Il tuo browser non supporta JavaScript!

Attenzione, controllare i dati.

Psicopatologia e psicopatologia dello sviluppo

Psicopatologia del senso comune

Di grandi idee e problemi quotidiani

di Giovanni Stanghellini

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 280

Coloro che chiamiamo schizofrenici ignorano, o talora rifiutano, il modo di conoscere mediato dal senso comune, mentre la vulnerabilità alle psicosi maniaco-depressive è contraddistinta da un'identificazione eccessiva con i ruoli, le norme e i valori sanciti dalla società. Attraverso la nozione di "perdita del senso comune", questo libro ci accompagna in un viaggio nel mondo delle psicosi gravi, da cui lo psichiatra, ma anche i pazienti e chi si prende cura di loro, hanno molto da imparare. L'autore Giovanni Stanghellini, psichiatra, insegna Psicologia dinamica all'Università di Chieti. Nelle nostre edizioni ha già pubblicato ''Psicopatologia della schizofrenia'' (con M. Rossi Monti, 1999).

Borderline

Struttura, categoria, dimensione

di Cesare Maffei

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 496

Affrontando il tema della diagnosi della personalità borderline, l’autore integra tre prospettive — strutturale, categoriale, dimensionale — considerate in genere indipendenti o contrapposte. Solo l’utilizzo di fonti differenti di conoscenza consente infatti di evidenziare la singolarità di ogni paziente e dunque di progettare interventi terapeutici specifici. Il volume contiene casi clinici descritti secondo tali prospettive e in appendice la BMVP(A D), Batteria multidimensionale per la valutazione della personalità adattiva e disadattiva. L’autore Cesare Maffei insegna Psicologia clinica all’università Vita-Salute San Raffaele di Milano e ha fondato l’Associazione italiana per lo studio dei disturbi di personalità.

Metodi e strumenti di valutazione in psicopatologia dello sviluppo

 

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 394

Nella cornice teorica della psicologia dinamica e clinica dello sviluppo, il testo Metodi e strumenti di valutazione in psicopatologia dello sviluppo offre una trattazione critica e aggiornata dei principali strumenti di valutazione del bambino in età prescolare e scolare: scale di sviluppo, di osservazione dell’interazione genitore-bambino e di valutazione dell’attaccamento, interviste e questionari “cross-informant” self-report e report-form, test cognitivi, test di linguaggio e test proiettivi di personalità. Il processo di valutazione è integrato con una metodologia clinica utile per individuare il rischio e-vo¬lutivo e per la diagnosi dei disturbi più significativi nell’età evolutiva. Oltre a descrivere le norme basilari per la somministrazione dei test, il manuale offre modelli concettuali per la costruzione di profili di sviluppo neuropsicologico, cognitivo, linguistico e affettivo, nel cui contesto vanno confrontati i risultati dei test. Il volume è corredato da un’ampia casistica clinica che ripercorre il percorso di valutazione partendo dall’anamnesi, passando dalla codifica e interpretazione dei test e arrivando alla formulazione di una diagnosi. La metodologia valutativa esposta è inoltre affiancata dalla descrizione di recenti risultati della ricerca clinica, specifica per ogni strumento valutativo presentato. Gli autori Loredana Lucarelli è professore associato di Psicologia dinamica presso la facoltà di Scienze della formazione dell’Università degli Studi di Cagliari. È fra gli autori del Manuale di psicopatologia dell’infanzia a cura di Massimo Ammaniti (Milano 2001). Francesca Piperno, ricercatore, psicoanalista IPA, è docente nella Scuola di specializzazione in Neuropsichiatria infantile, Università “La Sapienza” di Roma. Martina Balbo, psicologa e psicoterapeuta a orientamento sistemico relazionale, è professore a contratto presso la facoltà di Psicologia 1 dell’Università “La Sapienza” di Roma.

Il modello dinamico-maturativo dell'attaccamento

di Patricia M. Crittenden

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 228

Il volume raccoglie i saggi più recenti di Patricia Crittenden, offrendo la panoramica più aggiornata sul modello dinamico-maturativo dell’attaccamento. Con ciò intende rispondere alle esigenze diagnostiche ed esplicative dei clinici interessati a disporre di strumenti concettuali e valutativi utili per dare significato ai fenomeni psicopatologici e per impostare progetti terapeutici rigorosamente fondati. In particolare, il modello dinamico-maturativo illustra, sullo sfondo della teoria dell’attaccamento, le strategie messe in atto per far fronte ai contesti a più alto rischio, operando nuove distinzioni funzionali all’interno delle grandi categorie degli attaccamenti “insicuri” o “disorganizzati”. Il testo è diviso in due parti: una prima parte teorica chiarisce come sviluppo infantile e genitorialità siano connessi con la strutturazione, in base a esperienze di apprendimento interpersonale, di strategie protettive e di elaborazione mentale delle informazioni. Segue l’applicazione del modello teorico a contesti caratterizzati da maltrattamento dei minori, collocazione in affido, intervento precoce sui disturbi relazionali, violenza in famiglia e abuso di sostanze, al fine di prevenire sia gravi disturbi mentali sia futuri problemi di genitorialità. L'autrice Patricia M. Crittenden si è specializzata in ecologia sociale e sviluppo della famiglia sotto la guida di Mary Ainsworth. Dalle esperienze in ambito di educazione speciale e di tutela dei minori ha ricavato, oltre a numerosi studi empirici, un approccio alla valutazione e all’interpretazione delle strategie di attaccamento volto principalmente all’applicazione clinica. Svolge un’attività didattica internazionale ed è presidente della International Association for the Study of Attachment.

Demenza

100 esercizi di stimolazione cognitiva Con CD-Rom Win/Mac compatibile

di Susanna Bergamaschi, Pamela Iannizzi

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 280

Il volume è un pratico strumento operativo per coloro che operano nel campo delle demenze (psicologi, neuropsicologi, tecnici della riabilitazione e operatori sociosanitari) in strutture territoriali come case di cura, centri residenziali per anziani o ambulatori specifici. L’obiettivo è fornire un vasto repertorio di esercizi da utilizzare in trattamenti di riabilitazione neuropsicologica rivolti a gruppi di pazienti con deterioramento cognitivo lieve o moderato. Le risorse online contengono le schede dei 100 esercizi proposti da utilizzare secondo le istruzioni fornite. Le autrici Susanna Bergamaschi lavora presso l’ambulatorio di Neuropsicologia della Casa di Cura di Cremona. Pamela Iannizzi lavora presso il dipartimento di Medicina clinica e sperimentale dell’Università di Padova. Sara Mondini insegna Psicobiologia all’Università di Padova. Daniela Mapelli insegna Tecniche di riabilitazione neuropsicologica all’Università di Padova.  

Pazienti trattabili e non trattabili

I disturbi di personalità

di Michael H. Stone

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 306

La capacità di riflettere su di sé, la motivazione e le circostanze di vita sono le variabili che condizionano la possibilità per il paziente di trarre beneficio da una psicoterapia. Sulla base della sua lunga esperienza, Michael Stone illustra i diversi fattori che possono aiutare i clinici nella valutazione del paziente sotto il profilo delle potenzialità di miglioramento. Focalizzando l’attenzione su quali soggetti risponderanno all’intervento psicoterapeutico e quali si mostreranno invece resistenti, il volume è di particolare utilità per determinare con quali pazienti è ragionevole attendersi un successo e con quali il fallimento rappresenta quasi una certezza. L’autore Michael H. Stone insegna Psichiatria al Columbia College of Physicians and Surgeons di New York.

Trattare l'autismo

Il metodo Floortime per aiutare il bambino a rompere l’isolamento e a comunicare

di Stanley I. Greenspan, Serena Wieder

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: pp. 436

Edizione italiana a cura di Maria Teresa Sindelar Per la prima volta viene presentato in un unico volume il metodo Floortime per il trattamento dell’autismo, proposto da Stanley Greenspan,tra i massimi esperti a livello internazionale, e i cui straordinari successi sono noti ai genitori e ai professionisti di ogni parte del mondo. Non solo la tecnica Floortime fornisce a tutta la famiglia gli strumenti per favorire ogni giorno lo sviluppo del bambino, ma il carattere globale del programma serve da guida a psicologi, logopedisti ed educatori per collaborare con i familiari, formando insieme una “squadra” davvero efficace. Gli autori Stanley I. Greenspan insegna Pediatria alla George Washington Medical School. Nelle nostre edizioni ha già pubblicato I bisogni irrinunciabili dei bambini (con T.B. Brazelton, 2001). Serena Wieder, psicologa clinica, è specializzata nella diagnosi e nel trattamento dei disturbi emotivi e dello sviluppo nella prima infanzia.

Il funzionamento del paziente psichiatrico: manuale di valutazione

Verso un nuovo Asse V del DSM

di James A. Kennedy

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 304

L’Asse V di Kennedy o Asse K è uno strumento alternativo alla Scala per la Valutazione Globale del Funzionamento (VGF) dell’Asse V del DSM-IV, considerata da molti di insufficiente efficacia. A differenza del VGF, l’Asse K propone un approccio multidimensionale alla valutazione del paziente che indaga sette aree:  accanto alla valutazione quantitativa del funzionamento, il clinico può descrivere le caratteristiche qualitative del problema del paziente. Oltre al suo utilizzo nella fase di osservazione iniziale, l’Asse K si propone come strumento di valutazione per indagare i cambiamenti a medio e lungo termine. L’autore James A. Kennedy insegna Psichiatria all’University of Massachusetts Medical School (Worcester, Massachusetts).

Psicoterapia psicodinamica della depressione

di Fredric N. Busch, Marie Rudden

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 216

Gli autori descrivono con chiarezza e concisione un modello di terapia psicodinamica della depressione, costruito per intervenire sulla conflittualità interna che contribuisce all’eziopatogenesi di diversi disturbi dello spettro depressivo. Questi tipo di trattamento si rivela utile sia all’interno di interventi integrati sia come terapia efficace di per sé. Sono riportati numerosi casi clinici, che illustrano le più comuni costellazioni dinamiche presenti in soggetti con disturbi dell’area depressiva e mostrano le tecniche d’intevento utilizzate per coinvolgere i pazienti nella terapia. Un volume per tutti i clinici, indipendentemente dal loro orientamento teorico. Gli autori Fredric N. Busch insegna Clinica psichiatrica al Weill Medical College della Cornell University, New York. Marie Rudden insegna Clinica psichiatrica al Weill Medical College della Cornell University, New York. Theodore Shapiro è professore emerito di Psichiatria infantile al Weill Medical College della Cornell University, New York.

Quando le emozioni diventano cibo

Psicoterapia cognitiva del Binge Eating Disorder

di Patrizia Todisco, Piergiuseppe Vinai

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 154

La relazione tra cibo ed emozioni è un labirinto inestricabile in cui possono perdersi anche i terapeuti più esperti. Questo testo vuole fornire un contributo teorico-pratico, supportato da una rassegna ragionata della più recente letteratura internazionale, alla conoscenza e al trattamento di una patologia alimentare che, pur essendo molto diffusa, è ancora poco studiata: il disturbo da alimentazione incontrollata o Binge Eating Disorder (BED). L’intento del volume è definire le caratteristiche psicopatologiche e i pensieri disfunzionali che guidano il comportamento dei pazienti affetti da BED per poterli affrontare con gli strumenti della psicoterapia cognitiva. Lungi dal voler proporre un protocollo standardizzato d’intervento, gli autori intendono suggerire strategie e modalità operative utilizzabili nella pratica quotidiana, una sorta di trama terapeutica da modificare in base alla personalità, alle specifiche esperienze di attaccamento e al peculiare sistema di scopi e credenze di ciascun individuo. Gli autori Piergiuseppe Vinai, medico psicoterapeuta, è ricercatore presso la scuola di psicoterapia cognitiva “Studi cognitivi” di Milano, diretta da Sandra Sassaroli. Patrizia Todisco, medico specialista in Medicina interna e psicoterapeuta, è dirigente medico presso il Centro pilota regionale per i Disturbi del comportamento alimentare dell’Azienda ospedaliera “Spedali Civili” di Brescia. Insegna all’Università degli Studi di Milano-Bicocca e alla scuola di psicoterapia cognitiva “Studi cognitivi”.

Un modello alcologico semplice per i trattamenti complessi

Manuale di formazione per l'operatore in campo alcologico

di Natalino Filippin, Laura Sartor

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 250

Come  affrontare i disagi legati alla dipendenza alcolica e sostenere le famiglie colpite dal problema del bere? In che modo organizzare i servizi che se ne occupano e monitorare e valutare gli interventi? Il testo offre una valida guida agli operatori che devono impostare interventi efficaci per persone e famiglie con problemi alcol-correlati. Viene proposto un modello di trattamento che si rifà all'approccio ecologico-sociale di Vladimir Hudolin, che riesce a integrare le diverse risorse del teritorio in funzione di una proposta di cambiamento di stile di vita consentendo di affrontare semplici difficoltà o situazioni di profonda lacerazione, problemi complessi di poliabuso, doppia diagnosi ed emarginazione sociale, In questo sistema terapeutico allargato, la famiglia con difficoltà legate alla dipendenza alcolica, attraverso la partecipazione a processi di formazione permanente e di riabilitazione, comincia a essere considerata non solo un ploblema ma una risorsa per le altre famiglie e per la comunità. Il volume si rivolge a tutti gli operatori pubblici e privati che lavorano nel campo delle dipendenze, ai volontari che operano nei sistemi alcologici territoriali e nei gruppi di auto-aiuto, agli studenti e a quanti intendono approfondire tale tematica. I curatori Natalino Filippin, psicologo e psicoterapeuta di indirizzo sistemico, lavora presso l'azienda ULSS 8 di Castelfranco Veneto, ed è responsabile del servizio alcologia (SeRAT). Laura Sartor, psicologa, specializzata in psicoterapia sistemica, lavora presso l'azienda ULSS 8 di Castelfranco Veneto al progetto "consultorio giovani" all'interno del consultorio familiare e come consulente presso il centro per disabili "Atlantis".

Narrazione e attaccamento nelle patologie alimentari

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 300

‘’Narrazione e attaccamento nelle patologie alimentari’’ esplora l’intersezione fra due idee-guida della psicologia dello sviluppo e della psicologia clinica attuali: l’importanza delle relazioni di attaccamento e il peso del pensiero narrativo nella formazione della personalità. Si indagano le possibilità offerte dall’analisi testuale delle interviste ottenute con l’Adult Attachment Interview. Considerate alla stregua di narrazioni, esse esprimono i modelli operativi interni e rendono manifesto come le relazioni di attaccamento contribuiscano a formare le modalità con cui ciascuno apprende a narrare di sé. I curatori Olga Codispoti, psicologa e psicoterapeuta, è stata fino al 2004 professore ordinario di Psicologia clinica presso la Facoltà di Psicologia dell’Università di Bologna. È autrice di numerose pubblicazioni sulle relazioni tra emozioni e comportamento e di alcuni manuali di psicologia clinica. Alessandra Simonelli è ricercatrice presso la Facoltà di Psicologia dell’Università di Bologna, dove insegna Psicopatologia dello sviluppo, ed è autrice di numerose pubblicazioni sullo sviluppo delle interazioni precoci e sull’attaccamento.

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.