Il tuo browser non supporta JavaScript!

Attenzione, controllare i dati.

Psicologia clinica

Il legame disperante

Il divorzio come dramma di genitori e figli

di Vittorio Cigoli, Carlo Galimberti

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 220

Questo lavoro raccoglie i risultati di una ricerca condotta su famiglie in situazione di separazione o di divorzio per le quali il giudice ha ritenuto opportuno far operare da periti una valutazione del contesto familiare a seguito della richiesta di revisione delle disposizioni relative all'affidamento dei figli. La tematica affrontata copre un'area d'interesse comune a diverse figure professionali: psicologi e psichiatri, in quanto periti incaricati di valutare la situazione familiare; giudici e operatori giuridici in generale, primi gestori di queste realtà così problematiche; operatori dei servizi psicosociali, possibili partner per le due precedenti categorie. Complessivamente il lavoro si presenta come il resoconto di una ricerca effettuata in un settore ponte delle scienze sociali applicate, a cavallo tra psicologia sociale e clinica, attraverso il quale gli autori hanno cercato di formulare una proposta di lettura/valutazione e di intervento rispetto al problema dell'affidamento dei figli nei casi di separazione o divorzio caratterizzati da elevata conflittualità.Gli autoriVittorio Cigoli insegna Psicologia clinica delle relazioni di coppia e di famiglia presso la Facoltà di Psicologia dell’Università Cattolica di Milano, dove dirige l’Alta Scuola di Psicologia Agostino Gemelli. In questa collana ha pubblicato, tra gli altri, L’Intervista clinica generazionale (con G. Tamanza, 2009). Carlo Galimberti è ricercatore presso il Dipartimento di psicologia dell'Università Cattolica di Milano e lavora presso il Centro studi e ricerche sulla famiglia della stessa università. Attualmente si occupa del ciclo di vita della famiglia e della costruzione di strumenti per la rilevazione delle dinamiche familiari.Marina Mombelli è psicologa e lavora presso un Consultorio familiare della struttura sociosanitaria della Lombardia. Da diversi anni si occupa dei temi dell'affidamento dei figli nei casi di separazione coniugale e dell'affidamento eterofamiliare.

La democrazia degli affetti

Formazione psicologica in ospedale

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 264

Dalla teoria psicoanalitica dei codici affettivi proposta da Franco Fornari è derivata una metodologia di intervento nelle istituzioni sociali di grande interesse, sia dal punto di vista delle ricerche sulle ideologie istituzionali che da quello della formazione psicologica degli operatori. In questo volume vengono riportati i dati di un prolungato intervento formativo attuato presso un ospedale generale da un'équipe di analisti di codice, coordinata dallo stesso Fornari. I risultati dell'esperienza tendono a dimostrare la possibilità di accendere un processo istituzionale che punti a realizzare una maggiore democrazia degli affetti. La realizzazione, nell'ambito dei vari gruppi di lavoro, di una più valida integrazione dei codici affettivi è la promessa fondamentale che consente l'elaborazione pacifica del conflitto.L'autoreGustavo Pietropolli Charmet, psicoterapeuta di formazione psicoanalitica, è stato docente di Psicologia dinamica all’Università di Milano-Bicocca. Presiede il Minotauro, istituto di analisi dei codici affettivi, e il Centro di aiuto al bambino maltrattato e alla famiglia in crisi di Milano. Nelle nostre edizioni ha pubblicato I nuovi adolescenti (2000) e Uccidersi. Il tentativo di suicidio in adolescenza (con A. Piotti, 2009).

Trauma, crescita e personalità

di Phyllis Greenacre

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 278

Tecnica del colloquio

di Antonio Alberto Semi

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 128

Come si "fa" concretamente un colloquio? E cosa differenzia un colloquio psichiatrico da una conversazione amichevole? Dall'analisi delle risposte a queste due domande prende le mosse tutto il testo di questo saggio, che - scaturendo dall'esperienza didattica dell'autore - cerca di condurre il lettore dalla descizione minuta dei particolari tecnici (come si prende un appuntamento, che arredamento dovrebbe avere una stanza adibita ai colloqui, come ci si presenta e così via) alla riflessione sul significato di questi particolari e sulle loro implicazioni teoriche e culturali. L'autore è convinto che solo studiando minutamente la tecnica lo psichiatra (o lo psicologo clinico) può giungere ad elaborare uno stile professionale che sia, ad un tempo, personalizzato al massimo e al massimo comunicabile, condizione, quest'ultima, necessaria per il mantenimento dell'equilibrio psichico di chi si occupa della mente degli altri.L'autoreAntonio Alberto Semi è membro ordinario con funzioni di training della Società psicoanalitica italiana ed è stato direttore della Rivista di Psicoanalisi. Nelle nostre edizioni ha pubblicato, tra gli altri, La coscienza in psicoanalisi (2003) e Il metodo delle libere associazioni (2011). 

Il corpo in psicoterapia

di Willy Pasini

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 240

Il riconoscimento reciproco

L’intersoggettività e il Terzo

di Jessica Benjamin

editore: Raffaello Cortina Editore

Jessica Benjamin, autrice del pioneristico “Legami d’amore”, amplia qui la sua teoria del riconoscimento reciproco che soccombe alla complementarietà del “chi agisce e chi è agito”.

Il trattamento basato sulla mentalizzazione per i bambini

Un approccio time-limited

di Nick Midgley, Karin Ensink

editore: Raffaello Cortina Editore

La prima guida clinica esaustiva all’applicazione del trattamento basato sulla mentalizzazione a breve termine (MBT-time limited) per i bambini con difficoltà emotive e comportamentali.

La diagnosi in psichiatria

Ripensare il DSM-5

di Allen Frances

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 254

Questa guida completa e al tempo stesso concisa aiuta il clinico a formulare la diagnosi psichiatrica in modo corretto, evitando trappole che possono indurre in errore. Il testo prende in considerazione i disturbi che più spesso si incontrano nella pratica clinica e per ciascuno di essi fornisce lo specifico codice ICD, una descrizione del prototipo, caveat, suggerimenti diagnostici e precise indicazioni per la diagnosi differenziale. Il libro si conclude con un indice analitico dei sintomi di più frequente osservazione e delle diagnosi a cui sono riconducibili. Allen Frances, clinico di grande esperienza, ha coordinato le task force del DSM-IV ed è noto per essere uno dei critici più severi del DSM-5. Questo libro rappresenta una lettura irrinunciabile per tutti i professionisti della salute mentale che vogliono partecipare al dibattito contemporaneo su luci e ombre della diagnosi psichiatrica. L'autore Allen Frances, una delle massime autorità nel campo della diagnosi psichiatrica, è professore emerito presso il Department of Psychiatry and Behavioral Sciences della Duke University (Durham, North Carolina). Autore di numerosi volumi, ha partecipato alla stesura del DSM-III-R e ha presieduto le task force del DSM-IV.

Modelli di schizofrenia

di Aurelio Molaro

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 224

Nell’ambito dei cosiddetti disturbi mentali, ancora oggi la schizofrenia seguita a mantenere il carattere di un enigma non ancora pienamente risolto e drammaticamente ricco di contraddizioni e sfumature. Riecheggiando, non senza alcuni accenni critici, l’intrinseco pluralismo che da sempre caratterizza tanto le scienze umane quanto, in modo particolare, la psicopatologia, il presente volume intende analizzare alcuni dei principali modelli esplicativi della patologia che storicamente si sono cristallizzati sulla base di determinati paradigmi epistemologici di riferimento. Obiettivo principale del libro è infatti quello di offrire, con il massimo rigore possibile e sulla scorta di una ricca messe bibliografi ca (che contempla, tra gli altri, autori come Kraepelin, Bleuler, Schneider, Jaspers, Binswanger, Minkowski, Freud, Jung, Klein, Bion e Bateson), l’opportunità di fruire delle principali modulazioni teoriche relative al fenomeno schizofrenico e delle loro notevoli implicazioni tanto a livello clinico quanto, soprattutto, a livello filosofico-epistemologico. L'autore Aurelio Molaro è dottorando di ricerca in Filosofia presso l’Università degli Studi di Milano e collabora attivamente con la cattedra di Storia della Psicologia del medesimo ateneo. Con Alfredo Civita ha realizzato il volume Binswanger e Freud. Tra psicoanalisi, psichiatria e fenomenologia (Milano 2012) e ha scritto il capitolo “Fenomenologia, psicologia e psichiatria” per il volume Storia della fenomenologia, a cura di A. Cimino e V. Costa (Roma 2012).

Terapia dinamica interpersonale breve

Una guida clinica

di Alessandra Lemma, Mary Target

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 272

Una preziosa risorsa per i professionisti della salute mentale che abbiano l’obiettivo di adottare tecniche psicodinamiche.

Binge eating e bulimia

Trattamento dialettico-comportamentale

di Eunice J. Chen, Debra L. Safer

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 318

Il manuale offre ai terapeuti nuovi strumenti per aiutare i pazienti a superare il binge eating e la bulimia nervosa, presentando una versione della terapia dialettico-comportamentale appositamente adattata per questa tipologia di pazienti. A differenza degli altri modelli attualmente disponibili, quello proposto dagli autori interpreta il binge eating e la bulimia come strategie disfunzionali di regolazione emotiva e indica come mettere fine alle abbuffate e ai comportamenti di compenso proponendo ai pazienti modalità più funzionali per governare le emozioni dolorose. Gli autori Debra L. Safer lavora presso il dipartimento di Psichiatria dell’Università di Stanford. Christy F. Telch esercita la professione di psichiatra a Palo Alto, in California. Eunice Y. Chen lavora presso il dipartimento di Psichiatria dell’Università di Chicago.

Uccidersi

Il tentativo di suicidio in adolescenza

di Gustavo Pietropolli Charmet, Antonio Piotti

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 344

Perché un adolescente può desiderare la morte? Facendo riferimento a una ricerca che ha coinvolto centinaia di ragazzi, gli autori indagano il rapporto tra suicidio e narcisismo nei “nuovi” adolescenti, insieme fragili e spavaldi. Il modello di intervento proposto è basato sul coinvolgimento, nella presa in carico, del contesto di vita degli adolescenti, in particolare del padre e della madre. Un testo di grandissima utilità per i genitori, gli insegnanti, gli educatori e tutti i professionisti della salute mentale che si occupano di adolescenti. Gli autori Gustavo Pietropolli Charmet, psichiatra e psicoterapeuta, è presidente del “Centro per la famiglia in crisi e il bambino  maltrattato” ed è stato direttore scientifico di “L’amico Charly”, associazione che si occupa di adolescenti in difficoltà. Tra i suoi molti libri ricordiamo I nuovi adolescenti, pubblicato con grande successo nelle nostre edizioni nel 2000. Antonio Piotti, psicologo e psicoterapeuta, svolge attività clinica con adolescenti ad alto rischio.

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.