Il tuo browser non supporta JavaScript!

Attenzione, controllare i dati.

Psicoanalisi e psicoterapia infantile

Il triangolo primario

Le prime interazioni triadiche tra padre, madre e bambino

di Antoinette Corboz-Warnery, Elisabeth Fivaz-Depeursinge

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 288

Prefazione all’edizione italiana di Giulio Cesare ZavattiniLe autrici rivoluzionano le nostre conoscenze sulle prime forme di interazione bambino-adulto, classicamente centrate sullo studio esclusivo del rapporto madre-bambino, ipotizzando l'esistenza di una triangolazione primaria alla base della comunicazione che il bambino rivolge fin dai primi mesi di vita a entrambi i genitori. Sono descritte sia le modalità di sviluppo normali sia le modalità comunicative patologiche che possono intercorrere tra i membri di questo triangolo primario, la famiglia, intesa come unità di base. Il volume si rivolge sia a psicologi e operatori che lavorano nell'ambito della prima infanzia sia a terapeuti interessati a interventi precoci sulla comunicazione patologica tra il bambino e i suoi partner. ''Questo libro diventerà un classico sia per i clinici che per i ricercatori.'' Daniel N. Stern. Gli autori Elisabeth Fivaz-Depeursinge insegna all'Università di Losanna, dove è co-direttrice del Centro di studi famigliari. Antoinette Corboz-Warnery , psichiatra, psicoanalista e terapeuta famigliare, è co-direttrice del Centro di studi famigliari all'Università di Losanna.

Il sostegno allo sviluppo

di Selma H. Fraiberg

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 272

La psicoterapia di bambini in difficili condizioni socioeconomiche, la formazione psicologica degli operatori sociosanitari, la capacità di coniugare il rigore scientifico con la sensibilità e un vivo interesse per i processi di sviluppo sono i temi centrali di questo volume che presenta per la prima volta in traduzione italiana gli scritti più rilevanti e noti di Selma Fraiberg. I saggi qui pubblicati esemplificano le principali linee di ricerca della Fraiberg, e cioè gli aspetti cruciali dello sviluppo, le difese patologiche nell’infanzia, la costruzione di un modello di intervento per bambini ciechi e per bambini in condizioni socioeconomiche disagiate. Il volume permette dunque al lettore italiano di apprezzare l’importanza e l’attualità delle proposte teoriche di quest’autrice e del suo modello di psicoterapia congiunta madre- bambino. -   L'autrice Selma Fraiberg, psicoterapeuta e psicoanalista infantile, responsabile del Child Development Project e professore di Psicoanalisi infantile, è scomparsa nel 1981. In Italia è stato pubblicato Gli anni magici (Armando).

Il tempo tra le braccia

L’esperienza psicologica del bambino affetto da tumore

di Barbara M. Sourkes

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 206

''Spero solo di avere ancora tanto tempo tra le mie braccia''. Con queste semplici parole un bambino di quattro anni ci rimanda alla consapevolezza della fragilità della vita umana e nello stesso tempo esprime tutta la saggezza e il coraggio dei piccoli pazienti affetti da una malattia potenzialmente mortale. Il tempo fra le braccia propone un ritratto toccante e molto significativo dell'esperienza di questi bambini che, dal momento della diagnosi, hanno subito nel corpo e nello spirito un cambiamento irreversibile. Barbara M. Sourkes ci introduce all'ascolto dei racconti di questi piccoli pazienti, alle loro conversazioni e all'osservazione dei loro disegni: l'analisi e l'interpretazione del materiale clinico guida il lettore in un mondo di sfide straordinarie e di eccezionali capacità di recupero. L'autrice Barbara M. Sourkes è psicologa e psicoterapeuta presso l'ospedale pediatrico di Montreal e assistente di pediatria presso la McGill University.

La comunicazione affettiva tra il bambino e i suoi partner

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 376

Il volume raccoglie i lavori degli autori più significativi facenti riferimento ai più rilevanti orientamenti nell’ambito della psicologia dello sviluppo – teorie psicoanalitiche, teoria dell’attaccamento, ricerche empiriche sulle interazioni precoci – con la finalità di documentare gli studi più recenti sulla comunicazione affettiva tra il bambino e i suoi partner e sulla influenza esercitata da tale comunicazione nella costruzione del Sé infantile. . -   La curatrice Cristina Riva Crugnola è ricercatrice e docente di psicologia dello sviluppo presso la facoltà di Psicologia dell’Università Milano Bicocca

Le interazioni madre-bambino

Nello sviluppo e nella clinica

di Daniel N. Stern

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 456

Il libro di Daniel Stern, che raccoglie i suoi scritti dagli anni '70 a oggi, disegna il percorso di ricerca e gli sviluppi clinici di questo grande studioso americano, figura fortemente innovativa nel panorama psicoanalitico. I primi scritti sulle interazioni precoci madre-bambino aprono nuove di studio non solo nel campo dei modelli dello sviluppo infantile ma nella stessa teoria del funzionamento psichico. La fertilità di questo approccio si rivela anche decisiva per rileggere le stesse esperienze cliniche e in particolare la psicoterapia madre-bambino, come risulta negli scritti degli ultimi anni. Dall'intersezione fra gli studi infantili e il lavoro clinico si viene a delineare questo nuovo campo di esplorazione, di cui Stern rappresenta un protagonista riconosciuto. -   L'autore Daniel Stern, autore impegnato nella ricerca sull'infanzia, sia nella pratica clinica sia nell'insegnamento, è attualmente docente di Psicologia presso l'università di Ginevra e professore aggiunto di Psichiatria al Medical Center della Cornell University di New York. Ha già curato per la Raffaello Cortina Editore, insieme a Graziella Fava Vizziello, il libro Dalle cure materne all'interpretazione (1992).

Trauma e riparazione

La cura nell’abuso sessuale all’infanzia

di Marinella Malacrea

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 272

Per molto tempo, l'attenzione degli operatori nel campo dell'abuso sessuale all'infanzia è stata concentrata soprattutto sulla diagnosi. Era in primo piano la necessità di accertare una verità il più delle volte taciuta o negata dalle stesse vittime. Oggi infatti sono disponibili diversi metodi di diagnosi psicologica, che hanno trovato riscontro in numerosissimi casi. E' invece molto più confuso il panorama delle tecniche di intervento, successive alla diagnosi, nei confronti del bambino abusato. A questo tema specifico è dedicato il volume, che traduce la lunga esperienza dell'autrice - proposta anche attraverso molti casi clinici raccontati dettagliatamente - in linee-guida per il trattamento: veri e propri modelli di lavoro, che accompagnano il lettore attraverso tutti i passaggi essenziali della terapia.

Bambini

di Donald W. Winnicott

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 300

Gli scritti raccolti in questo volume sono per la maggior parte inediti. Gli argomenti trattati sono vari, anche se hanno come tema comune la teoria winnicottiana dello sviluppo infantile nei suoi riflessi sulla vita quotidiana del bambino e della famiglia o in situazioni non necessariamente collegate alla pratica clinica come l'adozione, il ricovero in ospedale, la scuola materna. Particolarmente illuminati sono gli scritti sull'adozione e le sue difficoltà. Winnicott non si nasconde, e non nasconde al suo pubblico, la sostanziale diversità di un bambino adottivo rispetto a un figlio naturale, e proprio da questa diversità parte per aiutare i genitori a costruire con i loro bambini un futuro sereno, basato sulla verità e sul rispetto.  Ugualmente interessanti sono gli scritti, più direttamente clinici, su alcuni disturbi psicosomatici e sull'autismo, ma anche sugli effetti della presenza di un bambino ammalato sui genitori e sulla famiglia. Anche qui Winnicott non dimentica il lato personale e umano della teoria e della clinica. Ma forse ciò che più colpisce in questo libro, e resta profondamente impresso, sono i ritratti dei suoi piccoli protagonisti: bambini che giocano, che si arrabbiano, che soffrono, che hanno (e creano) i problemi più vari. Tom, che aveva perso il suo "nùcciolo"; Diana e il suo fratellino down; Linda, che aveva paura delle donne con il cappello; Rosamund e il suo interesse per le pance. A tutti Winnicott si accosta con interesse e con affettuoso rispetto per un mondo interno che sa essere complesso e affascinante. L'autore Donald W. Winnicott (1896-1971), un grande della psicoanalisi, è noto soprattutto per la vasta esperienza clinica con bambini e adolescenti. Specializzato in pediatria, nel 1923 iniziò la sua pratica con i bambini come pediatra, psichiatra e psicoanalista alla Paddington Green Hospital for Children. Le sue opere, fondamentali per la conoscenza dei processi evolutivi dell'uomo, sono tradotte in tutto il mondo.

Maternità e gravidanza

Studio delle rappresentazioni materne

di Massimo Ammaniti, C. Candelori

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 164

Segreti di donne

Le relazioni precoci tra madre e figlia

di Bertrand G. Cramer

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 210

La diagnosi nella clinica infantile

Strumenti proiettivi tematici

di Monika Boekholt

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 248

Esplorazioni psicoanalitiche

di Donald W. Winnicott

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 644

Questo volume raccoglie novantadue scritti di Donald Winnicott, alcuni dei quali inediti, altri mai tradotti in italiano, di particolare interesse per psicoanalisti e psicoterapeuti. Gli argomenti sono i più vari e l'opera risulta fruibile in modi diversi: per approfondire temi già trattati altrove, come l'uso del gioco nella situazione analitica, le consultazioni terapeutiche con genitori e bambini, o l'uso dell'interpretazione, di cui è qui possibile ricostruire la genesi e i successivi sviluppi; oppure per conoscere aspetti del lavoro e interessi personali e professionali di Winnicott ancora poco noti. Del primo gruppo di scritti fa parte, ad esempio, "La paura del crollo", in cui Winnicott espone in modo dettagliato un concetto fondamentale per il suo lavoro clinico: l'angoscia impensabile che alcuni temono al punto di preferire ad essa le tenebre della psicosi è un'angoscia già sperimentata, in un'epoca in cui non esisteva un Io capace di sostenerne l'impatto.Del secondo gruppo possiamo citare la serie di scritti su Melanie Klein, in cui si chiarisce la particolare posizione dell'autore nell'ambito del gruppo analitico inglese; gli scritti che illustrano l'opinione sia umana sia professionale dell'autore sulla terapia convulsiva e sulla leucotomia; o l'ultimo lavoro teorico di grande respiro, "L'uso di un oggetto". Una commovente e illuminante prefazione della moglie di Winnicott, Clare, fa da introduzione all'opera. L'autore Donald W. Winnicott (1896-1971), un grande della psicoanalisi, è noto soprattutto per la vasta esperienza clinica con bambini e adolescenti. Specializzatosi in pediatria, nel 1923 iniziò la sua preparazione psicoanalitica, divenendo nel 1956 presidente della British Psycho-Analytical Society. Le sue opere, fondamentali per la conoscenza dei processi evolutivi dell'uomo, sono tradotte in tutto il mondo.

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.