Il tuo browser non supporta JavaScript!

Attenzione, controllare i dati.

Psichiatria

Manuale di psichiatria territoriale

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 584

Sono trascorsi venti anni dalla promulgazione della Legge 180 e dall’inizio della “riforma psichiatrica” nel nostro paese e questo periodo si è caratterizzato per la sperimentazione appassionata e per la realizzazione concreta di quella “psichiatria senza manicomi”, nella quale tanti hanno creduto e continuano a credere. L’esigenza di ridefinire gli interventi della psichiatria territoriale, determinata dalla aziendalizzazione della sanità italiana e dalla introduzione di nuovi saperi, come una più avanzata organizzazione delle risorse umane, la ricerca della qualità, la valutazione economica, la messa a fuoco di un’etica centrata sui bisogni del “cliente”, hanno reso necessario per la psichiatria italiana un confronto più serrato con la “community psychiatry” europea e statunitense. Questo manuale rappresenta un indispensabile strumento di confronto e una preziosa guida per tutti coloro che si accingono all’impresa di operare una “nuova riforma” per l’assistenza psichiatrica nel nostro paese. . -   I curatori Jerome V. Vaccaro è direttore medico del PacifiCare Behavioral Health di Los Angeles e professore associato di Psichiatria presso l’Università di Los Angeles, California (UCLA), ove ha svolto il ruolo di direttore del dipartimento di Psichiatria territoriale fino al 1996. Dal 1999 sarà presidente dell’American Managed Behavioral Health Care . Gordon H. Clark Jr. è direttore medico dell’Integrated Behavioral Health Services di Portland, Maine, responsabile del Behavioral Health Network dello stato del Maine e direttore del Maine Department of Mental Health and Mental Retardation. È professore associato di Psichiatria presso l’Università di Pittsburgh, presidente fondatore della American Association of Community Psychiatrists e membro dell’American Psychiatric Association. Mariano Bassi è primario psichiatra presso il dipartimento di Salute mentale dell’Azienda USL di Parma e vicepresidente della Società italiana di psichiatria.

La perdita dell'evidenza naturale

Un contributo alla psicopatologia delle schizofrenie pauci-sintomatiche

di Wolfgang Blankenburg

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 216

Nella letteratura psichiatrica compaiono a volte opere geniali che vanno al di là del circuito delle conoscenze specialistiche e che dalla patologia traggono gli elementi di studio per allargare l’orizzonte verso la condizione umana nel suo legame con il mondo. Fanno cioè della psicopatologia fenomenologica una strada maestra verso lo studio dell’uomo. È questo il senso dell’opera di Blankenburg, un maestro della psichiatria contemporanea, per la prima volta proposta in lingua italiana. Un’opera che esamina la carenza o la perdita, nell’angosciosa perplessità psicotica, di quella condizione di base che è per tutti noi l’ovvietà dell’“evidenza del mondo”, e che proprio quando vien meno mostra il suo ruolo fondamentale nel nostro esistere. -   L'autore Wolfgang Blankenburg nasce a Brema nel 1928. Studia filosofia (sotto la guida di Heidegger, Szilasi e Fink) e medicina a Friburgo. Dal 1975 al 1979 è direttore sanitario della Clinica psichiatrica di Brema. Nel 1979 diviene docente presso la cattedra di Psichiatria dell’Università di Marburg. Dall’ottobre 1993 è professore emerito.

La riabilitazione psichiatrica

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 560

La riabilitazione dei pazienti psichiatrici

di Clephane Hume, Ian Pullen

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 190

Fare e pensare in psichiatria

Relazione e istituzione

di Paolo Ambrosi, Dario De Martis

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 192

Strutture intermedie in psichiatria

di Margherita Lang

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 404

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.