Il tuo browser non supporta JavaScript!

Attenzione, controllare i dati.

Politica

Di nessuna chiesa

La libertà del laico

di Giulio Giorello

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 80

Uno spettro si aggira per l'Europa: il relativismo, cioè il dogma che non c'è nessun dogma. Chierici e laici hanno stretto una santa alleanza in nome dei nostri valori e delle nostre radici. Forse non sanno che dietro quel fantasma ci sono il corpo dell'individuo, la libertà della ricerca, le garanzie dei diritti e la stessa genuinità della fede. Tutto cancellato, se vince il progetto dei teo-con? Affatto, se il laico ha non solo la volontà di reagire ma anche la forza di attaccare. Non questa o quella chiesa, ma la "presunzione di infallibilità" che può viziare qualsiasi istituzione o comunità, compresa quella degli anticlericali. Essere laico vuol dire non solo esercitare l'arte del sospetto ma anche agire per una solidarietà che non ha bisogno di un fondamento religioso. L'autore Giulio Giorello, titolare della cattedra di Filosofia della scienza all'Università degli Studi di Milano, è uno dei più noti intellettuali italiani. Nelle nostre edizioni ha già pubblicato "Prometeo, Ulisse, Gilgameš" (2004)

Di nessuna chiesa

La libertà del laico

di Giulio Giorello

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 80

Uno spettro si aggira per l'Europa: il relativismo, cioè il dogma che non c'è nessun dogma. Chierici e laici hanno stretto una santa alleanza in nome dei nostri valori e delle nostre radici. Forse non sanno che dietro quel fantasma ci sono il corpo dell'individuo, la libertà della ricerca, le garanzie dei diritti e la stessa genuinità della fede. Tutto cancellato, se vince il progetto dei teo-con? Affatto, se il laico ha non solo la volontà di reagire ma anche la forza di attaccare. Non questa o quella chiesa, ma la "presunzione di infallibilità" che può viziare qualsiasi istituzione o comunità, compresa quella degli anticlericali. Essere laico vuol dire non solo esercitare l'arte del sospetto ma anche agire per una solidarietà che non ha bisogno di un fondamento religioso. L'autore Giulio Giorello, titolare della cattedra di Filosofia della scienza all'Università degli Studi di Milano, è uno dei più noti intellettuali italiani. Nelle nostre edizioni ha già pubblicato "Prometeo, Ulisse, Gilgameš" (2004)

Iraq

di Slavoj Zizek

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 184

Di fronte alla crisi globale innescata dalla guerra in Iraq e dalle altre “spedizioni punitive” degli USA nel mondo, chi è stanco della retorica circa l’esportazione della democrazia, del pacifismo impotente, della solidarietà a buon mercato con il popolo iracheno trova nell’analisi di Žižek una chiave di lettura inedita. Nel suo classico stile, Žižek non risparmia niente e nessuno e non esita a servirsi della critica del linguaggio come del cinema e della psicoanalisi. L’autore Slavoj Žižek, forse il più originale tra i pensatori viventi, insegna presso l’istituto di Sociologia dell’Università di Lubiana. Nelle nostre edizioni ha già pubblicato “Il godimento come fattore politico” (2001) e “Il soggetto scabroso” (2003).

Città panico

di Paul Virilio

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 130

New York dopo la caduta del World Trade Center, Bagdad dopo quella di Saddam Hussein, Gerusalemme con il suo “muro di sicurezza”: città panico che, più di ogni teoria, evidenziano il fatto che la vera catastrofe della modernità è la metropoli, divenuta progressivamente il luogo della guerra contemporanea. Dobbiamo essere in stato di allerta permanente, ammonisce Virilio, per un incidente sempre possibile, sempre annunciato e sempre rinviato. Avremo bisogno di un ministero della Paura per amministrare città in cui si è concentrata la ricchezza ma anche la fragilità del progresso?  

Islam ed Europa

di Jack Goody

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 204

Non è forse il terrorismo islamico il nuovo spettro che si aggira per le nostre città? Ma che cosa sappiamo davvero dell’Islam e del suo ruolo nel passato e nel presente dell’Europa, all’epoca dell’attacco alle Torri gemelle di New York? Seguendo i movimenti di persone, culture e religioni da Oriente verso Occidente, Goody manda in pezzi l’idea di un’opposizione tra Islam ed Europa ed elabora riflessioni profonde e illuminanti su questioni politiche e conflitti di grande attualità. L’autore Jack Goody è professore emerito di Antropologia sociale presso l’Università di Cambridge. Tra i suoi molti volumi, “La famiglia nella storia europea” (Laterza, 2000), “L’ambivalenza della rappresentazione” (Feltrinelli 2000), “Il potere della tradizione scritta” (Bollati Boringhieri, 2002).

Power Inferno

Requiem per le Twin TowersIpotesi sul terrorismoLa violenza del globale

di Jean Baudrillard

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 72

Contro le interpretazioni correnti dell'11 settembre, quelle che parlano di "scontro di civiltà", ma anche rispondendo alle letture "revisioniste" (le Torri sono crollate per un complotto interno della CIA), Baudrillard, sulla scia di Lo spirito del terrorismo, riconsidera il fenomeno all'interno del Nuovo Ordine Globale. La potenza "simbolica" dell'attacco alle Twin Towers è moltiplicata dalla disperazione: quella dei dannati della Terra ma anche quella suscitata nel cuore stesso dell'Impero dalla sottomissione a una tecnologia integrale, a una realtà virtuale schiacciante. In questo senso il terrorismo "è il verdetto e la condanna che la nostra società pronuncia su se stessa". L'autore Jean Baudrillard, filosofo e sociologo, è uno dei protagonisti della cultura contemporanea. Tra le sue opere tradotte in italiano, "Il sistema degli oggetti" (Bompiani 1972), "Lo scambio simbolico e la morte" (Feltrinelli 1984) e, per le nostre edizioni, "Il delitto perfetto" (1996) e "Lo spirito del terrorismo" (2002).

Educazione e politica

Postfazione di Romano Prodi

di Piero Bertolini

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 184

Esiste una relazione molto stretta tra la politica e l’educazione. Se ne devono riconoscere le caratteristiche fondamentali, che non si identificano certo con la tendenza a ridurre l’educazione a strumento di potere. La politica non può non fare i conti con gli ideali formativi espressi dalla riflessione pedagogica e l’educazione non può perdersi in discorsi astratti o sterilmente moralistici disinteressandosi delle dinamiche politiche. Ciò che secondo l’autore, illustre pedagogista, occorre recuperare è il senso originario sia dell’istanza politica sia di quella educativa. L’autore Piero Bertolini insegna Pedagogia all’Università di Bologna. Ha pubblicato più di trenta volumi, che testimoniano il suo interesse sia per la dimensione teorica della pedagogia sia l’impegno diretto nella prassi educativa.

Il soggetto scabroso

Trattato di ontologia politica

di Slavoj Zizek

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 528

È questa l’opera principale del filosofo e psicoanalista sloveno Slavoj Zizek, i cui saggi, tradotti e pubblicati in tutto il mondo, ne fanno una delle figure di spicco nel panorama culturale odierno. Mettendo insieme l’idealismo tedesco e Hitchcock, la psicoanalisi lacaniana e i romanzi gialli, Zizek delinea quelli che potrebbero essere i possibili scenari futuri per l’essere umano, alle prese con la continua messa in discussione della propria identità e individualità. "Il soggetto scabroso" si rivela uno strumento molto utile per chiunque, specialista e non, voglia comprendere le conclusioni a cui è giunto il dibattito contemporaneo sul fondamentale problema della soggettività nei suoi risvolti teoretici, politici e sociali. L’autore Slavoj Zizek insegna all’Istituto di Sociologia di Lubiana e collabora come visiting professor con numerose università europee e statunitensi. Tra i suoi libri tradotti in italiano "Il Grande Altro" (Feltrinelli, 1999) e "Il godimento come fattore politico" (Raffaello Cortina, 2001).

Guide

Cinque lezioni su “Impero” e dintorni

di Antonio Negri

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 240

Antonio Negri sviluppa in queste pagine i punti fondamentali della ricerca che ha condotto a "Impero", il testo di successo planetario grazie al quale ha rioccupato prepotentemente la scena culturale mondiale. Tra filosofia e storia, sociologia e politica (con la definizione del concetto di "moltitudine", un'intelligenza politica del tutto nuova che si configura come l'interfaccia della globalizzazione), si snoda una profonda riflessione teorica che è al tempo stesso analisi del presente e utopia rivolta al futuro. L'autore Antonio Negri ha insegnato Scienze politiche alle Università di Padova e Parigi VIII e al Collège international de philosophie.

Stati canaglia

di Jacques Derrida

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 232

Esistono “stati canaglia”? Se la ragione del più forte è sempre la migliore, se l’abuso di potere è costitutivo della sovranità stessa, allora esistono solo stati canaglia: dove c’è sovranità, anche democratica, c’è uno stato canaglia, e ogni democrazia è assillata dal fantasma di una canagliocrazia. Muovendo dal problema della sovranità, dal ruolo attuale degli Stati Uniti e dagli sconvolgimenti causati dalla globalizzazione, Jacques Derrida si chiede cosa diventino i concetti di “ragione” e di “democrazia”, come anche quelli di “politica”, di “guerra” e di “terrorismo”, allorché il vecchio mito della sovranità statale perde la propria credibilità.

L'università senza condizione

di Jacques Derrida, P. Aldo Rovatti

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 120

Un singolare volume sul destino delle nostre università in un momento in cui l'idea di università appare snaturata. Il nucleo insopprimibile di questa idea è per Derrida l'"incondizionatezza", la libertà intrinseca alla professione dell'insegnare. Rovatti è d'accordo ma a condizione di guardare con attenzione a quel che accade in casa nostra, dove il fantasma dell'azienda sembra restringere gli spazi e togliere slancio all'università stessa.

Lo spirito del terrorismo

di Jean Baudrillard

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 56

Di eventi simbolici di portata mondiale non ne abbiamo avuti nell'ultimo decennio, fino all'11 settembre. Con gli attentati di New York, osserva Baudrillard, forse il più acuto interprete della realtà contemporanea, ci troviamo di fronte all'evento assoluto, l'evento puro che concentra in sé tutti quelli che non hanno mai avuto luogo. Si potrebbe dire che la realtà è gelosa della finzione, che il reale è geloso dell'immagine. È una specie di duello, a chi sarà il più imprevedibile. Che noi abbiamo sognato questo evento, dato che non si può non sognare la distruzione di una potenza divenuta egemone, è inaccettabile per la coscienza morale dell'Occidente, ma è tuttavia un fatto, che si misura appunto dalla violenza patetica dei discorsi che vogliono negarlo. L'autore Jean Baudrillard, filosofo e sociologo, è uno dei protagonisti della cultura contemporanea. Tra le sue opere tradotte in italiano, "Il sistema degli oggetti" (Bompiani 1972), "Lo scambio simbolico e la morte" (Feltrinelli 1984) e, per le nostre edizioni, "Il delitto perfetto" (1996).

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.