliziosamente, per Se Mamma Sapesse o Scrivi Maledetta Stronza. Qualunque significato vogliamo attribuire all’acronimo, non dobbiamo dimenticare che il fenomeno è esplosivo: il 3 maggio 2001, a Hannover, ha avuto luogo la prima messa via SMS. È utile anche sapere che, per innamorati pigri, esiste un sito (www.smslove.com) con “le più belle frasi d’amore” già pronte per la spedizione. Sono molte le notizie curiose che troverete in questo libro, una sorta di vademecum sui desideri e le paure che spingono a digitare sulla tastiera, una guida sulle forme – divertenti, creative, insolite – che può assumere il modo di comunicazione più “a la page”. Gli autori Franco Del Corno, psicologo e psicoterapeuta, vive e lavora a Milano. Gianluigi Mansi, psichiatra e psicoterapeuta, vive e lavora a Milano.

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.