Il tuo browser non supporta JavaScript!

Attenzione, controllare i dati.

Storia delle idee

Il fascino dell'Italia nell'età moderna

Dal Rinascimento al Grand Tour

di Seta Cesare De

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 134

Il viaggiatore che nella seconda metà del Quattrocento giunge in Italia si avvia a scoprire il fascino del Bel Paese, culla di una nuova grande civiltà, il Rinascimento: Palladio, Machiavelli, Giorgione e Tiziano sono i formidabili promotori della cultura italiana in Europa. Il fascino della civiltà italiana conquista l’Europa moderna. L’apice del “successo” dell’Italia si ha però nel corso del Settecento con la straordinaria fortuna del Grand Tour, che come un fiume in piena porta in Italia aristocratici e artisti che la considerano una tappa ineludibile nel loro percorso di formazione. L'autore Cesare De Seta, storico dell’arte e dell’architettura moderna e contemporanea, dirige il Centro studi sull’iconografia della città europea all’Università Federico II di Napoli. Tra i suoi testi, tradotti in molte lingue, Viale Belle Arti (Bompiani 2006) e Bella Italia (Electa 2007).

Dracula

Una storia vera

di Vito Bianchi

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 266

Dracula non era un vampiro ma il principe Vlad III, sovrano della Valacchia, regione storica dell’attuale Romania. Visse e regnò nel Quattrocento: un sovrano certo violento ma anche coraggioso, passionale, capace di lottare strenuamente per sé e per la propria gente. La prima storia scritta in italiano sul vero Dracula, con un linguaggio denso e insieme leggero, che coinvolge il lettore nell’epopea del personaggio storico. La letteratura e la cinematografia faranno poi rinascere Dracula nelle vesti del celebre vampiro, di cui pure qui si tratteggiano la genesi e le deformazioni rispetto a un originale che, per molti versi, si rivela più interessante dello stereotipo contemporaneo. L'autore Vito Bianchi insegna Archeologia all’Università di Bari. Tra i suoi testi, tradotti in molte lingue, Gengis Khan (Laterza 2007) e Marco Polo (Laterza 2009).

I paradossi dalla A alla Z

Nuova edizione

di Michael Clark

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 300

Scritto in modo chiaro ma filosoficamente agguerrito, il testo di Clark è il più completo repertorio di paradossi. Essi vengono elencati veramente dalla A alla Z e questa disposizione alfabetica costituisce una sorta di ironico abbecedario di ciò che è assurdo o sembra tale. Clark spiega al lettore Achille e la tartaruga, la nave di Teseo, i corvi di Hempel, il dilemma del detenuto e altri intriganti rompicapo, che potranno stimolare anche chi si avvicini alla filosofia per la prima volta. L'autore Michael Clark è professore di Filosofia presso l'Università di Nottingham e responsabile della rivista "Analysis".

Bevo dunque sono

Guida filosofica al vino

di Roger Scruton

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 252

È nota l’opinione medica per cui un bicchiere di vino al giorno fa bene alla salute, mentre cinque o sei portano alla rovina. Salutare o no per il corpo, il vino fa decisamente bene all’anima. E per il vino non esiste accompagnamento migliore della filosofia. Infatti, si può imparare non solo a sorseggiare riflettendo ma anche a riflettere per sorsi, magari abbinando a ogni filosofo l’etichetta più adeguata e scoprendo che un bicchiere di Chianti è la guida migliore alla lettura della Fenomenologia dello spirito di Hegel. Questo libro delizioso si contrappone all’irritante prolissità con cui oggi si scrive di vino, proponendosi come un’appassionata apologia della bevanda su cui è stata fondata la civiltà. L'autore Roger Scruton, filosofo e polemista di rango, è Senior Research Fellow al Blackfriars Hall dell’Università di Oxford. Nella collana Scienza e idee ha pubblicato, tra gli altri, Guida filosofica per tipi intelligenti (1997) e Manifesto dei conservatori (2007).

Ai confini dell'anima

I Greci e la follia

di Giulio Guidorizzi

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 226

Per la prima volta in un testo italiano si affronta il tema della follia nell’antichità.Per i Greci la follia non era solo una malattia ma anche un mezzo per dilatare la personalità: era lo strumento con cui la Pizia rendeva oracoli a Delfi, stava alla base di culti estatici come quello di Dioniso, attraverso cui molte persone avevano la possibilità di sperimentare esperienze visionarie. Perciò in Grecia i folli non venivano reclusi ma la società si attrezzava per fare della follia un “buon uso”.

Ascesa e declino della città europea

di Marco Romano

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 198

Nel processo di globalizzazione in atto, che cosa accadrà della tradizione più specifica dell’Europa, quella delle sue città, con la pretesa di eternità della loro bellezza, che tutti conosciamo perché le abbiamo visitate? Per delineare una risposta, l’autore, che è un esperto proprio delle città europee, invita il lettore a una originale riflessione, per capire se mai l’Europa delle città sia alla vigilia di una irreversibile mutazione o se invece la sua identità entrerà trionfalmente nel mondo globale senza venire rinnegata. L'autore Marco Romano ha insegnato Estetica della città nelle Università di Venezia, Palermo, Genova e Milano. Tra le sue molte opere, La città come opera d’arte (Einaudi 2008).

Gli occhiali

Scienza, arte, illusioni

di Arnaud Maillet

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 126

Occhiali a perno, a ponte, con stanghette, monocoli, lenti d’ingrandimento, telescopi, ma anche occhiali “degli avari” o “dei gelosi”, di cui nel testo ci sono molte curiose illustrazioni, sono qui i protagonisti di un racconto affascinante, ricco di colpi di scena, di erotismo, di ironia e malinconia. Attraverso la storia degli occhiali, dall’incerta origine, e la loro rappresentazione artistica e letteraria, che coniugano scienza e illusioni, l’autore tratta le vicende di una “protesi” nata per migliorare la vista ma che finisce spesso per accecare. L'autore Arnaud Maillet, storico dell’arte e della visione, è autore anche di Le miroir noir. Enquête sur le côté obscur du reflet (Kargo, 2005).

Sigmund Freud

Il leggendario divano svela tutti i segreti

di Christian Moser

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 150

Sigmund Freud: geniale scopritore o abile imbroglione, pioniere della ricerca sulla psiche o dispotico profeta di una setta pseudoscientifica? Questo libro, illustrato con disegni di irriverente ironia, scioglie ogni dubbio sul rivoluzionario viennese e sulle sue teorie. Molti si sono pronunciati su di lui, ma nessuno lo ha fatto in modo veramente obiettivo. E chi avrebbe potuto farlo, senza essere lì presente? Nessuno è stato più vicino a Freud dell’autore di questa biografia, il mitico divano! Dopo un secolo passato nell’ombra, finalmente rompe il silenzio e racconta tutta la verità sul padre della psicoanalisi. L'autore Christian Moser vive a Monaco e lavora come saggista, illustratore e autore di fumetti. Dopo essersi occupato in due libri delle nostre ansie quotidiane, il confronto con Freud è diventato praticamente inevitabile.

Una vita senza fine?

Invecchiamento, morte, immortalità

di Guy Brown

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 272

Edizione italiana a cura di Edoardo Boncinelli La morte non è più quella di un tempo. Si arriva spesso a una vecchiaia estrema e innovazioni tecnologiche come le interfacce elettroniche suggeriscono un modo nuovo di sopravvivere alla morte. Eccezionalmente aggiornato dal punto di vista scientifico, senza dimenticare il versante poetico e mitologico, questo è un libro su tutti gli aspetti dell’invecchiamento e della morte. Ognuno potrà trovarvi quello a cui è più interessato, dal mito di Aurora e Titone ai meccanismi dell’invecchiamento cellulare, dalla saga di Gilgamesh alle ragioni dell’incredibile allungamento della vita che stiamo tutti vivendo. L'autore Guy Brown dirige un gruppo di ricerca che, presso l’Università di Cambridge, in Gran Bretagna, studia la morte cellulare e i suoi rapporti con le patologie cerebrali e cardiache e con il cancro.

Chiudere i conti con la storia

Colonizzazione, schiavitù, Shoah

di Antoine Garapon

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 234

Prefazione di Daniela Bifulco L’idea è che al male prodotto dalla storia si possa rimediare attraverso azioni civili e risarcimenti di natura economica. Il dubbio è che indennizzi e class actions possano fornire davvero una risposta appagante alle istanze di riconoscimento rivendicate dalle vittime dei pregiudizi della storia. Idea e dubbio vengono sottoposti a un’analisi serrata da un giurista che sa resistere alla tentazione di ogni partito preso, consapevole dei limiti immanenti al diritto ma anche delle efficaci capacità regolative dello stesso. L'autore Antoine Garapon, magistrato, ha fondato l’Institut des hautes études sur la justice, con sede a Parigi. Nella collana Saggi ha pubblicato Del giudicare (2007).

Una ikea di università

Alla prova dei fatti

di Maurizio Ferraris

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 184

Il Ministro Gelmini ha detto che la nostra università è una macchina rotta, e che darle altra benzina sarebbe uno sperpero. Questo Ministro vuole staccare la spina, ma il coma l'ha prodotto il Ministro Berlinguer con la riforma del 1998. Una riforma che ha abbassato drasticamente la qualità e in cui un vago populismo - dare l¹università a tutti - si mescolava alla convenienza di aprire insegnamenti inutili e assurdi per accrescere il proprio potere. Questo Ferraris lo vedeva in tempi non sospetti, in Una Ikea di università, uscito nel 2001, che viene ora riproposto in una nuova edizione. Ciò che otto anni fa poteva sembrare una satira si è rivelato una realtà con cui bisogna fare i conti, se si amano la cultura e l'università, e soprattutto se non si vuole che si avveri la sentenza di Platone, secondo cui la democrazia è l'antefatto della tirannide. L'autore Maurizio Ferraris è professore ordinario di Filosofia teoretica nella facoltà di Lettere e filosofia della Università di Torino. Collaboratore del Sole 24 ore, ha scritto più di trenta libri, tra cui Estetica razionale (Cortina 1997), Dove sei? Ontologia del telefonino (Bompiani 2005), Babbo Natale, Gesù adulto. In cosa crede chi crede? (Bompiani 2006), Il tunnel delle multe. Ontologia degli oggetti quotidiani (Einaudi 2008).

La vera storia della Regina di Biancaneve

Dalla Selva Turingia a Hollywood

di Stefano Poggi

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 104

Nel duomo di Naumburg, nella Germania centro-orientale, la statua medioevale di Uta di Ballenstein affascina da secoli i visitatori. Il passaparola tra chi rimane colpito dalla sua altera bellezza già vi aveva ravvisato l’archetipo di uno dei cattivi cinematografici del Novecento: la regina di Biancaneve e i Sette Nani. Era un passaparola ben fondato: molti indizi confermano che proprio Uta di Naumburg è il modello della crudele matrigna di Biancaneve. Questo libro singolare rivela come e perché ciò sia accaduto. Il racconto della trasformazione di Uta in Grimilde diviene così una vera e propria spy story tra Germania e Stati Uniti negli anni che precedono la seconda guerra mondiale: ne sono protagonisti non solo Walt Disney e i suoi collaboratori ma anche Marlene Dietrich, Leni Riefenstahl e il Dottor Gobbels. L'autore Stefano Poggi insegna Storia della filosofia all’Università di Firenze.

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.