Il tuo browser non supporta JavaScript!

Attenzione, controllare i dati.

Pedagogia

Antropologia e infanzia

Sviluppo, cura, educazione: studi classici e contemporanei

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 550

Edizione italiana a cura di Chiara Bove Prefazione di Susanna Mantovani Una raccolta di saggi di autori importanti (tra gli altri, M. Mead, B. Malinowski, R. Benedict, E. Tronick, B. Rogoff) sull’infanzia in diversi contesti culturali – tra le popolazioni di cacciatori-raccoglitori e tra quelle agricole o industriali del Pacifico, dell’Africa, dell’America Latina, dell’Asia Orientale, dell’Europa e del Nord America – dai quali emergono prospettive teoriche utili per la ricerca sullo sviluppo, la cura e l’educazione dei bambini. Il testo è caratterizzato da un taglio originale e interdisciplinare che mette a disposizione di lettori con interessi antropologici, psicologici ed educativi ricerche e approcci metodologici diversi e complementari e consente di ricostruire un quadro coerente e culturalmente situato dello sviluppo infantile. I curatori Robert LeVine è professore emerito di Pedagogia e Antropologia alla Harvard University. Rebecca S. New è professore associato di Pedagogia presso il Frank Porter Graham Child Development Institute dell’University of North Carolina-Chapel Hill.

Videoricerca nei contesti di apprendimento

Teorie e metodi

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 446

Prefazione di Chiara Bove Il volume presenta un’analisi aggiornata ed esauriente dei principali progressi teorici e metodologici che riguardano l’uso di video digitali nei contesti dell’apprendimento, dell’insegnamento e dei processi educativi. Obiettivo degli autori, un gruppo di studiosi che nel lavoro di ricerca si avvale delle videoregistrazioni, è contribuire allo sviluppo di una cultura del video e alla progettazione di corrispondenti tecnologie di supporto. I curatori Ricki Goldman lavora all’Università di New York. Roy Pea insegna all’Università di Stanford. Brigid Barron lavora all’Università di Stanford. Sharon J. Derry insegna all’Università del Wisconsin-Madison.

Il diciottesimo cammello

Cornici sistemiche per il counselling

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 232

Il counselling è un tipo di intervento che, attraverso la costruzione di una relazione professionale fondata sull’ascolto, aiuta a sviluppare soluzioni efficaci ai problemi esistenti (così come il diciottesimo cammello di una nota storiella permette di sciogliere un nodo che pareva inestricabile). Il testo raccoglie scritti di autori diversi (psicologi, pedagogisti, psichiatri…) che, seguendo il modello sistemico, delineano una cornice teorico-pratica trasversale a differenti discipline, con l’intento di fornire agli allievi delle scuole e dei corsi di formazione una base per l’apprendimento. I curatori Laura Formenti insegna Psicologia della relazione educativa all’Università di Milano Bicocca. Nelle nostre edizioni ha pubblicato Quella volta che ho imparato (con I. Gamelli, 1998). Antonio Caruso, psicologo e psicoterapeuta, ha fondato e dirige il centro Panta Rei di Milano, che organizza corsi di formazione. Daniela Gini, psicologa e psicoterapeuta, svolge attività di formazione e consulenza presso molti enti, tra cui il Sistema Counselling di Milano.

I bambini e la tv

di Dafna Lemish

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 286

Anche se in casa non manca un computer, i bambini passano tuttora più tempo davanti alla tv che davanti ad altri schermi o in qualsiasi altra attività ricreativa. Una sciagura? Sugli effetti della violenza in tv, sulla diffusione di comportamenti stereotipati e, in genere, sul ruolo della televisione nella vita dei bambini riflette questo libro, esaminando i problemi più importanti che in questo ambito devono affrontare genitori ed educatori. L'autore Dafna Lemish insegna al dipartimento di Comunicazione dell’Università di Tel Aviv.

L'immaginazione nel bambino

di Paul L. Harris

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 326

Edizione italiana a cura di Ottavia Albanese Secondo una lunga tradizione intellettuale, la vita immaginativa nella prima infanzia sarebbe primitiva e disorganizzata. Paul Harris si schiera contro questa tradizione, mostrando come la capacità di immaginare possibilità diverse dal reale contribuisca allo sviluppo cognitivo ed emotivo del bambino. Un contributo di grande interesse per comprendere come il reale, l’immaginario e il magico si intreccino strettamente a costituire la natura stessa della cognizione umana. L'autore Paul Harris insegna Pedagogia all’Università di Harvard. Nelle nostre edizioni ha pubblicato Il bambino e le emozioni (2000).

Medical humanities e medicina narrativa

Nuove prospettive nella formazione dei professionisti della cura

di Lucia Zannini

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 280

La medicina narrativa valorizza la storia del paziente, che diventa un fondamentale strumento di conoscenza della malattia, essenziale per costruire un efficace progetto terapeutico. Questo obiettivo richiede ai professionisti della cura nuove competenze di tipo narrativo. Come acquisirle? Attraverso le medical humanities, cioè mediante una formazione basata sulle storie, sia di finzione (romanzi, film) che non (racconti autobiografici). Il volume dedica ampio spazio a questo secondo tipo di storie, offrendo strumenti concreti che aiuteranno gli operatori a far entrare la medicina narrativa nella pratica clinica quotidiana. L'autrice Lucia Zannini insegna Pedagogia presso la facoltà di Medicina e chirurgia dell’Università degli Studi di Milano.

Quando insegnare non è più un piacere

La scuola difficile, proposte per insegnanti e formatori

di Giorgio Blandino

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 280

Perdita di prestigio del proprio ruolo, classi difficili da governare, alunni violenti e allo sbando, genitori sempre dalla parte dei propri figli… Le difficoltà e i conflitti degli insegnanti hanno molte ragioni, ma questo libro invita a considerarli in modo nuovo, riscoprendo il piacere dell’insegnamento non come trasmissione meccanica di un sapere ma come funzione psicologica fondamentale per la vita mentale degli allievi. L’autore Giorgio Blandino insegna Psicologia dinamica all’Università di Torino. Nelle nostre edizioni ha pubblicato, tra gli altri, La disponibilità ad apprendere (con B Granieri, 1995).

La scrittura clinica

Consulenza autobiografica e fragilità esistenziali

di Duccio Demetrio

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 486

Per chiunque abbia compiti professionali di cura, il volume rappresenta il primo contributo edito in Italia volto a mostrare quanto lo scrivere di sé aiuti le persone a superare le difficoltà senza smarrire se stesse. Promuovendo il pensiero e la creatività individuali, la scrittura autobiografica si sta sempre più rivelando una pratica di cura efficace per attenuare la sofferenza di persone affette da patologie psichiatriche. Il testo è però dedicato soprattutto a chi, non affetto da patologie conclamate, attraversi momenti difficili della propria vita: lutti, malattie, passaggi d’età, stati depressivi temporanei. L'autore Duccio Demetrio insegna Filosofia dell’educazione all’Università di Milano Bicocca. Nelle nostre edizioni ha pubblicato, tra gli altri, Raccontarsi (1996) e Autoanalisi per non pazienti (2003).

A scuola di libertà

Formazione e pensiero autonomo

di Luigina Mortari

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 142

La mancanza di pensiero, la ripetizione di verità diventate vuote e trite sembrano tra le principali caratteristiche del nostro tempo. Quello che l’autrice propone perciò è molto semplice: insegnare a pensare a ciò che facciamo. Una civiltà che ha cura di sé, e dunque tiene in massimo conto il valore della libertà, non può non dedicare risorse alla formazione di un pensiero autonomo. Per questo vanno organizzati adeguati contesti di apprendimento, che facciano acquisire pratica del come pensare senza prescrivere che cosa si debba pensare né quali verità debbano essere credute. L’autrice Luigina Mortari insegna Pedagogia all’Università di Verona.

La vita schiva

Il sentimento e le virtù della timidezza

di Duccio Demetrio

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 270

La timidezza oggi non è di moda. L’essere timidi è ritenuto spesso uno svantaggio, persino una malattia, una paura di vivere, un sottrarsi alle competizioni. L’aggressività, il farsi largo non le appartengono, non contraddistinguono l’uomo e la donna sempre un po’ in disparte, il cui ritrarsi è indizio di pacatezza e riserbo. Questo libro controcorrente non vuole dare consigli per superare un tratto così intensamente umano. Sta invece dalla parte di chi ancora arrossisce, e considera la timidezza una sensibilità da valorizzare, un intreccio di virtù – saper tacere, essere discreti… – che si traducono in un modo più luminoso di stare al mondo. L'autore Duccio Demetrio insegna Filosofia dell’educazione all’Università di Milano Bicocca. Nella collana “Minima” ha pubblicato con grande successo Raccontarsi (1996), Elogio dell’immaturità (1998), Autoanalisi per non pazienti (2003) e Filosofia del camminare (2005).

Straniero in classe

Una pedagogia dell'ospitalità

di Davide Zoletto

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 184

La capacità di accoglienza degli allievi stranieri sta diventando uno degli indicatori di qualità delle scuole italiane. La proposta del libro è che l’ospitalità possa diventare qualcosa di più che la semplice risposta ai bisogni degli “stranieri in classe”. Vengono presentate le varie fasi di un protocollo di accoglienza – prima conoscenza, inserimento, rapporti con il territorio – e per ciascuna di esse vengono suggeriti materiali utili per la progettazione. In una scuola in cui tutti, insegnanti e allievi, stranieri e italiani, si scoprono a un tempo ospitanti e ospitati, l’ospitalità può diventare una dimensione che caratterizza tutta la quotidianità della vita scolastica. L'autore Davide Zoletto insegna Pedagogia generale all’Università di Udine.

Straniero in classe

Una pedagogia dell'ospitalità

di Davide Zoletto

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 184

La capacità di accoglienza degli allievi stranieri sta diventando uno degli indicatori di qualità delle scuole italiane. La proposta del libro è che l’ospitalità possa diventare qualcosa di più che la semplice risposta ai bisogni degli “stranieri in classe”. Vengono presentate le varie fasi di un protocollo di accoglienza – prima conoscenza, inserimento, rapporti con il territorio – e per ciascuna di esse vengono suggeriti materiali utili per la progettazione. In una scuola in cui tutti, insegnanti e allievi, stranieri e italiani, si scoprono a un tempo ospitanti e ospitati, l’ospitalità può diventare una dimensione che caratterizza tutta la quotidianità della vita scolastica. L'autore Davide Zoletto insegna Pedagogia generale all’Università di Udine.

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.