Il tuo browser non supporta JavaScript!

Attenzione, controllare i dati.

Psicoanalisi

Illusioni e disillusioni del lavoro psicoanalitico

di André Green

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 208

Dopo Freud, la psicoanalisi ha annoverato successi e fallimenti. André Green propone qui un’ampia indagine clinica, accompagnata dalla descrizione di numerosi esempi in cui il lavoro analitico si è rivelato deludente. Come spiegare tali fallimenti? Per Green, sono attribuibili alle pulsioni di morte che Freud ha introdotto a partire dal 1920. Il volume è dunque la prima valutazione clinica che permette di capire le cause di queste disillusioni, chiarendole senza pessimismo sistematico né ottimismo eccessivo. André Green è uno psicoanalista francese ben noto al pubblico italiano. Nella collana di Psicologia clinica ha pubblicato Psicoanalisi degli stati limite. La follia privata (1991) e Idee per una psicoanalisi contemporanea (2004).

I colori dell'odio

Analisi di una passione e delle sue maschere

di Niels P. Nielsen

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 336

L’odio si accumula sulle tracce delle mancanze ma è anche un elemento costitutivo dell’animo umano. Utile segnale di pericolo, protegge dalla disintegrazione mentale ed è spesso l’ultimo baluardo contro il crollo psicotico. Secondo l’autore, l’accoglimento e l’elaborazione dell’odio da parte dell’analista possono avviare un processo evolutivo. Come mostrano le numerose esemplificazioni cliniche, l’odio è correlato non solo ad aspetti distruttivi ma anche a momenti evolutivi sia del pensare sia dell’esistere. Niels Peter Nielsen, psicoanalista e membro ordinario della Società psicoanalitica italiana, ha pubblicato nella collana di Psicologia clinica Pillole o parole (1998).

Le forme vitali

Psicologia, psicoterapia, sviluppo ed espressione artistica dell’esperienza dinamica

di Daniel N. Stern

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 156

La vitalità assume molti aspetti ed è presente ovunque, nella vita quotidiana, nello sviluppo psicologico, in psicoterapia e in diverse forme d’arte. Ma che cos’è esattamente questo senso di vitalità che ci rende vivi agli occhi di noi stessi e degli altri? In questo libro straordinario, Daniel Stern mostra come lo studio della vitalità e delle sue origini evolutive possa contribuire al processo psicoterapeutico, evidenziando una convergenza fra le teorie della vitalità e le attuali conoscenze sul funzionamento del cervello. Daniel Stern è una delle figure di maggior prestigio della psicoanalisi e della psicoterapia contemporanea. Nelle nostre edizioni ha pubblicato Le relazioni madre-bambino (1998) e Il momento presente (2005).

Una nuova interpretazione dei sogni

di Tobie Nathan

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 208

Ciascuno di noi sogna probabilmente da quattro a cinque volte per notte. Ma un sogno non interpretato è come una lettera che nessuno legge: il sogno si realizza a partire dalle parole dell’interprete e tali parole possono aiutare ognuno di noi nei momenti difficili che ci accade di attraversare. Sulla base della propria esperienza di terapeuta e integrando i dati più recenti di discipline come la neurofisiologia, la psicofisiologia, l’antropologia, la psicoanalisi e perfino la mitologia, Tobie Nathan segna qui un punto di svolta nell’analisi, che data da Freud, dell’interpretazione dei sogni. L'autore Tobie Nathan è professore di Psicologia all’Università Paris-VIII. In italiano sono stati pubblicati Principi di etnopsicoanalisi (Bollati Boringhieri, 1996) e Non siamo soli al mondo (Bollati Boringhieri, 2003).

La svolta relazionale

Itinerari italiani

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 278

La prima parte del volume è dedicata alla descrizione delle basi teoriche del paradigma relazionale, esplorandone radici, caratteristiche e “contaminazioni” culturali. Viene inoltre indagato come la teoria dell’attaccamento e la ricerca in psicoterapia siano entrate in dialogo con il paradigma relazionale. La seconda parte è dedicata alla ricostruzione della diffusione in Italia del pensiero relazionale, in ambito editoriale, accademico, associativo e dei training. In particolare, lasciando la parola ad alcuni “protagonisti”, viene esplorato come la svolta relazionale abbia influenzato le scuole e le società di psicoterapia (freudiane, junghiane, cognitiviste, ecc) nazionali.  Biografia dei curatori  Vittorio Lingiardi insegna Psicologia clinica all’università di Roma La Sapienza. Gherardo Amadei insegna Psicologia del ciclo di vita all’Università di Milano Bicocca. Giorgio Caviglia insegna Psicologia dinamica alla Seconda Università di Napoli. Francesco De Bei insegna Progettazione e valutazione dell’intervento psicologico all’Università di Torino. Contibuti di G. Amadei, G. Caviglia, N. Dazzi, F. De Bei, S. Federici, M. Giannoni, V. Lingiardi, G. Liotti, G. Meterangelis, G. Moccia, G. Nebbiosi, F. Vanni

Un raggio di intensa oscurità

L’eredità di Wilfred Bion

di James S. Grotstein

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 428

Introduzione all’edizione italiana di Antonino Ferro e Carole Beebe Tarantelli Tutte le idee fondamentali di Bion – il linguaggio dell’effettività, la rêverie, il contenitore-contenuto, le trasformazioni, i pensieri senza pensatore, la griglia, il mutamento dei vertici, la visione binoculare, la barriera di contatto – sono messe a fuoco qui, per evidenziarne l’utilità teorica e clinica. Filo conduttore, l’affermazione che avrebbe attraversato tutto il pensiero di Bion: “Quando si conduce un’analisi, occorre puntare un raggio di intensa oscurità, in modo che quanto appariva oscuro nel bagliore dell’illuminazione possa brillare nell’oscurità”. L'autore James S. Grotstein insegna Psichiatria presso la David Geffen School of Medicine dell’Università di Los Angeles.

L'uomo senza inconscio

Figure della nuova clinica psicoanalitica

di Massimo Recalcati

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 352

Secondo l’autore, nelle forme psicopatologiche oggi più diffuse - anoressie, bulimie, tossicomanie, depressioni, attacchi di panico, somatizzazioni - il soggetto dell’inconscio, cioè il soggetto del desiderio, non è più protagonista.Al centro della nuova clinica non ci sono più fenomeni di inibizione del desiderio ma l’assenza, lo spegnimento, la morte del desiderio come tale. Prevalgono l’apatia, il vuoto, la fatica di esistere. In questo senso la nuova clinica è una clinica dell’anti-amore, è una clinica senza il soggetto dell’inconscio.

Adult Attachment Interview

Applicazioni cliniche

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 502

Edizione italiana a cura di Nino Dazzi e Giulio Cesare Zavattini Questo libro nasce dal più importante prodotto della ricerca sull’attaccamento degli ultimi venticinque anni, la Adult Attachment Interview (AAI) messa a punto da Mary Main e dai suoi colleghi a Berkeley, Università della California. Nel saggio viene illustrato come l’uso dell’AAI possa arricchire il processo di valutazione e diagnosi, rafforzare l’alleanza terapeutica, facilitare l’individuazione degli obiettivi e la pianificazione del trattamento. Il volume offre la rassegna più completa finora disponibile sullo strumento e sulla sua efficacia clinica, compreso il resoconto dettagliato del sistema di attribuzione dei punteggi e di classificazione. Viene approfondito anche il ruolo che l’AAI può giocare nella psicoterapia di pazienti con disturbo post-traumatico da stress, disturbi della personalità, disturbo ossessivo compulsivo e altri problemi mentali. I capitoli sono elaborati a partire da diversi orientamenti teorici, comprese le prospettive psicoanalitica e cognitivo-comportamentale. Vengono riportati chiari esempi di materiale clinico per illustrare le procedure e le tecniche terapeutiche. I curatori Howard Steele insegna Psicologia alla New School for Social Research di New York. È editor e co-fondatore della rivista Attachment and Human Development. Ha pubblicato diversi saggi sul rapporto fra attaccamento e perdite o traumi nell’arco di vita. Miriam Steele insegna Psicologia clinica alla New School for Social Research di New York, dove dirige, con Howard Steele, il Center for Attachment Research. Le sue ricerche sono focalizzate sull’attaccamento nell’ambito del maltrattamento infantile e dell’adozione.

Il gruppo in teoria e in pratica

L'intersoggettività come forza produttiva

di Cesare Kaneklin

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 270

L’autore mostra come il gruppo, da oggetto di indagine che merita attenzione per la sua presenza in molteplici contesti, possa diventare strumento professionale di lavoro, come cioè sia possibile istituire diversi tipi di gruppo al fine di intervenire nella realtà sociale. Nella prima parte del volume si propone un esame critico delle principali teorie, focalizzandosi sullo sviluppo del tema nella prospettiva psicosociologica. La seconda parte si concentra su alcune dimensioni del gruppo di lavoro oggi, partendo dalla pratica professionale ed evidenziando aspetti relativi alla conduzione. L'autore Cesare Kaneklin insegna Psicologia dei gruppi e delle organizzazioni all’Università Cattolica di Milano. Nelle nostre edizioni ha pubblicato Formazione e narrazione (con G. Scaratti, 1998).

La ricerca qualitativa in psicologia clinica

Teoria, pratica, vincoli metodologici

di Franco Del Corno, Pietro Rizzi

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 368

Il volume indica le linee storiche del percorso di sviluppo della ricerca qualitativa, ricostruito attraverso un’analisi della letteratura specialistica. Vengono passati in rassegna i principali strumenti di questo approccio, valutandone l’applicabilità ai vari temi di interesse della psicologia clinica, con particolare attenzione alle procedure di assessment e agli studi sui trattamenti psicoterapeutici. Si prende in considerazione la prospettiva che l’approccio qualitativo può proporre al lavoro di clinici e ricercatori, nonché il ruolo che esso attribuisce ai pazienti e alla loro capacità di fornire un contributo essenziale alla messa a punto di strumenti di intervento diagnostico e terapeutico sempre più affidabili. Franco Del Corno, psicologo e psicoterapeuta, insegna Psicologia clinica all’Università della Valle d’Aosta. Pietro Rizzi, psicologo e psicoterapeuta, è membro ordinario della Società Psicoanalitica Italiana.

L'uomo senza inconscio

Figure della nuova clinica psicoanalitica

di Massimo Recalcati

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 352

Secondo l’autore, nelle forme psicopatologiche oggi più diffuse - anoressie, bulimie, tossicomanie, depressioni, attacchi di panico, somatizzazioni - il soggetto dell’inconscio, cioè il soggetto del desiderio, non è più protagonista.Al centro della nuova clinica non ci sono più fenomeni di inibizione del desiderio ma l’assenza, lo spegnimento, la morte del desiderio come tale. Prevalgono l’apatia, il vuoto, la fatica di esistere. In questo senso la nuova clinica è una clinica dell’anti-amore, è una clinica senza il soggetto dell’inconscio.

Da mente a mente

Infant research, neuroscienze e psicoanalisi

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 454

Prefazione all’edizione italiana di Nino Dazzi Autori di primo piano, tra cui Peter Fonagy, Mary Target, Anthony Bateman, Glen Gabbard, Otto Kernberg, John Clarkin, Philip Bromberg, offrono al lettore una sintesi dettagliata delle più importanti e recenti teorie psicoanalitiche e ricerche sullo sviluppo. Psicoanalisi, psicologia e psicopatologia dello sviluppo, psicologia cognitiva e neuroscienze sono prese in esame con l’obiettivo di estendere i confini del concetto di mentalizzazione. Tra i temi trattati, l’impatto del trauma sulla mentalizzazione e il rapporto tra mentalizzazione e attaccamento. I curatori Elliott L. Jurist dirige il dottorato in Psicologia clinica alla City University di New York. Arietta Slade insegna Psicologia clinica al City College di New York. Sharone Bergner insegna Psicologia clinica alla City University di New York.

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.