Il tuo browser non supporta JavaScript!

Attenzione, controllare i dati.

Psichiatria

Isteria

di Christopher Bollas

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 264

In questo volume, Bollas restituisce all'isteria il suo significato peculiare, che è quello di essere uno stile di relazione con se stessi e con il mondo. Ne scaturisce un libro originale, sferzante nei suoi giudizi controcorrente e sempre stimolante, anche perché insolitamente ricco di suggerimenti per la tecnica del trattamento. Proprio i pazienti isterici ci insegnano che qualunque terapia non può prescindere da una riconsiderazione delle relazioni fondamentali dell'infanzia: un periodo della vita così faticoso che, come sostiene Bollas, sono necessari tutti gli anni successivi per riprendersi.

Donne e schizofrenia

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 160

Il fatto di appartenere al sesso femminile ha effetti significativi sull’età di insorgenza e sulla natura della malattia: gli estrogeni esercitano un’azione antipsicotica, il cervello femminile si sviluppa più rapidamente di quello maschile e invecchia secondo modalità diverse, con una grande preponderanza di donne affette da schizofrenia a esordio molto tardivo. Un gruppo internazionale e multidisciplinare di clinici e ricercatori passa in rassegna i dati della letteratura passata e recente, affronta i problemi legati in modo specifico al sesso e valuta le loro implicazioni terapeutiche, cliniche e sociali allo scopo di identificare approcci terapeutici più appropriati ed efficaci per le donne che soffrono di schizofrenia. Il risultato è un testo importante per tutti i clinici, i medici e i ricercatori che lavorano nel campo della salute mentale, o della salute delle donne.   I curatori. David J. Castle è direttore clinico dei Mental Health Services al Fremantle Hospital, in Australia. È autore di più di cento articoli che trattano principalmente delle relazioni fra sesso e schizofrenia. John McGrath è direttore del Queensland Centre for Schizofrenia Research, un gruppo multidisciplinare che studia le cause della schizofrenia. Jayashri Kulkarni è direttore del Monash University Research Centre for Womens’s Mental Health.

I disturbi bipolari

Decorso clinico e outcome

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 304

Raccogliendo i contributi dei più importanti ricercatori nel campo dei disturbi bipolari, questo manuale fornisce una rassegna completa e aggiornata delle più recenti acquisizioni nell’area delle psicoterapie per i disturbi affettivi ricorrenti. Il disturbo bipolare è affrontato in tutta la sua complessità diagnostica (disturbo bipolare tipo I e II, stati misti del disturbo bipolare e cicli rapidi del disturbo bipolare), prognostica (questioni di comorbidità con altri disturbi psichiatrici, in particolare l’abuso di sostanze psicoattive e alcol e i disturbi dell’ansia) e di outcome (esito sindromico ed esito funzionale/psicosociale del disturbo). Un aspetto innovativo di questo manuale consiste nell’accostare i dati empirici ricavati dalla ricerca alle informazioni ottenute dalla pratica clinica su decorso, prognosi, esito e possibili complicazioni del disturbo bipolare oggi.-   I curatori Joseph F. Goldberg è direttore della Bipolar Disorders Research Clinic, New York. Martin Harrow è professore di psicologia e direttore del Dipartimento di psichiatria del College of Medicine - University of Illinois, Chicago.

Cinema e psichiatria

di Glen O. Gabbard, Krin Gabbard

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 498

Fin dalla nascita del cinema gli psichiatri hanno studiato i film per comprendere le ragioni del loro fascino sugli spettatori. E già nel 1906 il primo psichiatra faceva la sua comparsa in un cortometraggio.

Psicoterapia delle personalità borderline

di John F. Clarkin, Frank E. Yeomans

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 416

Gli autori descrivono uno specifico tipo di trattamento psicodinamico importante per un grande gruppo di pazienti (con disturbo antisociale, narcisistico, istrionico, ecc.) caratterizzati da una organizzazione di personalità borderline. Teoria e clinica si alternano per identificare il trattamento adeguato al percorso di ogni singolo paziente nei differenti stadi della terapia. Il testo è un importante strumento operativo per tutti i professionisti della salute mentale.   Gli autori John F. Clarkin, è professore di Psicologia clinica al Cornell University Medical College di New York. Ha curato, per i nostri tipi, il volume I disturbi di personalità. Frank E. Yeomans è professore di Psichiatria al Cornell University Medical College di New York. Otto F. Kernberg è professore di Psichiatria al Cornell University Medical College di New York e presidente della International Psychoanalytical Association. Nella collana di Psicologia clinica e psicoterapia ha pubblicato Aggressività, disturbi della personalità e perversioni (1993), Relazioni d’amore (1996) e Le relazioni nei gruppi (1999).

Diagnosi e trattamento dell'alcoolismo

Manuale per le professioni di aiuto

di Christopher C. Cook, Griffith Edwards

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: pp.381

Qual è il miglior trattamento per l’alcolismo? Che problema ha con l’alcol la persona in questione? È una donna? Un adolescente? Dove vive e dove è nata? Con esempi chiari e adeguati, questo libro aiuta medici, psicologi, assistenti sociali a porre le domande giuste, riconducendo il fenomeno alla sua estrema variabilità, sottolineando soprattutto l’individualità del soggetto, il fatto che l’intervento deve essere “su misura”.-   Gli autori Griffith Edwards e E. Jane Marshall operano presso il National Addiction Centre di Londra. Christopher C. Cook opera presso il Kent Institute of Medicine and Health Sciences di Canterbury.

Psicopatologia fenomenologica della psicosi

Sul senso dell’incontro con l’esperienza psicotica

di Arnaldo Ballerini, Ludovico Cappellari

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 248

Il libro offre agli operatori della salute mentale, in un linguaggio semplice, la possibilità di uno sguardo su un luogo sconosciuto, quale è appunto il mondo delle malattie mentali. La strada per conoscere e avvicinare questo mondo è quella tracciata in origine dalla psicopatologia generale di Jaspers e della fenomenologia, che fa dell’incontro con lo psicotico uno stimolo per rintracciare le strutture fondanti dell’essere umano in generale, partendo dalla considerazione che aspetti costitutivi del nostro vivere si mostrano a nudo nel malato mentale ed è possibile illuminarli proprio perché in situazione di evanescenza e di crisi. -   Gli autori Arnaldo Ballerini è docente nella Scuola di psichiatria dell’Università di Firenze e presidente della Società italiana per la psicopatologia. Ludovico Cappellari è membro del Consiglio direttivo della Società italiana per la psicopatologia e redattore capo della rivista Psichiatria generale e dell’età evolutiva. Giovanni Gozzetti è docente di Psichiatria, vicepresidente della Società italiana per la psicopatologia e docente di Psicopatologia presso la Scuola di psicoterapia della C.O.I.R.A.G

Psicopatologia della schizofrenia

Prospettive metodologiche e cliniche

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 278

La psicopatologia fenomenologica si propone di reintrodurre nella nozione di schizofrenia il mondo vissuto dei soggetti schizofrenici, superando una visione puramente descrittiva. Questo rende possibile riscoprire le articolazioni dinamiche tra fenomeni così disparati come il delirio e la perdita dell’evidenza naturale, la sindrome allucinatoria e l’autismo. Il volume raccoglie i contributi dei principali autori contemporanei in tema di psicopatologia fenomenologica della schizofrenia ed è rivolto a psichiatri, psicologi, operatori dei servizi, studiosi di scienze umane, studenti universitari e a tutti coloro che non si accontentano degli inventari di sintomi oggi di moda. -   I curatori Mario Rossi Monti è professore associato di Psicologia clinica presso l’Università di Urbino e membro della Società psicoanalitica italiana. Si è sempre interessato alla psicopatologia fenomenologica e psicoanalitica e ha pubblicato su questi temi molti contributi. Giovanni Stanghellini, psichiatra, lavora presso il dipartimento di Salute mentale di Firenze e insegna Psicopatologia sociale alla Scuola di specializzazione in psichiatria dell’Università di Firenze.

Psicoterapia cognitiva del paziente grave

Metacognizione e relazione terapeutica

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 384

I pazienti che non sono in grado di riflettere sui propri stati mentali, che non riescono a raccontare la loro storia in modo comprensibile per l'interlocutore, possono beneficiare di una psicoterapia cognitiva? La risposta degli autori è affermativa ma la teoria cognitiva richiede degli approfondimenti e la tecnica terapeutica dei cambiamenti. Nel caso di pazienti affetti da gravi disturbi di personalità, disturbi dissociativi e psicosi, è necessario promuovere lo sviluppo della funzione metacognitiva, cioè delle capacità dell'individuo che permettono di riflettere sui propri stati mentali, di riconoscere le emozioni emergenti e compiere scelte sentite come proprie. Fondamentale a questo scopo è la regolazione della relazione terapeutica, la capacità del terapeuta di riconoscere il proprio stato interno e di sintonizzarsi con il paziente, di trovare punti di comunanza nel discorso che permettono di costruire una narrazione condivisa.. -   Il curatore   Antonio Semerari è medico, psichiatra, psicoterapeuta, didatta della Società italiana di terapia cognitiva e comportamentale (SITCC) e della Scuola di formazione in psicoterapia cognitiva (A.P.C.) di Roma.; docente di Psicoterapia cognitiva presso la Scuola di specializzazione in psichiatria dell'Università Cattolica di Roma.

Psicoanalisi e psichiatria

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 324

Il testo mette a fuoco l’apporto che la psicoanalisi può dare alla psichiatria, intesa come disciplina complessa che ha una molteplicità di riferimenti, biologici, filosofici e sociologici oltre che psicologici (non solo psicoanalitici). In particolare viene messo in evidenza come questo apporto si sia andato arricchendo e sviluppando nella specifica organizzazione che la psichiatria ha assunto in Italia nell’ultimo ventennio. Attraverso gli scritti di numerosi psicoanalisti italiani viene così inizialmente proposto il contributo che la psicoanalisi dà alla conoscenza della vita dei gruppi e alla comprensione di alcuni rilevanti disturbi psichici, per mostrare poi cosa essa è in grado di offrire riguardo all’esercizio della psichiatria, negli ambulatori, nei luoghi di ricovero e nelle comunità, anche per come interviene nei processi di integrazione e di verifica dei programmi terapeutici. I curatori Giuseppe Berti Ceroni è membro ordinario della Società Psicoanalitica Italiana e per essa è stato redattore-capo della Rivista di Psicoanalisi. Ha avuto molteplici compiti dirigenziali nei servizi psichiatrici di Bologna. Antonello Correale è membro ordinario della Società Psicoanalitica Italiana ed è primario di Psichiatria a Roma. In questa stessa collana ha curato, con Luigi Rinaldi, il libro Quale psicoanalisi per le psicosi? (1997)

La luna nel pozzo

Famiglie, comunità terapeutiche, controtransfert e decorso della schizofrenia

di Luigi Cancrini

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 248

La luna nel pozzo è un libro sulla schizofrenia. Il lavoro clinico da cui si parte è quello proposto da un gruppo di operatori che si occupano di pazienti cronici presso una Comunità terapeutica. Se ne prende spunto per la presentazione di una teoria generale del disturbo schizofrenico basata sulle esperienze più recenti della psicoanalisi e della terapia familiare sistemica. Viene così presentata un’ipotesi originale sulla cronicità di un decorso definito da sempre imprevedibile e spiegato qui come la conseguenza naturale e obbligata di una fissazione controtransferale dei terapeuti: come l’effetto, cioè, di una distorsione delle relazioni che il paziente stabilisce con loro oltre che con i membri della sua famiglia. -   L'autore Luigi Cancrini, psichiatra e psicoterapeuta sistemico, ha insegnato a lungo Psichiatria e Psicoterapia presso l’Università La Sapienza e ha fondato e dirige il Centro studi di Terapia famigliare e relazionale. È autore di numerose pubblicazioni.

Manuale di psichiatria territoriale

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 584

Sono trascorsi venti anni dalla promulgazione della Legge 180 e dall’inizio della “riforma psichiatrica” nel nostro paese e questo periodo si è caratterizzato per la sperimentazione appassionata e per la realizzazione concreta di quella “psichiatria senza manicomi”, nella quale tanti hanno creduto e continuano a credere. L’esigenza di ridefinire gli interventi della psichiatria territoriale, determinata dalla aziendalizzazione della sanità italiana e dalla introduzione di nuovi saperi, come una più avanzata organizzazione delle risorse umane, la ricerca della qualità, la valutazione economica, la messa a fuoco di un’etica centrata sui bisogni del “cliente”, hanno reso necessario per la psichiatria italiana un confronto più serrato con la “community psychiatry” europea e statunitense. Questo manuale rappresenta un indispensabile strumento di confronto e una preziosa guida per tutti coloro che si accingono all’impresa di operare una “nuova riforma” per l’assistenza psichiatrica nel nostro paese. . -   I curatori Jerome V. Vaccaro è direttore medico del PacifiCare Behavioral Health di Los Angeles e professore associato di Psichiatria presso l’Università di Los Angeles, California (UCLA), ove ha svolto il ruolo di direttore del dipartimento di Psichiatria territoriale fino al 1996. Dal 1999 sarà presidente dell’American Managed Behavioral Health Care . Gordon H. Clark Jr. è direttore medico dell’Integrated Behavioral Health Services di Portland, Maine, responsabile del Behavioral Health Network dello stato del Maine e direttore del Maine Department of Mental Health and Mental Retardation. È professore associato di Psichiatria presso l’Università di Pittsburgh, presidente fondatore della American Association of Community Psychiatrists e membro dell’American Psychiatric Association. Mariano Bassi è primario psichiatra presso il dipartimento di Salute mentale dell’Azienda USL di Parma e vicepresidente della Società italiana di psichiatria.

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.