Il tuo browser non supporta JavaScript!

Attenzione, controllare i dati.

Psichiatria

Psicoterapia cognitiva del paziente grave

Metacognizione e relazione terapeutica

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 384

I pazienti che non sono in grado di riflettere sui propri stati mentali, che non riescono a raccontare la loro storia in modo comprensibile per l'interlocutore, possono beneficiare di una psicoterapia cognitiva? La risposta degli autori è affermativa ma la teoria cognitiva richiede degli approfondimenti e la tecnica terapeutica dei cambiamenti. Nel caso di pazienti affetti da gravi disturbi di personalità, disturbi dissociativi e psicosi, è necessario promuovere lo sviluppo della funzione metacognitiva, cioè delle capacità dell'individuo che permettono di riflettere sui propri stati mentali, di riconoscere le emozioni emergenti e compiere scelte sentite come proprie. Fondamentale a questo scopo è la regolazione della relazione terapeutica, la capacità del terapeuta di riconoscere il proprio stato interno e di sintonizzarsi con il paziente, di trovare punti di comunanza nel discorso che permettono di costruire una narrazione condivisa.. -   Il curatore   Antonio Semerari è medico, psichiatra, psicoterapeuta, didatta della Società italiana di terapia cognitiva e comportamentale (SITCC) e della Scuola di formazione in psicoterapia cognitiva (A.P.C.) di Roma.; docente di Psicoterapia cognitiva presso la Scuola di specializzazione in psichiatria dell'Università Cattolica di Roma.

Psicoanalisi e psichiatria

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 324

Il testo mette a fuoco l’apporto che la psicoanalisi può dare alla psichiatria, intesa come disciplina complessa che ha una molteplicità di riferimenti, biologici, filosofici e sociologici oltre che psicologici (non solo psicoanalitici). In particolare viene messo in evidenza come questo apporto si sia andato arricchendo e sviluppando nella specifica organizzazione che la psichiatria ha assunto in Italia nell’ultimo ventennio. Attraverso gli scritti di numerosi psicoanalisti italiani viene così inizialmente proposto il contributo che la psicoanalisi dà alla conoscenza della vita dei gruppi e alla comprensione di alcuni rilevanti disturbi psichici, per mostrare poi cosa essa è in grado di offrire riguardo all’esercizio della psichiatria, negli ambulatori, nei luoghi di ricovero e nelle comunità, anche per come interviene nei processi di integrazione e di verifica dei programmi terapeutici. I curatori Giuseppe Berti Ceroni è membro ordinario della Società Psicoanalitica Italiana e per essa è stato redattore-capo della Rivista di Psicoanalisi. Ha avuto molteplici compiti dirigenziali nei servizi psichiatrici di Bologna. Antonello Correale è membro ordinario della Società Psicoanalitica Italiana ed è primario di Psichiatria a Roma. In questa stessa collana ha curato, con Luigi Rinaldi, il libro Quale psicoanalisi per le psicosi? (1997)

La luna nel pozzo

Famiglie, comunità terapeutiche, controtransfert e decorso della schizofrenia

di Luigi Cancrini

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 248

La luna nel pozzo è un libro sulla schizofrenia. Il lavoro clinico da cui si parte è quello proposto da un gruppo di operatori che si occupano di pazienti cronici presso una Comunità terapeutica. Se ne prende spunto per la presentazione di una teoria generale del disturbo schizofrenico basata sulle esperienze più recenti della psicoanalisi e della terapia familiare sistemica. Viene così presentata un’ipotesi originale sulla cronicità di un decorso definito da sempre imprevedibile e spiegato qui come la conseguenza naturale e obbligata di una fissazione controtransferale dei terapeuti: come l’effetto, cioè, di una distorsione delle relazioni che il paziente stabilisce con loro oltre che con i membri della sua famiglia. -   L'autore Luigi Cancrini, psichiatra e psicoterapeuta sistemico, ha insegnato a lungo Psichiatria e Psicoterapia presso l’Università La Sapienza e ha fondato e dirige il Centro studi di Terapia famigliare e relazionale. È autore di numerose pubblicazioni.

Manuale di psichiatria territoriale

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 584

Sono trascorsi venti anni dalla promulgazione della Legge 180 e dall’inizio della “riforma psichiatrica” nel nostro paese e questo periodo si è caratterizzato per la sperimentazione appassionata e per la realizzazione concreta di quella “psichiatria senza manicomi”, nella quale tanti hanno creduto e continuano a credere. L’esigenza di ridefinire gli interventi della psichiatria territoriale, determinata dalla aziendalizzazione della sanità italiana e dalla introduzione di nuovi saperi, come una più avanzata organizzazione delle risorse umane, la ricerca della qualità, la valutazione economica, la messa a fuoco di un’etica centrata sui bisogni del “cliente”, hanno reso necessario per la psichiatria italiana un confronto più serrato con la “community psychiatry” europea e statunitense. Questo manuale rappresenta un indispensabile strumento di confronto e una preziosa guida per tutti coloro che si accingono all’impresa di operare una “nuova riforma” per l’assistenza psichiatrica nel nostro paese. . -   I curatori Jerome V. Vaccaro è direttore medico del PacifiCare Behavioral Health di Los Angeles e professore associato di Psichiatria presso l’Università di Los Angeles, California (UCLA), ove ha svolto il ruolo di direttore del dipartimento di Psichiatria territoriale fino al 1996. Dal 1999 sarà presidente dell’American Managed Behavioral Health Care . Gordon H. Clark Jr. è direttore medico dell’Integrated Behavioral Health Services di Portland, Maine, responsabile del Behavioral Health Network dello stato del Maine e direttore del Maine Department of Mental Health and Mental Retardation. È professore associato di Psichiatria presso l’Università di Pittsburgh, presidente fondatore della American Association of Community Psychiatrists e membro dell’American Psychiatric Association. Mariano Bassi è primario psichiatra presso il dipartimento di Salute mentale dell’Azienda USL di Parma e vicepresidente della Società italiana di psichiatria.

La perdita dell'evidenza naturale

Un contributo alla psicopatologia delle schizofrenie pauci-sintomatiche

di Wolfgang Blankenburg

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 216

Nella letteratura psichiatrica compaiono a volte opere geniali che vanno al di là del circuito delle conoscenze specialistiche e che dalla patologia traggono gli elementi di studio per allargare l’orizzonte verso la condizione umana nel suo legame con il mondo. Fanno cioè della psicopatologia fenomenologica una strada maestra verso lo studio dell’uomo. È questo il senso dell’opera di Blankenburg, un maestro della psichiatria contemporanea, per la prima volta proposta in lingua italiana. Un’opera che esamina la carenza o la perdita, nell’angosciosa perplessità psicotica, di quella condizione di base che è per tutti noi l’ovvietà dell’“evidenza del mondo”, e che proprio quando vien meno mostra il suo ruolo fondamentale nel nostro esistere. -   L'autore Wolfgang Blankenburg nasce a Brema nel 1928. Studia filosofia (sotto la guida di Heidegger, Szilasi e Fink) e medicina a Friburgo. Dal 1975 al 1979 è direttore sanitario della Clinica psichiatrica di Brema. Nel 1979 diviene docente presso la cattedra di Psichiatria dell’Università di Marburg. Dall’ottobre 1993 è professore emerito.

La riabilitazione psichiatrica

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 560

La riabilitazione dei pazienti psichiatrici

di Clephane Hume, Ian Pullen

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 190

Fare e pensare in psichiatria

Relazione e istituzione

di Paolo Ambrosi, Dario De Martis

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 192

Daseinsanalyse, psichiatria, psicoterapia

di Ludwig Binswanger

editore: Raffaello Cortina Editore

Per la prima volta sono presentati insieme cinque importanti contributi di Binswanger, lo psichiatra fondatore della Daseinsanalyse.

Le voci dentro

Storia e scienza del dialogo interiore

di Charles Fernyhough

editore: Raffaello Cortina Editore

Fernyhough ci guida in modo autorevole e affascinante alla scoperta delle voci che abitano la nostra mente.

Strutture intermedie in psichiatria

di Margherita Lang

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 404

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.