Il tuo browser non supporta JavaScript!

Attenzione, controllare i dati.

Psicodiagnostica

Il Rorschach secondo il Sistema Comprensivo di Exner

Manuale per l'utilizzo dello strumento

di Adriana Lis, Alessandro Zennaro

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 704

Il volume si configura come un esauriente lavoro sul test di Rorschach, uno degli strumenti psicodiagnostici più usati nella pratica clinica, per il quale il metodo comprensivo di Exner rappresenta oggi la modalità più accreditata di utilizzo. Il manuale propone linee guida interpretative dei protocolli corredate da numerosi esempi clinici, che consentono un’approfondita comprensione dei significati psicologici degli indici e delle variabili presentate e la loro estensione nei diversi contesti di applicazione del test, tra cui, per esempio, l’ambito forense. Gli autori Adriana Lis è professore ordinario di Valutazione dell’intervento psicodinamico in età evolutiva e in età adulta, Diagnosi psicodinamica, Modelli di intervento nelle relazioni familiari all’Università di Padova. Alessandro Zennaro è preside della Facoltà di Psicologia dell’Università della Valle d’Aosta dove insegna Psicopatologia generale e dello sviluppo e Psicodiagnostica. Silvia Salcuni è docente di Psicologia dinamica, Psicodiagnostica e Tecniche di indagine della personalità all’Università di Padova. Laura Parolin insegna Strumenti di valutazione della personalità all’Università di Milano-Bicocca. Claudia Mazzeschi insegna Psicologia dinamica e Psicopatologia generale e dello sviluppo all’Università di Perugia.

La valutazione delle relazioni oggettuali e delle rappresentazioni sociali con il TAT

La Social Cognition and Object Relations Scale di Drew Westen

di Luigi Abbate, Viviana Massaro

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 218

La Social Cognition and Object Relations Scale è il sistema di scoring proposto da Westen (1985) per la valutazione delle relazioni oggettuali e delle rappresentazioni sociali attraverso l’analisi delle storie TAT. La costruzione della SCORS può essere letta come il risultato dell’integrazione delle tendenze più attuali della psicoanalisi e della ricerca in psicologia. Con l’avvento della SCORS, l’utilità del TAT sembra dunque riemergere dopo essere stata sepolta sotto un gran numero di sistemi di scoring diversi, spesso ciechi di fronte alle originarie istruzioni del test e alle caratteristiche uniche del suo materiale-stimolo. Gli autori Luigi Abbate è professore di Laboratorio di valutazione testologica e diagnosi all’università La Sapienza di Roma. Viviana Massaro collabora con la cattedra di Tecniche di valutazione clinica e diagnostica all’università La Sapienza di Roma.

La valutazione dell'attaccamento adulto

I questionari autosomministrati

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 304

Gli autori presentano un catalogo ragionato dei questionari di autovalutazione dell’attaccamento adulto, che suggerisce alcuni criteri essenziali per un loro uso mirato sia nella ricerca sia nella clinica. Forniscono inoltre indicazioni sulla loro reperibilità e affidabilità scientifica, dando particolare rilievo a quelli utilizzati nel nostro Paese. Sono anche presentati alcuni lavori di ricerca che hanno per oggetto questionari particolarmente diffusi o che si segnalano per le loro caratteristiche di novità nel panorama attuale. Gli autori Lavinia Barone insegna Psicologia dello sviluppo all’Università di Pavia. Franco Del Corno insegna Psicologia clinica all’Università della Valle d’Aosta

Il funzionamento del paziente psichiatrico: manuale di valutazione

Verso un nuovo Asse V del DSM

di James A. Kennedy

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 304

L’Asse V di Kennedy o Asse K è uno strumento alternativo alla Scala per la Valutazione Globale del Funzionamento (VGF) dell’Asse V del DSM-IV, considerata da molti di insufficiente efficacia. A differenza del VGF, l’Asse K propone un approccio multidimensionale alla valutazione del paziente che indaga sette aree:  accanto alla valutazione quantitativa del funzionamento, il clinico può descrivere le caratteristiche qualitative del problema del paziente. Oltre al suo utilizzo nella fase di osservazione iniziale, l’Asse K si propone come strumento di valutazione per indagare i cambiamenti a medio e lungo termine. L’autore James A. Kennedy insegna Psichiatria all’University of Massachusetts Medical School (Worcester, Massachusetts).

Processo diagnostico

Casi clinici

di Clara Michelotti, Francesca Agostoni

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 282

Come si valuta un paziente?  Come si raccolgono i dati?  Esiste una gerarchia nell'organizzazione delle informazioni?  Questo volume risponde a queste e a molte altre domande e rappresenta un concreto strumento di lavoro per comprendere il processo di valutazione del paziente nel corso dell'assessment. Viene infatti presentato il materiale clinico di cinque pazienti (il primo colloquio, la raccolta dei dati bio-psico-sociali, i protocolli dei test e il colloquio di restituzione) e sono illustrati i criteri guida per la compilazione di griglie di analisi e di sintesi, pensate allo scopo di facilitare l'osservazione dei pazienti. L'obiettivo è quello di proporre un percorso che aiuti il futuro clinico a formulare alcune ipotesi cliniche sulla base dei dati raccolti nel corso del processo diagnostico. Gli autori Laura Parolin, ricercatore in Psicologia dinamica, insegna Strumenti di valutazione della personalità presso la Facoltà di Psicologia dell'Università degli Studi di Milano-Bicocca e Psicodiagnosi presso la Scuola di specializzazione di Psicologia del ciclo di vita della stessa Università. Francesca Agostoni conduce laboratori ed esercitazioni di Teorie e tecniche dei test e tecniche del Colloquio presso la Facoltà di Psicologia dell'Università degli Studi di Milano-Bicocca. Clara Michelotti è professore a contratto di Teorie e tecniche del colloquio psicologico presso la Facoltà di Psicologia dell'Università della Valle d'Aosta. Elena Berselli conduce laboratori ed esercitazioni di Strumenti di valutazione della personalità e tecniche del Colloquio presso la Facoltà di Psicologia dell'Università degli Studi di Milano-Bicocca.  

La dissociazione

I cinque sintomi fondamentali

di Marlene Steinberg, Maxine Schnall

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 326

Può capitare di non riconoscersi allo specchio o di sentirsi come se si stessero guardando le sequenze del film della propria vita. Sono alcuni dei sintomi della dissociazione, uno stato di coscienza frammentato che implica amnesia, senso di irrealtà e la sensazione di essere distaccati da se stessi o dal proprio ambiente. Grazie alla SCID-D, l'intervista del DSM per i sintomi dissociativi di cui la Steinberg è l'autrice, questo libro propone un metodo innovativo per riconoscere i sintomi di una condizione che è diventata l'epidemia segreta del nostro tempo.   Le autrici Marlene Steinberg è nota in tutto il mondo per i suoi studi sulla dissociazione e ha condotto le sue pionieristiche ricerche alla Yale University School of Medicine. Maxine Schnall collabora a Woman's Day e ha pubblicato saggi per i quali è stata più volte candidata al premio Pulitzer.

Osservare, valutare e sostenere la relazione genitori-figli

Il Lausanne Trilogue Play clinico

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 190

Il testo rappresenta il manuale del sistema di codifica del Lausanne Trilogue Play clinico, un metodo di osservazione diretta delle relazioni familiari che ha l’obiettivo di operazionalizzare i criteri di valutazione relazionali quando il clinico deve esprimere una diagnosi e formulare un progetto di sostegno alla genitorialità. Ancorato a costrutti teorici su cui convergono molte ricerche sulla famiglia, il sistema di codifica che viene proposto si basa su indicatori comportamentali che differenziano le famiglie funzionali da quelle disfunzionali in termini di “alleanze familiari”. I curatori Marisa Malagoli Togliatti, professore ordinario di Psicodinamica dello sviluppo e delle relazioni familiari all’università “La Sapienza” di Roma, è autrice di molte pubblicazioni sui problemi della famiglia e della genitorialità. Silvia Mazzoni è professore associato di Psicologia dinamica all’università “La Sapienza” di Roma.

La diagnosi delle relazioni oggettuali con l`Object Relations Technique

Con CD-Rom Win/Mac compatibile

di Franco Del Corno, Margherita Lang

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 238

Questo volume ripercorre lo sviluppo del concetto di relazione oggettuale e le sue interazioni con l’utilizzo dei test proiettivi e soprattutto narrativi. Tale ricostruzione storica è il punto di partenza per una valutazione dell’ORT alla luce delle esigenze diagnostiche e terapeutiche dell’attività clinica dei nostri giorni. Una griglia di lettura del materiale narrativo evidenziato dal test e la definizione dei concetti che ne costituiscono l’impianto consentono una valutazione diagnostica sempre più sottratta alla soggettività del singolo clinico, e affidata a procedure chiare e ripetibili. Gli autori Franco Del Corno, psicologo e psicoterapeuta, insegna Psicologia clinica all’Università della Valle d’Aosta. Margherita Lang, psicologa e psicoterapeuta, insegna Psicologia dinamica all’Università di Milano-Bicocca.

Dare un senso alla diagnosi

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 382

Edizione italiana a cura di Vittorio LingiardiContributi di Sidney J. Blatt, John F. Clarkin, Courtenay M. Harding, Enrico E. Jones, Otto F. Kernberg, Howard D. Lerner, Paul M. Lerner, Kenneth N. Levy, Leigh McCullough, Susan H. McDaniel, Nancy McWilliams, Peter E. Nathan, Bruce L. Smith, Javiera Somavia, George E. Vaillant, Jerome C. Wakefield, William H. Watson, Drew Westen.   Il DSM-IV, testo di riferimento per la diagnosi e il trattamento dei disturbi mentali, non ha mancato di suscitare perplessità tra gli operatori della salute mentale per l’eccessiva rigidità nella classificazione delle patologie, che trascura gli aspetti soggettivi e umani. “Dare un senso alla diagnosi” costituisce una fondamentale integrazione al DSM-IV, proponendo di comprendere nell’osservazione diagnostica non solo la descrizione oggettiva dei comportamenti dei pazienti ma anche il significato, conscio e inconscio, che viene loro attribuito. Un invito a psicologi, psichiatri e psicoterapeuti a riconsiderare il problema del “senso” nel lavoro quotidiano con i pazienti.   Il curatore James W. Barron, psicoanalista e psicologo clinico, insegna Psicologia al dipartimento di Psichiatria della Harvard Medical School di Boston, Massachusetts.

Psicopatologia e Rorschach

Nuova edizione

di Catherine Chabert

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 312

L'interpretazione psicoanalitica del Rorschach trova nella psicopatologia il campo di investimento più fecondo, poiché consente di evidenziare le linee di forza caratteristiche della nevrosi, della patologia narcisistica e della psicosi. La nuova edizione di "Psicopatologia e Rorschach" è arricchita di un capitolo sulle manifestazioni della depressione nei funzionamenti limite, elaborato dall'autrice nei suoi più recenti anni di esperienza clinica.   L'autrice   Catherine Chabert, psicoanalista, insegna presso l'Istituto di Psicologia dell'Università di Paris V/René-Descartes ed è membro dell'Association Psychanalytique de France.

L'alleanza terapeutica

Teoria, clinica, ricerca

di Vittorio Lingiardi

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 288

Che cos'è l'alleanza terapeutica? Si può misurare? Quanto dipende dalla personalità e dalla psicopatologia del paziente? Il volume presenta i principali contributi teorici e sperimentali sul tema dell'alleanza in psicoterapia, ovvero del rapporto di collaborazione che si stabilisce tra paziente e terapeuta in relazione ai compiti della terapia. In appendice vengono presentati gli adattamenti italiani dei due principali strumenti di valutazione oggi in uso (WAI e CALSAP) e il primo strumento italiano (IVAT) per la valutazione dell'alleanza a partire dai trascritti delle sedute.   L'autore Vittorio Lingiardi, medico psichiatra e psicologo analista, è professore associato presso la facoltà di Psicologia dell'università La Sapienza di Roma. Per Cortina ha pubblicato "I meccanismi di difesa" (1994) e "Compagni d'amore" (1997).

Il caso clinico

Dal colloquio alla diagnosi

di Nancy McWilliams

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 304

La formulazione psicoanalitica, che differisce dalla diagnosi in senso stretto, implica un maggiore impegno da parte del clinico, che deve valutare le difese, le identificazioni, l’autostima ecc. A ognuno di questi argomenti l’autrice dedica un capitolo, non tralasciando di chiarire i rapporti tra formulazione di un caso, primi colloqui e terapia vera e propria. Il volume è un ottimo manuale per lo studente e una guida per il professionista, impegnati nella pratica o nella formazione in psicoterapia.   L’autrice Nancy McWilliams insegna Teoria psicoanalitica e terapia alla Graduate School of Applied and Professional Psychology del New Jersey. In italiano è stato tradotto il suo “La diagnosi psicoanalitica. Struttura della personalità e processo clinico” (Roma, 1999)

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.