Il tuo browser non supporta JavaScript!

Attenzione, controllare i dati.

Psicologia del lavoro, dell’organizzazione e dei gruppi

Comunità di pratica

Apprendimento, significato e identità

di Etienne Wenger

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 388

Il volume presenta una teoria dell’apprendimento secondo cui il coinvolgimento nella pratica sociale è il processo fondamentale attraverso cui impariamo.

Gli oggetti di qualità e i loro significati

Il design tra ergonomia di prodotto, di processo e di consumo

di Elisa Bortolanza, Pietro Rutelli

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: pp. 218

Quali significati veicolano gli oggetti di design? Come riflettono la personalità di chi li acquista e come possono, al tempo stesso, rispecchiare in sé l’intero ciclo di progettazione, produzione, distribuzione e consumo? A queste domande rispondono gli autori, mostrando come la psicologia del lavoro e delle organizzazioni, la psicologia dei consumi e della personalità, nonché il marketing, siano discipline coinvolte in questa nuova definizione del rapporto tra domanda e offerta.   Gli autori Pietro Rutelli insegna Psicologia del lavoro e delle organizzazioni all’Università di Cagliari. Tra le sue pubblicazioni “Società della conoscenza e dei consumi” (Milano 2001) e “L’impresa intangibile” (Milano 2004). Elisa Bortolanza, laureata in Relazioni pubbliche e pubblicità allo Iulm di Milano, si occupa del design nel contesto dell’habitat domestico.

Comunicare in modo etico

Un manuale per costruire relazioni efficaci

di M. Teresa Giannelli

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 220

La novità del testo, che ha la struttura di un manuale, sta nel presentare la molteplicità dei fattori rilevanti nella comunicazione interpersonale, introducendo gradualmente il lettore alla complessità del fenomeno. La tesi sostenuta è che si è davvero competenti nel comunicare se si possiede una adeguata capacità relazionale. La buona comunicazione si fonda sulla visione del mondo e dei rapporti con gli altri, sulle qualità umane molto più che sulle abilità dialettiche. In sintesi, si è efficaci nella comunicazione interpersonale se si adottano comportamenti etici.   L’autrice   Maria Teresa Giannelli insegna Tecniche di gruppo alla facoltà di Psicologia dell’Università “La Sapienza” di Roma. Ha pubblicato, tra gli altri, "La ragione delle emozioni” (Roma 1991).

Noi e loro

Gruppi di lavoro nelle organizzazioni

di Luca Amovilli

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 348

I gruppi di cui si legge in gran parte della letteratura sul tema sembrano esistere solo in quei testi, non nella realtà. In ''Noi e loro'', invece, l’approccio al lavoro di gruppo passa attraverso le esperienze e gli eventi della vita organizzativa. In particolare, il libro puntualizza, con esempi e casi concreti, come lo psicologo possa operare professionalmente senza limitarsi alla sfera della diagnosi e dell’intervento sull’individuo, ma agendo insieme al livello del gruppo e dell’organizzazione e utilizzando una serie di categorie semplici ed efficaci. L’autore Luca Amovilli insegna Psicologia del lavoro e delle organizzazioni all’Università ''La Sapienza'' di Roma. Ha pubblicato ''Imparare a imparare'' (Bologna 1994) e ''Organizzare qualità'' (1995).

Dare l'esempio

Buone pratiche di gestione e sviluppo delle risorse umaneIl caso Telecom Italia

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 216

Il volume documenta un’esperienza sia di ricerca sia di formazione che ha avuto come protagonista la famiglia professionale Risorse Umane di Telecom Italia: i diretti protagonisti raccontano alcuni dei progetti realizzati in tutte le aree della gestione delle Risorse Umane. La ricchezza di questo percorso è un esempio prezioso per chiunque si occupi di problemi organizzativi e ritenga fondamentale, per lo sviluppo delle organizzazioni, la creazione di vere e proprie comunità di apprendimento.   I curatori Claudia Piccardo insegna Psicologia delle organizzazioni all’Università di Torino. Nella collana Individuo Gruppo Organizzazione ha pubblicato “Empowerment” (1995), “Etnografia organizzativa” (con A. Benozzo, 1996) e “Il profitto dell’empowerment” (con D. Converso, 2003). Carla Muscatello è responsabile della Formazione di gruppo di Telecom Italia. Carla Trevisani è responsabile del Marketing di Telecom Italia Learning Services, la società di formazione del Gruppo Telecom Italia.

Le forme del mobbing

Cause e conseguenze di dinamiche organizzative disfunzionali

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 188

Obiettivo del volume è evidenziare gli elementi organizzativi, meno conoscibili ma non meno importanti, come fattori facilitanti e co-responsabili del mobbing e inserire questo particolare tipo di conflitto in un più ampio sistema di relazioni. Sono fattori organizzativi come lo stile manageriale, il controllo, il carico di lavoro, il conflitto e l’ambiguità di ruolo, il clima organizzativo, l’eccesso di competizione a generare e sostenere il mobbing, a renderlo sistematico e non facilmente contenibile. Si tratta dunque di superare l’immagine distorta che vede nel fenomeno un problema tra due soli attori, “mobber” e “mobbizzato”, dato che sono le macro-condizioni sociali e organizzative ad alimentarlo.   Il curatore Giuseppe Favretto insegna Psicologia del lavoro e dell’organizzazione all’Università di Verona e Organizzazione del lavoro all’Università di Padova. Tra le sue pubblicazioni “Lo stress nelle organizzazioni” (il Mulino, 1994).

Salute organizzativa

Psicologia del benessere nei contesti lavorativi

di Francesco Avallone, Alessia Paplomatas

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 152

Nelle organizzazioni, gerarchia, procedure e strumenti tradizionali di gestione delle persone appaiono sempre meno adeguati a stimolare motivazione, creatività ed efficacia collettiva, e sempre più all’origine di una dissipazione di energie emotive e progettuali. Dopo una rassegna storica degli studi che hanno indagato la nascita e lo sviluppo della salute organizzativa, gli autori propongono una metodologia di analisi del benessere nelle organizzazioni e di prevenzione dei rischi psicosociali, che consente di attuare una verifica dello “stato di salute” di un’organizzazione e di progettare un piano di interventi finalizzato a migliorare il rapporto persona-contesto di lavoro.   Gli autori Francesco Avallone è preside della facoltà di Psicologia 2 dell’università di Roma “La Sapienza”, dove insegna Psicologia del lavoro. Tra le sue pubblicazioni, “Psicologia del lavoro” (Roma, 1994) e “Il lavoro nelle organizzazioni” (Milano, 2001). Alessia Paplomatas lavora presso il Servizio di prevenzione e sicurezza negli ambienti di lavoro dell’Azienda USL di Frosinone.

Il vantaggio del clima

La ricerca di clima per lo sviluppo organizzativo

di Alessia D'Amato, Vincenzo Majer

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 180

La gestione delle risorse umane, le relazioni interpersonali, il management, i conflitti a qualsiasi livello – tutto ciò che influenza il clima organizzativo – rappresentano spesso ostacoli di grande rilevanza per il perseguimento dell’efficienza organizzativa. Diagnosticare il clima e monitorarne l’evoluzione costituisce un fondamentale strumento di conoscenza che consente di evitare, con una diagnosi precoce, lo sviluppo di dinamiche conflittuali, disfunzionali rispetto al conseguimento degli obiettivi organizzativi e alla qualità della vita di chi lavora in un’organizzazione.   Gli autori Vincenzo Majer insegna Psicologia delle organizzazioni all’Università di Firenze. Alessia D’Amato svolge attività di ricerca in Psicologia del lavoro e delle organizzazioni all’Università di Bologna.

Motivare

di Claudio G. Cortese

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 156

Dove trovare nuove energie in grado di alimentare la nostra motivazione? E come motivare le persone che lavorano con noi? A tali domande risponde qui in modo semplice e chiaro l’autore, analizzando l’influenza che sulla motivazione esercitano differenti scelte organizzative, relative all’assegnazione dei compiti, ai dispositivi di partecipazione alle decisioni, al lavoro per obiettivi, alla valutazione delle prestazioni, alle politiche di incentivazione e retribuzione, agli stili di comunicazione. L’autore Claudio G. Cortese insegna Organizzazione e gestione delle risorse umane presso la facoltà di Psicologia dell’Università di Torino. Nelle nostre edizioni ha già pubblicato “Gioco di squadra” (con G.P. Quaglino, 2003).

Progettare la carriera

di Franco Fraccaroli

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 160

Questo volume affronta il tema della carriera adottando come chiave di lettura l’interazione tra il modo in cui le persone pianificano le proprie esperienze di lavoro e il modo in cui le organizzazioni tentano di renderle compatibili con le esigenze di produttività e di sviluppo. Così il progettare la carriera è da considerare come un efficace strumento di gestione delle risorse umane attraverso il quale stimolare la motivazione, accrescere il senso di appartenenza, gratificare quella parte dei collaboratori considerata importante e strategica. L’autore Franco Fraccaroli insegna Psicologia del lavoro e delle organizzazioni all’Università di Trento. Nelle nostre edizioni ha già pubblicato “Il cambiamento nelle organizzazioni” (1998) e “Le professioni dello psicologo” (con G. Sarchielli, 2002).

Progettare la carriera

di Franco Fraccaroli

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 160

Questo volume affronta il tema della carriera adottando come chiave di lettura l’interazione tra il modo in cui le persone pianificano le proprie esperienze di lavoro e il modo in cui le organizzazioni tentano di renderle compatibili con le esigenze di produttività e di sviluppo. Così il progettare la carriera è da considerare come un efficace strumento di gestione delle risorse umane attraverso il quale stimolare la motivazione, accrescere il senso di appartenenza, gratificare quella parte dei collaboratori considerata importante e strategica. L’autore Franco Fraccaroli insegna Psicologia del lavoro e delle organizzazioni all’Università di Trento. Nelle nostre edizioni ha già pubblicato “Il cambiamento nelle organizzazioni” (1998) e “Le professioni dello psicologo” (con G. Sarchielli, 2002).

Psicologia e qualità

La qualità come pratica e come valore

di P. Giorgio Gabassi, M. Lisa Garzitto

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 152

Vengono analizzati gli aspetti psicologici della qualità: da un lato le procedure organizzative che concorrono a “creare qualità” (“Total Quality Management”), dall’altro la valutazione che il cliente dà della qualità in termini sia di prodotto sia di servizio (“Customer Satisfaction”). Per ottenere l’eccellenza non è sufficiente proporsi di fare qualità ma è necessario maturare culture organizzative che portino a “essere qualità”.   Gli autori Pier Giorgio Gabassi è professore di Psicologia del lavoro e delle organizzazioni all’Università di Trieste. Maria Lisa Garzitto insegna Psicologia della comunicazione all’Università di Trieste. Giantullio Perin insegna Psicologia dell’organizzazione all’Università di Trieste.

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.