Il tuo browser non supporta JavaScript!

Attenzione, controllare i dati.

Storia delle idee

L'era del testimone

di Annette Wieviorka

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 186

“Raccontate, scrivete”, è l’esortazione di Simon Doubnov ai suoi compagni nel ghetto di Riga. Ma in tutti i ghetti della Polonia invasa dai nazisti, gli ebrei cominciarono a scrivere, a raccontare, a raccogliere le loro testimonianze, nella consapevolezza che la loro esperienza potesse passare alla storia solo attraverso questo lavoro di registrazione di ciò che stavano vivendo. Eppure, dovette passare molto tempo dopo la fine della Seconda guerra mondiale affinchè i testimoni ebrei dei Lager nazisti venissero ascoltati. È solo a partire dal processo Eichmann a Gerusalemme, nel 1961, che i testimoni cominciarono ad acquisire un’identità sociale specifica, sino ai nostri giorni in cui, anche grazie al successo di film come Schindler’s list di Spielberg e La vita è bella di Benigni, c’è un vero e proprio interesse sociale per i loro racconti e le loro testimonianze. L’autrice, partendo da queste considerazioni, ricostruisce la storia della figura del testimone della Shoah , e pone vari interrogativi sul rapporto tra storia e memoria, sul ruolo dello storico dinanzi al testimone, su che cos’è storia e che cos’è testimonianza. Il libro può interessare gli insegnanti di storia delle scuole medie e superiori, nonché i docenti e gli studenti di Storia contemporanea, ma si inserisce anche in un contesto più ampio visto l’attuale interesse per i temi relativi alla Shoah. L'autrice Annette Wieviorka, storica del CNRS di Parigi, è specialista della storia degli ebrei del XX secolo.

Le dispute della scienza

Le dieci controversie che hanno cambiato il mondo

di Hal Hellman

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 288

Galileo contro Urbano VIII, Newton contro Leibniz, Voltaire contro Needham: Hal Hellman racconta qui le più importanti polemiche scientifiche della storia. Austeri matematici e medici sottili, fisici rigorosi e paleontologi nevrotici non sfuggono al maledetto vizio di litigare. Ma se si fosse trattato di virtù? Il lettore scoprirà un Newton implacabile, un Voltaire un po' presuntuoso e non troppo tollerante, un Kelvin molto sicuro di sé e potrà associare ai nomi famosi che etichettano questa o quella nozione faticosamente appresa a scuola il lato umano della scoperta scientifica. E constaterà che perfino nella scienza il dissenso può essere stimolo alla creatività e garanzia di libertà, molto più di una concordia imposta dall'alto. L'autore Hal Hellman è autore di numerosi testi di divulgazione scientifica e collabora a giornali e periodici come il New York Times, il Reader's Digest e Geo.

Navigatori del sapere

Dieci proposte per il 2000

di Riccardo Chiaberge

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 134

Che cosa significa, alle soglie del Duemila, essere “colti”? Di quale corredo di conoscenze abbiamo bisogno per affrontare le sfide del terzo millennio? L’inarrestabile avanzata delle tecnologie biologiche e informatiche, di Internet, della fisica e delle neuroscienze sovverte le nostre categorie ideali e morali, rende obsoleta la tradizionale dicotomia tra cultura umanistica e scientifica e impone un radicale ripensamento dei metodi educativi, delle professioni, dell’economia e della stessa organizzazione urbana. La cultura italiana, per il suo provincialismo e la sua impronta accademica e letteraria, non appare matura per questa grande transizione. In questo libro, una firma di primo piano del giornalismo culturale ci presenta dieci personalità del mondo scientifico e culturale internazionale (fisici, biologi, storici, economisti, sociologi, architetti e filosofi), con cui esplora i nuovi paradigmi intellettuali, le nuove idee che ci aiuteranno a navigare nel XXI secolo. Holton: Scienziati senz’anima? Wilson: L’unità del sapere Piano: La tecnometropoli Kelly: Economia digitale Penzias: Computer, cattivo maestro Sen: Il futuro del welfare Eco: Università da salvare Gell-Mann: Specialista del tutto Dahrendorf: Scaffale per il Duemila Maddox: Il futuro della scienza. L'autore Riccardo Chiaberge collabora alle pagine culturali del Corriere della Sera e ha pubblicato Cervelli d’Italia (1996), Ingegneri della vita (con R. Dulbecco, 1988) e Scoppiare di salute (con S. Garattini, 1992).

Orizzonti e limiti della scienza

Decima cattedra dei non credenti

di Carlo M. Martini

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 176

Dai cieli all’uomo. Shakespeare e Galileo, Bruno e Newton – “filosofi della natura” e poeti, utopisti e politici – all’alba della nostra modernità hanno scorto nella volta celeste un Grande Libro in cui erano scritti, “in caratteri matematici”, leggi di natura e destini di individui, popoli e imperi. Oggi che i nostri cieli sono solcati dai satelliti artificiali, qualcuno considera come un Libro il nostro genoma: un Libro non meno enigmatico, in cui dobbiamo decifrare se ci toccherà in futuro salute o malattia, virtù o vizio, prosperità o sventura. Il volume Orizzonti e limiti della scienza raccoglie gli interventi della Decima Cattedra dei non credenti, voluta e coordinata dal Cardinale Arcivescovo di Milano, Carlo Maria Martini. George Coyne e Francesco Bertola L’universo e il tempo Julian Chela Flores e Edoardo Boncinelli Le origini della vita Alberto Oliverio e Giuliano Avanzini Intelligenza e scienze cognitive Giulio Giorello e Bruno Forte Filosofia e teologia: ancelle della scienza? Carlo Maria Martini Scritture dell’uomo e scrittura di Dio.

Autopsia dei Balcani

Saggio di psico-politica

di Rada Ivekovic

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 192

Il testo analizza e interpreta le modalità (nelle loro implicazioni sociali, psicologiche e culturali) della progressiva distruzione e frantumazione della Iugoslavia. A partire da una testimonianza drammaticamente personale, e dall’ “esempio storico della Iugoslavia”, Rada Ivekovic sottolinea come il disgregarsi della comprensione reciproca, la mancanza di autoanalisi di una società, l’incapacità di rinnovare un complesso di conoscenze che sia al passo con la storia, non siano tratti specifici solo dei Balcani, ma di un pensiero in cui siamo tutti parte in causa. In una serie di brevi capitoli, densi ma lucidissimi, l’autrice si interroga sui temi più inquietanti del nostro presente: il problema delle frontiere, l’identità dell’Europa, la questione delle differenze e la loro riduzione all’Altro inconciliabile, l’affermarsi dei nazionalismi etnici e patriarcali, il tema dell’origine e dell’appartenenza e, contemporaneamente dello sradicamento. L'autore Rada Ivekovic è nata nel 1945 a Zagabria, ha studiato Filosofia a Belgrado e Filosofia orientale a Delhi. Ha insegnato all'Università di Zagabria del 1975 al 1992 Quando è iniziata la guerra in Jugoslavia, ha preso la via dell'esilio in Francia, dove attualmente insegna all'Università di Parigi VII. E' autrice di numerose pubblicazioni in varie lingue. In Ialia è stato pubblicato La balcanizzazione della ragione (Milano 1995 ).  

Corpo, anima e salute

Il concetto di uomo da Omero a Platone

di Giovanni Reale

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 386

Da sempre l’uomo si è pensato come “un grande miracolo”, a metà tra l’animale e il divino, abitatore della Terra e proteso verso il cielo, deliziato dallo spirito e tormentato dalla carne. Questa “ambivalenza”, almeno nella tradizione filosofica dell’Occidente, si è tradotta nel dualismo di anima e corpo, che rappresenta anche per la neurofisiologia, la psicologia e le scienze cognitive odierne una ferita ancora aperta. Nel suo volume, Giovanni Reale ricostruisce la genealogia di queste nozioni fondamentali, partendo da Omero e facendo tesoro delle parole di Aristofane, Socrate e Platone. Sorprendentemente, il lettore apprenderà che è stato solo definendo il concetto di anima che l’uomo si è reso davvero consapevole di avere un corpo – da studiare ed eventualmente da curare. Ed è proprio dal confronto con le pagine platoniche che possono scaturire intuizioni circa quella “salute” che tanto l’uomo contemporaneo ossessivamente persegue, spinto dal timore di averla smarrita per sempre. Perché i mali del corpo si possono curare solo curando i mali dell’anima . L'autore Giovanni Reale insegna Storia della filosofia antica presso l’Università Cattolica di Milano e collabora al Sole 24 ore. Nella collana “Scienza e idee” ha già pubblicato Saggezza antica (5 edizioni).

Elogio dell'insapore

A partire dal pensiero e dall’estetica cinese

di François Jullien

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 152

Quando i diversi sapori cessano di opporsi gli uni agli altri restano contenuti nella pienezza. Il merito dell’insapore è di farci accedere a questo fondo indifferente delle cose, di aprire tutte le possibilità e di farle comunicare. Ma l’insapore deve essere alla base anche della nostra personalità, perché consente di possedere tutte le attitudini e di dar prova, in ogni occasione, della facoltà richiesta. Su questo sfondo comune si incontrano tutte le correnti del pensiero cinese: confucianesimo, taoismo, buddismo; è il motivo dell’insapore che rivelano le arti della Cina - pittura, musica, poesia. Come i cinesi non cessano di ripetere, se tutti sono in grado di distinguere i differenti sapori, l’insapore del centro (o Tao) è ciò che vi è di più difficile da apprezzare. Ma si apprezza all’infinito. L'autore François Jullien, filosofo e sinologo, è presidente del Collège International de Philosophie. In Italia ha pubblicato Processo o creazione (Pratiche, 1992) e Trattato dell’efficacia (Einaudi, 1998).

L'idea di Europa

di Edmund Husserl

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 170

“Sin dai suoi esordi la storia europea è scandita dalla lotta tra il risveglio della ragione e le potenze della realtà storica”. Così Edmund Husserl, forse il più importane filosofo del Novecento, si accingeva, nel primo dopoguerra a chiarire la propria idea di Europa. Ne nacque questo testo, pubblicato ora per la prima volta in edizione italiana, che, nel contrapporre la critica filosofica all’accettazione dell’esitente, rivela l’impegno etico dell’intera riflessione husserliana. Le radici dell’Europa affondano in una “cultura basata sulla libera ragione”. Oggi più che mai, l’invito di Husserl a pensare da europei e a ritrovare nella capacità di autorinnovarsi l’essenza dell’idea di Europa, suona come un diritto e un dovere di ogni cittadino europeo.

Puzzle socratici

di Robert Nozick

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 480

Siamo davvero liberi di agire come vogliamo? Che differenza c’è fra una minaccia e una lusinga? E come stabilire se una guerra è giusta o ingiusta? Ispirandosi alla figura di Socrate, Robert Nozick, uno dei maggiori filosofi analitici contemporanei, si interroga su grandi temi e scottanti questioni di attualità. Dal libero arbitrio alla possibilità della conoscenza, dai kibbutz ai diritti degli animali: Nozick applica metodologie classiche di indagine filosofica ai tanti paradossi sollevati dalla scienza, dalla politica e dalla vita di ogni giorno. Puzzle socratici è destinato agli appassionati di filosofia contemporanea, ma anche a quanti desiderano approfondire alcuni grandi temi della società d’oggi: la scienza, l’individuo, la libertà, l’educazione. L'autore Robert Nozick insegna filosofia all’Università di Harvard ed è già noto ai lettori italiani per Anarchia, stato, utopia (La Nuova Italia), Spiegazioni filosofiche (Il Saggiatore), La vita pensata (Mondadori).

I cinque di Cambridge

di John L. Casti

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 164

Volete provare l’emozione di un tè con Ludwig Wittgenstein, il celebre filosofo del linguaggio, di una torta di mele con Alan Turing, il pioniere dell’intelligenza artificiale, di uno sherry con Erwin Schrödinger, il Nobel della fisica che non ha esitato a sconvolgere la nostra concezione di che cos’è la vita, di una sobria ma elegante cena con J.B.S. Haldane, profeta della genetica, e magari terminare con brandy e sigari con C.P. Snow, il teorico delle due culture? Casti mette in scena un incontro immaginario con cinque tra i più brillanti pensatori del ventesimo secolo, che hanno profondamente cambiato la nostra visione della scienza, dell’etica e della politica e ai quali dobbiamo alcune delle più formidabili risposte a domande come “che cosa significa parlare, pensare, vivere?”. Anche per la forma espositiva, sempre piacevole, mai appesantita da inutili formule, I cinque di Cambridge è un divertente omaggio al gioco dell’intelligenza pura: un modo nuovo di raccontare la scienza e la filosofia, una festa intellettuale in ogni senso. L'autore John L. Casti, uno dei più stimati scrittori di scienza dei nostri giorni, insegna al Santa Fe Institute e alla Technical University di Vienna.

I narcisi di Colono

Drammaturgia del mito nella tragedia greca

di Corno Dario Del

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 185

I narcisi di Colono è il primo libro di Dario Del Corno, il maggior grecista italiano, autore di adattamenti teatrali di grande successo. Ma è possibile recuperare con la pagina scritta lo spazio che separa oggi il pubblico di un teatro dal mondo dell’antica Grecia? Del Corno ha scelto cinque situazioni di altrettante tragedie per gettare un ponte tra la suggestione immediata della rappresentazione e il significato del testo, per soddisfare il desiderio del pubblico di capire come e perché si producono le emozioni che trasmette l’evento tragico. L'autore Dario Del Corno ha curato edizioni critiche e traduzioni di opere di Aristofane (Mondadori-Valla), Artemidoro e Plutarco (Adelphi), Terenzio (Rizzoli). È autore di traduzioni e adattamenti scenici di drammi (dai tragici greci a Shakespeare, da Molière a Goethe) messi in scena da primarie compagnie teatrali, come la Compagnia Glauco Mauri, il Teatro popolare di Roma, il Teatro Filodrammatici di Milano.

La terra è rotonda

Magellano: il viaggio delle meraviglie

di Jean-Michel Barrault

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 260

“Aristotele insegna che al di là delle colonne d’Ercole c’è solo acqua, e le uniche creature viventi sono i pesci”, spiegava Pietro Pomponazzi nel 1523 all’Università di Bologna e aggiungeva: “Mi è appena giunta notizia che è arrivata in Spagna una nave che ha fatto il giro del mondo portando testimonianza delle terre e degli abitanti al di là dello stretto di Gibilterra”. Fallimentare dal punto di vista economico e politico, la spedizione di Magellano mandava in pezzi le tradizionali concezioni del nostro globo e dimostrava concretamente la rotondità della Terra, rivelando al tempo stesso le meraviglie e i pericoli di nuovi paesi offerti all’audacia di corsari e di conquistatori. Ribelle contro il suo re, mercenario della corona di Spagna, astronomo dilettante, curioso di ogni scienza, comandante spietato ma di audacia insuperabile, Magellano incarna più di ogni altro la figura dell’avventuriero che con il suo folle volo ha plasmato il mondo moderno. La storia narrata da Barrault non è solo un’appassionante vicenda di tradimenti e saccheggi, tempeste e ammutinamenti ma anche quella di una scoperta del mondo destinata a costituire il modello di qualsiasi altra scoperta scientifica. È anche la storia di un drammatico fallimento. Massacrato dagli indigeni, Magellano non farà ritorno in patria ad annunciare che “la Terra è davvero rotonda” ma i racconti dei superstiti tra i suoi compagni di viaggio accenderanno le fantasie degli europei per i segreti delle Indie orientali e occidentali. L'autore Jean-Michel Barrault, scrittore e navigatore, ha ripercorso la rotta di Magellano prima di raccontarne l’appassionante epopea.

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.