Il tuo browser non supporta JavaScript!

Attenzione, controllare i dati.

Psicoterapia e Psicoanalisi: Psicoterapia di gruppo

Mindfulness e comportamenti di dipendenza

Guida pratica per la prevenzione delle ricadute

di Sarah Bowen, Neha Chawla

pagine: 226

Questo libro dedicato ai comportamenti di dipendenza presenta un programma di prevenzione delle ricadute molto innovativo, che integra la pratica della mindfulness con strategie cognitive e comportamentali evidence-based. Il programma prevede otto sessioni di gruppo, in cui i partecipanti abbandonano i loro abituali schemi di pensiero e acquisiscono abilità concrete per affrontare le sfide quotidiane del percorso di recupero. Si offrono ai clinici linee-guida dettagliate per condurre ogni sessione, tracce esemplificative delle meditazioni guidate e più di venti schede e moduli riproducibili. Edizione italiana a cura di Marina Devoti, Mariagrazia Movalli, Martina Testa Gli autori Sarah Bowen lavora presso l’Addictive Behaviors Research Center dell’Università di Washington. Neha Chawla, psicologa clinica, si occupa dello sviluppo dei trattamenti basati sulla mindfulness. G. Alan Marlatt (1941-2011) è stato direttore dell’Addictive Behaviors Research Center e professore di Psicologia all’Università di Washington.

Lo psicodramma gruppoanalitico

di Giulio Gasca

pagine: 256

Qual è l’elemento che accomuna la gruppoanalisi, lo psicodramma e le terapie di gruppo? È il creare uno spazio distinto dalla realtà quotidiana, in cui conflitti, sogni, eventi passati possano, come in un teatro, venire rivissuti e assumere un nuovo significato. Il movimento espressivo, le relazioni dell’attività di gruppo, l’uso di immagini possono portare a significativi miglioramenti nei pazienti psichiatrici gravi, ristabilendo un contatto tra il mondo interno che il paziente non riesce a controllare e la realtà esterna come linguaggio collettivo condiviso. L'autore Giulio Gasca, psichiatra e analista di formazione junghiana, insegna Psicopatologia generale presso la scuola per psicoterapeuti COIRAG di Torino e Metodologia dello psicodramma presso la stessa scuola nelle sedi di Torino e di Palermo.

Gruppoanalisi soggettuale

Sezione gruppo analisi

di Girolamo Lo Verso, Marie Di Blasi

pagine: 388

Evidenziando la necessità di rivisitare le teorie dinamiche, cliniche e terapeutiche in chiave relazionale, gli autori offrono un'articolata rassegna sullo sviluppo della teoria gruppoanalitica soggettuale. Il testo è diviso in quattro parti. La prima sistematizza le basi teoriche, soffermandosi sul tema della costruzione relazionale del Sé; la seconda affronta la dimensione della clinica e dell'intervento terapeutico, riportando esperienze che suggeriscono possibili strategie d'intervento; la terza e la quarta parte analizzano il rapporto tra la clinica e l'antropologia e tra la clinica e la ricerca empirica. Girolamo Lo Verso insegna Psicoterapia all'Università di Palermo. Nella collana di Psicologia clinica ha pubblicato, tra gli altri, La cura relazionale (con G. Lo Coco, 2006). Marie Di Blasi insegna Psicologia clinica all'Università di Palermo.

Il gruppo esperienziale

pagine: 232

Se è vero che, come sosteneva Freud, "la psicologia individuale è, al tempo stesso, fin dall'inizio, psicologia sociale", l'aumento delle pratiche di gruppo in ambito psicoanalitico rende necessari un'evoluzione formativa e un aggiornamento sul tema. Occorre, infatti, rielaborare criticamente l'eperienza che tutti possiamo fare di noi stessi, del nostro stare in gruppo, delle occasioni di legame e conoscenza che il gruppo offre, evitando il rischio di concepirlo come gruppo-massa, anzichè come gruppo pensante ed evolutivo. Questo gruppo longitudinale, comprendente riflessioni che datano dal primo gruppo esperienzale condotto negli anni Settanta da Francesco Corrao per i soci del "Pollaiolo" di Roma fino a esperienze attualmente condotte da Claudio Neri e da Stefani Marinelli nel contesto univeristario, presenta l'evoluzione teorica e tecnica della ricerca psicoanalitica in questo ambito,  modelli storici legati all'introduzione in Italia del pensiero di Bion e i risultati più recenti della pratica formativa. I curatori Stefania Marinelli insegna Psicologia clinica presso la facoltà di Medicina e psicologia della "Sapienza" Università di Roma. E' socio ordinario con funzioni di training dell'IPG (Istituto italiano di psicoanalisi di gruppo) e membro dell'EFPP (European Federation for Psychoanalytic Psychotherapy in the Public Sector); è psicoterapeuta psicoanalita SIPP (Società Italiana di psicoterapia psicoanalitica). Ha fondato nel 2000 l'ARGO (Associazione per la ricerca sul gruppo omogeneo). E' autrice di numerose pubblicazioni. Claudio Neri è professore ordinario presso la facoltà di Medicina e psicologia della "Sapienza" Università di Roma; visiting professor presso le universItà Lumière Lyon II e Descartes Paris V. E' membro ordinario con funzioni didattiche della SPI (Società psicoanalitica italiana), della IPA (International Psychoanalytic Association), della IAGP (International Association for Group Psychotherapy and Group Processes) e del London Institute of Group Analysis.   E' anche membro onorario della COIRAG e della ARGO. E' autore di numerose pubblicazioni.  

Il gruppo in teoria e in pratica

L'intersoggettività come forza produttiva

di Cesare Kaneklin

pagine: 270

L’autore mostra come il gruppo, da oggetto di indagine che merita attenzione per la sua presenza in molteplici contesti, possa diventare strumento professionale di lavoro, come cioè sia possibile istituire diversi tipi di gruppo al fine di intervenire nella realtà sociale. Nella prima parte del volume si propone un esame critico delle principali teorie, focalizzandosi sullo sviluppo del tema nella prospettiva psicosociologica. La seconda parte si concentra su alcune dimensioni del gruppo di lavoro oggi, partendo dalla pratica professionale ed evidenziando aspetti relativi alla conduzione. L'autore Cesare Kaneklin insegna Psicologia dei gruppi e delle organizzazioni all’Università Cattolica di Milano. Nelle nostre edizioni ha pubblicato Formazione e narrazione (con G. Scaratti, 1998).

Le psicoterapie

Teorie e modelli d’intervento

pagine: 972

Le psicoterapie, prendendo in esame tutte le principali scuole – la psicoterapia psicodinamica, la terapia cognitivo-comportamentale, la psicoterapia interpersonale, la psicoterapia supportiva, la terapia di gruppo, familiare e di coppia –, è un testo fondamentale per gli studenti, gli studiosi e gli psicoterapeuti di ogni orientamento, indipendentemente dal loro background culturale. Glen Gabbard ha riunito gli studiosi più autorevoli nei differenti ambiti per realizzare un volume organizzato in modo magistrale. Oltre alle terapie individuali e di gruppo, sono trattate le forme di psicoterapia integrata, il rapporto tra farmaci e psicoterapia e gli aspetti etico-deontologici della professione. Strutturato per facilitare il confronto tra le diverse modalità di trattamento, questo manuale, facile da consultare, non dovrebbe mancare negli scaffali di ogni professionista della salute mentale. L'autore Glen O. Gabbard, uno dei più autorevoli psichiatri psicodinamici contemporanei, dirige la Clinica psichiatrica del Baylor College of Medicine di Houston. Nelle nostre edizioni ha pubblicato, tra gli altri, Psichiatria psicodinamica (2007).

Araba fenice

Valutazione dei risultati nella psicoterapia psicodinamica breve di gruppo

pagine: 294

L’araba fenice è l’uccello mitico in grado di rinascere a nuova vita dalle sue ceneri, e si presta a essere una vivida metafora per illustrare il cambiamento in psicoterapia. Questo volume descrive l’esperienza di una psicoterapia psicodinamica breve di gruppo condotta secondo il modello analitico-transazionale integrato con gli approcci gestaltico, psicoanalitico e della programmazione neurolinguistica. Il trattamento è osservato sia dalla prospettiva della didattica sia da quella della ricerca. La descrizione degli incontri, le riflessioni diagnostiche e quelle sul processo psicoterapeutico in atto sono condotte da specializzandi all’inizio della formazione clinica, fornendo così un esempio concreto e realistico del farsi dell’esperienza clinica attraverso modelli teorici e strumenti diagnostici diversi. L’analisi dell’esito e del processo è attuata da ricercatori in psicoterapia, che applicano al gruppo sia strumenti derivati dalla valutazione nel setting individuale provenienti da consolidate tradizioni di ricerca sia strumenti costruiti appositamente per descrivere e operazionalizzare concetti analitico-transazionali. Completa il testo un follow-up condotto a cinque anni di distanza, che mostra la persistenza del cambiamento e la traccia positiva che l’esperienza di una psicoterapia breve di gruppo può lasciare nella vita dei partecipanti. I curatori Marco Sambin, psicoterapeuta, è professore ordinario di Modelli teorici di clinica e di psicoterapia psicodinamica e di Teoria e tecnica della dinamica di gruppo presso l’Università degli Studi di Padova. Enrico Benelli, psicologo e psicoterapeuta, è dottorando di ricerca presso la Scuola di dottorato in Scienze psicologiche dell’Università degli Studi di Padova.

L'efficacia clinica delle psicoterapie di gruppo

pagine: 238

Qual è l’efficacia delle terapie di gruppo nella pratica clinica quotidiana? Con quali tipologie di pazienti si ottengono i migliori risultati? In quali contesti? Il testo raccoglie importanti contributi basati su un modello di ricerca che ha come obiettivo principale il miglioramento dei trattamenti per la cura dei pazienti, focalizzandosi sull’efficacia clinica dei gruppi in diversi contesti applicativi, sul legame che intercorre tra processo ed esito psicoterapeutico, e sul confronto con l’utilizzo dei gruppi terapeutici in altri paesi. I curatori Gianluca Lo Coco insegna Psicologia clinica all’Università di Palermo. Nella collana “Psicologia clinica e Psicoterapia” ha pubblicato, con G. Lo Verso, La cura relazionale (2006). Claudia Prestano si occupa di ricerca in ambito psicologico all’Università di Palermo. Girolamo Lo Verso insegna Psicoterapia all’Università di Palermo. Nella collana “Psicologia clinica e Psicoterapia” ha pubblicato, tra gli altri, Gruppi (con F. Di Maria, 2002).

La ricerca in psicoterapia

Modelli e strumenti

pagine: 954

Il volume raccoglie i contributi originali dei principali studiosi italiani nel campo della ricerca in psicoterapia. Per la prima volta la comunità di ricercatori italiani si dà un appuntamento unitario e dialoga con i principali modelli di ricerca internazionali. Gli argomenti trattati – aspetti generali della ricerca in psicoterapia, principali costrutti e strumenti di misurazione, modelli di intervento clinico – e una bibliografia di oltre 2000 voci fanno di questo volume il testo più completo e aggiornato sull’argomento e lo candidano a essere un riferimento indispensabile per clinici e ricercatori. I curatori Nino Dazzi è docente di Psicologia dinamica all’università “La Sapienza” di Roma, dove è anche prorettore. Tra le sue pubblicazioni ‘’Psicologia dinamica’’ (con A. De Coro, Laterza 2004). Vittorio Lingiardi è docente di Psicopatologia generale all’università “La Sapienza” di Roma. Nelle nostre edizioni ha pubblicato, tra gli altri, ‘’La valutazione della personalità con la SWAP-200’’ (con D. Westen e J. Shedler, 2003). Antonello Colli svolge il dottorato di ricerca presso il dipartimento di Psicologia dinamica e clinica dell’università “La Sapienza” di Roma.

L'anoressia mentale

Dalla terapia individuale alla terapia familiare

di Mara Selvini Palazzoli

pagine: 306

''L'anoressia mentale'', uno dei grandi classici della letteratura psicoterapeutica, rappresenta la storica evoluzione di un importante percorso di ricerca. Agli inizi del suo lavoro, Mara Selvini Palazzoli sperimentò la psicoanalisi classica come terapia nei casi di anoressia mentale, ma oltre quindici anni di esperienza come psicoterapeuta individuale la indussero ad applicare una nuova metodologia, che richiede la presa in carico dell'intero nucleo familiare, e ad adottare il nuovo modello "sistemico" che tanto interesse avrebbe suscitato nell'ambiente scientifico di tutto il mondo. L'autrice Mara Selvini Palazzoli (1916-1999), terapeuta di fama internazionale, è l'autrice di scritti fondamentali tradotti in molte lingue. Nelle nostre edizioni ha pubblicato "I giochi psicotici nella famiglia" (1988), "Ragazze anoressiche e bulimiche" (1998), entrambi in collaborazione con S. Cirillo, M. Selvini e A.M. Sorrentino, e "Paradosso e controparadosso" (con L. Boscolo, G. Cecchin e G. Prata, 2003).

La cura relazionale

Disturbo psichico e guarigione nelle terapia di gruppo

di Gianluca Lo Coco, Girolamo Lo Verso

pagine: 174

Superando la tradizionale visione individualistica, il volume propone una lettura della sofferenza psichica come fenomeno relazionale, non riducibile solo al funzionamento del singolo individuo ma come evento che acquista significato entro la rete di relazioni in cui il soggetto è inserito. Questa differente lettura della patologia psichica implica l’elaborazione di metodi di cura che prevedano la relazione molteplice tra individui come strumento di cambiamento. Compito del curante è dunque quello di predisporre progetti terapeutici capaci di includere le reti relazionali significative del paziente, come la famiglia, i gruppi, i contesti di appartenenza.   Gli autori   Gianluca Lo Coco insegna Psicologia clinica all’Università di Palermo. Tra le sue pubblicazioni, “Il lavoro clinico con i gruppi nel sociale’’ (con G. Lo Verso e T. Federico, Roma 2000). Girolamo Lo Verso insegna Psicoterapia all’Università di Palermo. È l’autore di “La psicodinamica dei gruppi’’ (con F. Di Maria, 1995) e il curatore di “Epistemologia e psicoterapia’’(con M. Ceruti, 1998) e “Gruppi’’ (con F. Di Maria, 2002), tutti pubblicati nella collana Psicologia clinica e psicoterapia.

Lo psicodramma psicoanalitico

Manuale per le istituzioni

di Edoardo Razzini

pagine: 232

A partire da un lavoro di sistematizzazione dei principali aspetti teorici che stanno alla base dello psicodramma psicoanalitico, l’autore propone un ampio materiale clinico che ne illustra le possibilità applicative in differenti contesti e con varie tipologie di pazienti. Nelle istituzioni psichiatriche, la terapia di soggetti gravi o di pazienti in età evolutiva si giova particolarmente di questa tecnica che, attraverso il ricorso alla dimensione scenica, favorisce un progressivo recupero del funzionamento sul piano simbolico. Lo psicodramma psicoanalitico si rivela non meno utile in campo formativo o educativo, favorendo un apprendimento carico di affetti.   L’autore Edoardo Razzini, psichiatra, lavora all’ospedale San Paolo, è didatta dell’Associazione italiana di psicodramma psicoanalitico e socio dell’Associazione di psicoterapia di gruppo.

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.