Il tuo browser non supporta JavaScript!

Attenzione, controllare i dati.

Psicoterapia familiare e sistemica

La ricerca in psicoterapia

Modelli e strumenti

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 954

Il volume raccoglie i contributi originali dei principali studiosi italiani nel campo della ricerca in psicoterapia. Per la prima volta la comunità di ricercatori italiani si dà un appuntamento unitario e dialoga con i principali modelli di ricerca internazionali. Gli argomenti trattati – aspetti generali della ricerca in psicoterapia, principali costrutti e strumenti di misurazione, modelli di intervento clinico – e una bibliografia di oltre 2000 voci fanno di questo volume il testo più completo e aggiornato sull’argomento e lo candidano a essere un riferimento indispensabile per clinici e ricercatori. I curatori Nino Dazzi è docente di Psicologia dinamica all’università “La Sapienza” di Roma, dove è anche prorettore. Tra le sue pubblicazioni ‘’Psicologia dinamica’’ (con A. De Coro, Laterza 2004). Vittorio Lingiardi è docente di Psicopatologia generale all’università “La Sapienza” di Roma. Nelle nostre edizioni ha pubblicato, tra gli altri, ‘’La valutazione della personalità con la SWAP-200’’ (con D. Westen e J. Shedler, 2003). Antonello Colli svolge il dottorato di ricerca presso il dipartimento di Psicologia dinamica e clinica dell’università “La Sapienza” di Roma.

Figli disabili

La famiglia di fronte all'handicap

di Anna M. Sorrentino

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 190

Il volume, che colma un vuoto nella saggistica sul tema, prende avvio da un’esperienza ventennale nell’ambito della presa in carico delle famiglie con un figlio disabile e nella formazione di operatori dell’area riabilitativa. Viene evidenziata l’importanza dell’evento invalidante nella vita del soggetto e nell’equilibrio dell’organizzazione familiare. L’onda lunga di disagio e di stress si ripercuote sul figlio paziente influenzandone lo sviluppo, ma la riabilitazione può costituire una potenziale risorsa per cambiamenti decisivi.   L’autrice Anna Maria Sorrentino, psicoterapeuta familiare, è stata membro dell’équipe di terapia e ricerca diretta da Mara Selvini Palazzoli. Nelle nostre edizioni ha pubblicato “I giochi psicotici nella famiglia” (con M. Selvini Palazzoli e S. Cirillo, 1988) e “Ragazze anoressiche e bulimiche” (con M. Selvini Palazzoli, S. Cirillo e M. Selvini) e ha curato “La terapia familiare nei servizi psichiatrici” (con S. Cirillo e M. Selvini, 2002).

Anoressia e isteria

Una prospettiva clinico-culturale

di Pietro Barbetta

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 166

Esiste una libido alimentare che possa essere considerata il fulcro della costellazione anoressica? I legami tra i sintomi psicosomatici e l’abuso sessuale sono scontati come spesso si è indotti a credere? E come parlano le anoressiche della loro condizione quando lo sguardo dello psicologo è assente, per esempio quando dialogano in rete sulla propria sofferenza riguardo al rapporto con il cibo e con il corpo? A queste domande insolite quanto importanti risponde il volume di Pietro Barbetta che, sulla base di una ricerca etnografica e di esperienze terapeutiche individuali e familiari, ripensa l’anoressia integrando la prospettiva clinica con quella culturale e antropologica.   L’autore   Pietro Barbetta è professore di Psicologia dinamica all’Università di Bergamo e didatta presso il Centro milanese di terapia della famiglia.

Cattivi genitori

di Stefano Cirillo

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 300

L'autore ci accompagna nella sua esperienza di terapeuta di genitori che non chiedono alcun aiuto, anzi ne negano la necessità, in quanto non si considerano affatto "cattivi genitori". Così, un intervento che si limiti alla semplice protezione del minore si rivela perdente e solo un autentico tentativo di cura del genitore riesce a spezzare la catena di violenza che attraversa le generazioni. Il percorso di presa in carico di queste persone è rigoroso e il testo lo descrive con passaggi precisi, illustrando i differenti modelli di intervento che devono guidare gli operatori.   L'autore Stefano Cirillo, psicologo e psicoterapeuta della famiglia, dirige, con Matteo Selvini e Anna Maria Sorrentino, la Scuola di psicoterapia della famiglia di Milano "Mara Selvini Palazzoli". Nelle nostre edizioni ha pubblicato, tra gli altri, "La famiglia maltrattante" (con P. Di Blasio, 1989).

Reinventare la psicoterapia

La scuola di Mara Selvini Palazzoli

di Matteo Selvini

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 254

Negli anni ’50 Mara Selvini Palazzoli accetta la sfida di costruire un’alleanza terapeutica con ragazze anoressiche che vengono portate da lei quasi di forza. Il problema sarà in seguito affrontato attraverso la “terapia familiare”, che ha segnato una tappa storica della sperimentazione in psicoterapia: la collaborazione della famiglia è decisiva per trattare tutte le patologie più gravi. Presentando un’antologia degli scritti e dei casi clinici più significativi di questo percorso di ricerca, Matteo Selvini raccoglie oggi la sfida di ideare soluzioni terapeutiche diverse per pazienti con personalità e sintomi diversi, nella convinzione che comunque il massimo dell’efficacia possa essere ottenuto aiutando contemporaneamente il paziente e la sua famiglia.   L’autore Matteo Selvini, psicologo e psicoterapeuta, è responsabile della Scuola di psicoterapia della famiglia di Milano “Mara Selvini Palazzoli”. Nelle nostre edizioni, con S. Cirillo e A.M. Sorrentino, ha già pubblicato “I giochi psicotici nella famiglia” (1988) e “Ragazze anoressiche e bulimiche” (1998).

Paradosso e controparadosso

di Mara Selvini Palazzoli, Luigi Boscolo

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 164

Scritto nel 1975 da un’équipe di psichiatri e psicoanalisti in rotta con l’ortodossia psicoanalitica, Paradosso e controparadosso presentava al pubblico il lavoro del Centro per lo studio della famiglia di Milano, fondato da Mara Selvini Palazzoli nel 1971. Il “gruppo di Milano” diventerà famoso per l’adozione del modello sistemico come strumento terapeutico: i pazienti gravi si devono curare non solo individualmente ma coinvolgendo le loro famiglie. Oltre a segnare una tappa storica della sperimentazione in psicoterapia, il volume non manca di attualità, dato che il tema del come aiutare i pazienti gravi rimane al centro dell’attenzione nella terapie dei più diversi orientamenti.   Gli autori Mara Selvini Palazzoli (1916-1999), terapeuta di fama internazionale, ha pubblicato scritti ormai classici tradotti in molte lingue (nelle nostre edizioni, "I giochi psicotici nella famiglia" e "Ragazze anoressiche e bulimiche").   Luigi Boscolo e Gianfranco Cecchin, dopo aver fatto parte dell’équipe guidata da Mara Selvini Palazzoli, hanno fondato nel 1980 il Centro milanese di terapia della famiglia.   Giuliana Prata dirige dal 1985 il Centro di terapia familiare sistemica e di ricerca di Milano.

La terapia familiare nei servizi psichiatrici

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 240

A trent'anni dalla nascita della terapia familiare, l'équipe di psicologi che fin dall'inizio hanno seguito Mara Selvini Palazzoli nella sua ricerca traccia un bilancio di questa fondamentale esperienza, rilanciando l'intuizione base della terapia familiare: per aiutare i pazienti psicotici è decisivo imparare a collaborare con le loro famiglie. Vengono presentati casi trattati con il coinvolgimento della famiglia nei differenti contesti: ospedaliero, ambulatoriale, di day hospital, di comunità residenziale. La strada è quella di capire insieme la personalità del paziente, prima per condividerne emotivamente la sofferenza, poi per comprenderla cognitivamente, infine per cercare di combatterla.   I curatori Stefano Cirillo è stato tra i fondatori del primo Centro pubblico in Italia dedicato alla presa in carico delle situazioni di violenza sui bambini nella famiglia. Matteo Selvini ha partecipato a un'esperienza di applicazione innovativa del modello sistemico nel contesto di un servizio psichiatrico per adulti.   Anna Maria Sorrentino ha una lunga esperienza nel campo della riabilitazione e della psicoterapia dei minori portatori di handicap. Insieme a Cirillo e Selvini ha fondato la Scuola di Psicoterapia della Famiglia di Milano intitolata a Mara Selvini Palazzoli.

La passione nel matrimonio

Sesso e intimità nelle relazioni d’amore

di David Schnarch

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 488

Come tenere viva o alimentare la passione in una storia d'amore non effimera? Che cosa rende "intima" una relazione e perché sopraggiunge la noia? In base a quali caratteristiche scegliamo il nostro partner? Aprendo le pagine di questo libro, il lettore incontrerà coppie alle prese con difficoltà e ostacoli che conosce bene. Più nuova è la soluzione che Schnarch, famoso sessuologo americano, propone: mostrarsi all'altro come realmente si è, senza la paura di sentirsi rifiutati e, al tempo stesso, essere sufficientemente sicuri da non rinunciare alla propria identità per soddisfare i desideri del partner. In genere, questo non è un punto di partenza, è una meta da raggiungere, per la quale l'autore ci indica il percorso. L'autore David Schnarch, sessuologo e psicologo clinico, dirige il Marriage & Family Center di Evergreen, Colorado ed è membro della American Association for Marriage and Family Therapy.

La terapia narrata dalle famiglie

Una prospettiva di ricerca intergenerazionale

di Maurizio Andolfi, Claudio Angelo

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 312

Come descrive una famiglia gli aspetti più significativi di una terapia? Cosa è realmente cambiato nella dinamica delle relazioni familiari dopo l’esperienza terapeutica? Cosa è successo nella vita del paziente per cui era stato richiesto l'intervento? E quali risorse ha fatto ricorso la famiglia in altri momenti difficili del proprio svluppo? Sono  alcuni dei quesiti rivolti a oltre cento famiglie seguite in terapia, nel corso di un lavoro più che decennale di ricerca sui risultati e sull'efficacia del trattamento. Famiglie con ragazze anoressiche, famiglie con giovani psicotici, coppie in crisi narrano le loro storie di vita e le loro esperienze terapeutiche. Gli autori hanno cercato di riportarne il senso, evitando di farsi abbagliare dal colore dei sintomi e senza dimenticare le emozioni dei terapeuti, troppo spesso trascurate nella comprensione dell'incontro terapeutico. Il volume è rivolto a tutti coloro che operano  nel campo delle cosiddette professioni di aiuto - medici, psicologi, psichiatri, assistenti sociali -, ma soprattutto alle famiglie e alle coppie che vogliono capire il significato di comportamenti apparentemente disturbati per migliorare la qualità della propria vita. Gli autori Maurizio Andolfi neuropsichiatra infantile e psicoterapeuta familiare, insegna Psicodimanica dello sviluppo e delle relazioni familiari presso la "Sapienza" Università di Roma, è direttore dell'Accademia di psicoterapia della famiglia e della rivista Terapia Familiare. In questa collana ha pubblicato La crisi della coppia (1999). Claudio Angelo, neuropsichiatra infantile e psicoterapeuta, è didatta e supervisore dell'Accademia di psicoterapia della famiglia di Roma. Paola D'Atena è professore associato di Psicologia sociale presso la "Sapienza" Università di Roma e consulente scientifico dall'Accademia di psicoterapia della famiglia.  

Storia della terapia familiare

Le persone e le idee

di Paolo Bertrando, Dario Toffanetti

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 474

Gli eventi che hanno segnato l’evoluzione della terapia della famiglia, dalla creazione dei primi modelli terapeutici fino a oggi, si intrecciano con il loro contesto storico, politico e culturale. Il testo costituisce una guida a questo percorso, privilegiando alcuni punti base: iscrivere la terapia della famiglia nella più ampia cornice della cultura (non solo psichiatrica o psicoterapeutica) in cui si è sviluppata; concentrare l’attenzione sulla prassi oltre che sulla teoria; seguire le figure carismatiche che hanno contribuito alla crescita della terapia della famiglia. Per ogni decennio sono messi in evidenza gli orientamenti principali e i terapeuti che più hanno contribuito a definirli, delineando in modo sistematico una storia della terapia familiare finora inesistente nel panorama editoriale. Gli autori Paolo Bertrando, psichiatra e psicoterapeuta, vive e lavora a Milano, dove è didatta presso il Centro Milanese di Terapia della Famiglia. È autore di vari libri, tra i quali I tempi del tempo (1993) e Terapia sistemica individuale (Cortina, 1996), entrambi scritti con Luigi Boscolo; Misurare la famiglia: il metodo dell’emotività espressa (1997); Nodi familiari (1997). Dario Toffanetti, psicologo e psicoterapeuta di formazione sistemico-relazionale presso il Centro Milanese di Terapia della Famiglia, si occupa attualmente di riabilitazione e di terapia familiare a Milano. È autore con Paolo Bertando di pubblicazioni di psicologia clinica su riviste nazionali e internazionali.

Il triangolo primario

Le prime interazioni triadiche tra padre, madre e bambino

di Elisabeth Fivaz-Depeursinge, Antoinette Corboz-Warnery

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 288

Prefazione all’edizione italiana di Giulio Cesare ZavattiniLe autrici rivoluzionano le nostre conoscenze sulle prime forme di interazione bambino-adulto, classicamente centrate sullo studio esclusivo del rapporto madre-bambino, ipotizzando l'esistenza di una triangolazione primaria alla base della comunicazione che il bambino rivolge fin dai primi mesi di vita a entrambi i genitori. Sono descritte sia le modalità di sviluppo normali sia le modalità comunicative patologiche che possono intercorrere tra i membri di questo triangolo primario, la famiglia, intesa come unità di base. Il volume si rivolge sia a psicologi e operatori che lavorano nell'ambito della prima infanzia sia a terapeuti interessati a interventi precoci sulla comunicazione patologica tra il bambino e i suoi partner. ''Questo libro diventerà un classico sia per i clinici che per i ricercatori.'' Daniel N. Stern. Gli autori Elisabeth Fivaz-Depeursinge insegna all'Università di Losanna, dove è co-direttrice del Centro di studi famigliari. Antoinette Corboz-Warnery , psichiatra, psicoanalista e terapeuta famigliare, è co-direttrice del Centro di studi famigliari all'Università di Losanna.

Il famigliare

Legami, simboli e transizioni

di Eugenia Scabini, Vittorio Cigoli

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 294

Qual è l'identità del ''famigliare''? Che cosa lo caratterizza al di là della mutevolezza delle forme che storicamente assume? Che valore ha per la costruzione della persona? Il testo risponde a questi interrogativi, a partire da una concezione centrata sugli scopi, in gran parte inconsapevoli, che i famigliari perseguono. Particolare attenzione è riservata al patto coniugale, al passaggio all'età adulta e ai temi del divorzio e dell'adozione. Il testo è rivolto sia agli studenti di psicologia sia agli operatori psicosociali e clinici che si occupano di relazioni famigliari. Gli autori Eugenia Scabini insegna Psicologia sociale della famiglia ed è Direttrice del Centro studi e ricerche sulla famiglia dell'Università Cattolica di Milano. Tra le sue pubblicazioni Psicologia sociale della famiglia (Bollati Boringhieri, 1995). Vittorio Cigoli è docente di Psicologia clinica presso la facoltà di Psicologia dell'Università Cattolica di Milano. Psicoterapeuta, si occupa da anni di interventi e ricerca nel campo famigliare. Nella stessa collana ha pubblicato Il legame disperante. Il divorzio come dramma di genitori e figli (con C. Galimberti e M. Mombelli, 1992) e Intrecci familiari. Realtà interiore e scenario relazionale (1994).

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.