Il tuo browser non supporta JavaScript!

Attenzione, controllare i dati.

Teologia e Religioni

Il mostro e la bella

Padre e madre nell’educazione cattolica dei sentimenti

di Luisa Accati

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 292

Le persone non ricordano le vicende del passato non per ignoranza e nemmeno per leggerezza ma perché la storia non è coinvolgente e non sembra riguardare i comuni cittadini. Questo libro, al contrario, parte dalle esperienze elementari come essere figlie o figli e cerca di mostrare come i nostri conflitti quotidiani, a cominciare dai conflitti con il padre o con la madre, siano influenzati da eventi, simboli, immagini molto antichi e lontani nel tempo, senza che noi ce ne rendiamo pienamente conto. Per altro verso è proprio trasferendo nella sfera pubblica la nostra esperienza delle tensioni affettive in famiglia che si possono capire eventi storici apparentemente distanti: la misoginia, presente nelle violenze etniche e nelle guerre nazionalistiche, si rivela una variante delle difficoltà di relazione con la madre e l'antisemitismo mostra la sua origine nelle tempestose relazioni con il padre. L'autrice Luisa Accati è docente di Storia moderna presso la facoltà di Lettere dell'Università di Trieste. Ha collaborato con le riviste Annales, Quaderni storici, Gender and History.

Trinità per atei

Con interventi di Massimo Cacciari, Giulio Giorello, Vincenzo Vitiello

di Bruno Forte

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 234

Scandalo per il senso comune ed enigma per la ragione, il Dio della rivelazione insieme si manifesta e si nasconde. Padre, Figlio e Spirito Santo: "Se si chiede che cosa sono questi Tre, bisogna riconoscere l'insufficienza dell'umano linguaggio. Si risponde "tre persone", ma più per non restare senza dir nulla che per esprimere quella realtà". La domanda che si poneva Agostino d'Ippona al tempo in cui i barbari minacciavano di travolgere il grande impero di Roma ritorna oggi, in piena età del disincanto. Un teologo (Forte) invita tre filosofi "atei" (Cacciari, Giorello, Vitiello) a esercitare l'arte del chiedere: teatro del dialogo è "lo strano ambiente detto post-modernità", disegnato dal tramonto delle ideologie, dallo strapotere della tecnica e dal senso tragico del destino dell'Occidente. Il significato della nostra esistenza va dunque cercato "nel silenzio che tutto fascia al di là del chiasso della vita": Forte invita i suoi interlocutori e i suoi lettori a ripercorrere con lui "la infinita via che tiene una sustanza in tre persone" (Purgatorio, III, 35-36), non nel folle tentativo di spiegare quello che resta il mistero per eccellenza del Cristianesimo, ma nel colloquio attento a comunicare l'esperienza della "fedeltà al Signore". Per questo le sue tesi importano anche all'ateo, perché indicano "un'uscita dalla solitudine" in un mondo da cui Dio sembra essersi allontanato. E, come diceva già Agostino, "vedi la Trinità se vedi l'amore". L'autore Bruno Forte, teologo di fama internazionale, è ordinario di Teologia dogmatica alla Pontificia facoltà teologica dell'Italia meridionale. Ha pubblicato l'opera in otto volumi Simbolica ecclesiale (Edizioni San Paolo, 1981-1996), In ascolto dell'altro, Filosofia e rivelazione (Morcelliana, 1995) e altri testi di teologia di grande successo.

Una scintilla nella cenere

Teologia e ribellione

di John Warr

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 148

Piccole apocalissi

Tracce della divinità nell’ateismo contemporaneo

di Carlo Formenti

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 194

Percorsi di felicità

Mitologia e trasformazione personale

di Joseph Campbell

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 223

Secondo Joseph Campbell, la funzione principale del mito è aiutare ogni individuo nel viaggio della vita, fornendogli una sorta di guida turistica o mappa per raggiungere la pienezza e la realizzazione di sé. In Percorsi di felicità l’autore esamina questo aspetto personale e psicologico del mito, mettendo in luce la sua notevole capacità di raccontare storie e l’abilità di applicare i più vasti temi della mitologia mondiale alla crescita personale e alla ricerca della trasformazione. Sulle tracce di Jung, àncora nell’individuo la saggezza simbolica della mitologia e applica le più poetiche metafore mitologiche alle sfide della vita quotidiana. Combinando le narrazioni interculturali con gli insegnamenti della psicologia moderna, esamina i modi in cui i miti conferiscono forma e ricchezza alla nostra vita. Con la sua abituale arguzia e il suo intuito, traccia connessioni tra simboli antichi e arte moderna e, strada facendo, mostra come il mito possa aiutare ciascuno di noi a identificare davvero la propria felicità e a perseguirla. L'autore Joseph Campbell (1904-1987) è stato uno dei più illustri studiosi di mitologia comparata e religioni di tutto il mondo. Tra i suoi testi tradotti in italiano, L’eroe dai mille volti (Milano 2008) e Miti di luce. Metafore dell’eterno in Oriente (Torino 2009).

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.