Il tuo browser non supporta JavaScript!

Attenzione, controllare i dati.

Sessuologia

Compagni d'amore

Da Ganimede a Batman. Identità e mito nelle omosessualità maschili

di Vittorio Lingiardi

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 266

Le omosessualità, come le eterosessualità, sono molte e non esiste un "tioi psicologico" omosessuale. Come scrisse André Gide nel 1924, "l'omosessualità comporta ogni gradazione: dal platonismo alla lascivia, dall'abnegazione al sadismo, dalla sanità gaudiosa alla malinconia profonda. Inoltre, tra omosessualità esclusiva ed eterosessualità esclusiva esistono tutte le forme intermedie". Il mistero della sessualità umana non si esaurisce nei modelli teorici della psicoanalisi o della genetica: ogni discorso sulla sessualità deve fare i conti con la sua base poetica. La sessualità e la sua anima fantastica rappresentano una straordinaria fucina di miti e di immagini che il vocabolario della modernità scientifica rischia di impoverire. Prendendo le mosse dal motivo mitologico del rapimento di Ganimede da parte di Zeus e dall'idea di un legame tra alcuni percorsi omosessuali e la ricerca di un'esperienza spirituale, Vittorio Lingiardi scrive un saggio avventuroso e anarchico in cui si intrecciano miti, immagini, poesie e simboli che attraversano il tempo. In questo viaggio fantastico incontreremo l'aquila e il serpente, la coppa di Ganimede, il piede ferito, le frecce di San Sebastiano, gli amori di Michelangelo Buonarroti, gli stendardi del Führer, i recinti sacri di Sodoma, la voce di Maria Callas, il volo di Batman e Robin...

Eros

Le deviazioni del desiderio

di Joyce McDougall

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 276

La nostra vita sarebbe sicuramente più semplice - ma anche più povera - se la sessualità umana fosse, come quella degli animali, riconducibile a un istinto preformato che conosce il suo oggetto, la sua finalità, i suoi modi di soddisfazione. Ma il polimorfismo e la persistenza della sessualità infantile, la bissessualità psichica, i conflitti di identificazione, l'esistenza di quell'enigma chiamato libido, capace di migrare là dove meno ci si aspetta, complicano seriamente il quadro. Eros non ci lascia in pace, al punto che Joyce McDougall apre il suo libro con quest'affermazione: "La sessualità umana è essenzialemente traumatica". Se la sessualità umana si pone, per natura, sotto il segno del trauma e della perdita, la sessualità femminile è particolarmente esposta a una difficoltà che investe il senso e il valore di un'identità di genere nonché di un rapporto con l'altro - madre, padre, partner analista o analizzando. Joyce McDougall segue e illustra con una serie magistrale di esempi clinici l'intreccio tra femminilità e sessualità, anche nei suoi risvolti creativi, che riguardano, oltre alla sfera dell'arte, della letteratura, della scienza e delle attività socialmente valorizzate, quella specifica dei rapporti fra i sessi. Perversioni, deviazioni, neosessualità possono appunto essere considerate sotto questo profilo non soltanto come infrazioni a una presunta norma, fisica, psichica o sociale, quanto come espressioni autonome della realtà e del desiderio. Joyce McDougall, psicoanalista di fama internazionale, è analista supervisore e didatta della Società psiconalitica di Parigi. Tra le sue numerose opere, il pubblico italiano conosce già Teatri dell'Io e Teatri del corpo, pubblicati in questa stessa collana.  

Relazioni d'amore

Normalità e patologia

di Otto F. Kernberg

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 244

Kernberg qui si occupa dell'amore di coppia, della passione e della sessualità che va dall'infanzia all'adolescenza all'età adulta.

Essere omosessuali

Omosessualità maschile e sviluppo psichico

di Richard A. Isay

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 162

L'omosessualità ha sempre rappresentato un tema scottante per gli psicoanalisti, divisi, fin dai tempi di Freud, tra quanti lo vedono come uno stato patologico (di volta in volta definito perversione, condizione di immaturità psichica ecc.) e quanti lo considerano semplicemente una della tante possibilità di espressione della sessualità umana. Essere omosessuali è il primo libro che descrive da una prospettiva non patologica lo sviluppo psichico omosessuale. Privilegiando l'indagine sull'omosessualità maschile, e rileggendo in chiave critica non tanto l'opera di Sigmund Freud quanto alcune delle sue derivazioni nell'ambito della psicoanalisi americana, Richard Isay affianca le proprie riflessioni teoriche al racconto di casi clinici ricavati da un'esperienza più che ventennale di psicoterapie con uomini gay. Isay giunge alla conclusione che la persona omosessuale ha un'identità psichica integrata, matura e suscettibile alla patologia né più né meno di quella eteresessuale, e che ogni tentativo di modificare l'orientamento sessuale ha conseguenze dolorose e dannose per l'individuo e per la società. In modo semplice ma incisivo, Isay affronta varie tematiche: i fattori costituzionali dell'omosessualità; gli aspetti comuni e quelli specifici dello sviluppo psichico omosessuale ed eterosessuale; i passaggi attraverso cui si struttura l'identità omosessuale; il ruolo della figura paterna; il momento del "coming out" (cioè la dichiarazione della propria omosessualità); le relazioni d'amore omosessuali; l'impatto dell'AIDS sulla comunità gay; il lavoro psicoterapeutico con pazienti omosessuali. Il respiro degli argomenti trattati e l'immediatezza della lettura fanno di Essere omosessuali un libro rivolto a un pubblico ben più vasto di quello degli "addetti ai lavori". Un libro destinato a tutti: ai genitori, agli insegnanti e, naturalmente, agli omosessuali. L'autore Richard A. Isay, psichiatra e psicoanalista, vive e lavora a New York. È professore di clinica e psichiatria al Cornell Medical College e vicepresidente della National Lesbian and Gay Health Foundation degli Stati Uniti. Autore di numerosi saggi scientifici, ha due figli e vive con il suo compagno.    

Soggetti d'amore

Genere, identificazione, sviluppo erotico

di Jessica Benjamin

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 198

In questo libro Jessica Benjamin presenta la sua "eterodossia dei sessi", modo originale di concepire somiglianze e differenze tra uomini e donne. Sviluppando in modo personale il pensiero di Winnicott sulla differenza tra la percezione dell'altro come oggetto esterno e la sua presenza nel mondo interno come "oggetto soggettivamente percepito", l'autrice propone un modo diverso di intendere i rapporti umani, in particolare - ma non solo - i rapporti tra individui di sesso diverso. Percepire nell'altro sentimenti e desideri simili ai propri e accettare nel contempo che l'altro abbia, come noi, una volontà propria, è il nucleo del riconoscimento e del rapporto con la differenza. Ma percepire la differenza vuol dire rinunciare al sogno onnipotente di un oggetto-parte di sé che abbia l'unico ruolo di soddisfare desideri e bisogni, vuol dire provare risentimento e manifestare aggressività.La Benjamin illustra quindi le vicende della pulsione aggressiva che hanno svolgimento diverso a seconda di come i primi "altri" che il bambino incontra sanno rispondere ai suoi attacchi aggressivi. In questo modo, il rapporto madre-bambinao, e soprattutto il rapporto padre-bambina, acquista un senso nuovo che permette una migliore comprensione. La prospettiva intersoggettiva non sostituisce quella intrapsichiatrica ma la completa e la arricchisce; l'autrice propone così una integrazione tra psicoanalisi e femminismo, tra prospettiva intrapsichica e relazionale. Jessica Benjamin, è psicoanalisi e docente di Psicologia clinica presso il New York University Postdoctoral Program in Psychotherapy and Psychoanalysis e insegna alla New School for Social Research. È l'autrice di Legami d'amore (1988), tradotto in italiano nel 1991.

Attaccamento e rapporto di coppia

Il modello di Bowlby nell’interpretazione del ciclo di vita

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 396

Interessi truccati

Giochi di travestimento e angoscia culturale

di Marjorie Garber

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 402

La solitudine del piacere

Scritti sulla masturbazione

di Ludger Lutkehaus

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 262

Se l'amore in sé non è peccato

Sul desiderio dell’analista

di Hans Essers, Sebastian H. Krutzenbichler

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 174

Aggressività, disturbi della personalità e perversioni

di Otto F. Kernberg

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 370

Otto F. Kernberg esplora le vicissitudini dell’aggressività e della sua manifestazione più gravemente patologica.

L'immaginario sessuale

di Claude Crépault, Ugo Galimberti

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 182

Medicina comportamentale

di Barbara G. Melamed, Lawrence J. Siegel

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 468

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.