Il tuo browser non supporta JavaScript!

Attenzione, controllare i dati.

I libri

Il cambiamento nei contesti non terapeutici

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 168

Manuale di dinamica mentale e comportamentale

Dinamica mentale del profondo e dinamica PSI

di Tullio Lombardi

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 226

Ortopedia

Testo atlante

di Paolo Cabitza, Primo A. Daolio

editore: Raffaello Cortina Editore

Apprendere dal paziente

di Patrick Casement

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 236

Apprendere dal paziente si occupa della potenzialità insita nel pensiero psicoanalitico di trovare in se stesso gli spunti per una continua evoluzione. Patrick Casement esamina in modo originale le dinamiche delle relazioni di cura, assistenza e sostegno, e insegna a riconoscere gli indizi che i pazienti offrono, suggerendo l'esperienza terapeutica di cui sono inconsciamente alla ricerca. Dimostra così che, quando non si riesce a rispondere subito in maniera appropriata, è possibile con l'aiuto della supervisione interna porre rimedio ai propri errori e utilizzarli perfino a vantaggio del trattamento. Il vivace esame di questioni cliniche cruciali porta infatti l'autore a considerare la terapia psicoanalitica un processo di riscoperta della teoria e di elaborazione di una tecnica adattabile in modo specifico al singolo paziente. L'inusuale franchezza con cui Patrick Casement descrive il proprio lavoro, sostenuta da un linguaggio limpido e scevro da tecnicismi, dà al lettore la possibilità di formarsi una propria idea sul tipo di approccio metodologico che egli descrive. Per chi, analista o terapeuta, è in training, esercita la professione o insegna in ambiti affini, questo libro ha un valore inestimabile. L'autorePatrick Casement è membro della British Psycho-Analytical Society e della British Association of Psychotherapists.

La supervisione psicoanalitica

Teoria e pratica

di Leon Grinberg

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 142

La molteplicità dei fattori in gioco nell'ambito del rapporto analitico trova riscontro anche nel rapporto di supervisione, laddove gli aspetti utili e produttivi e quelli conflittuali e disturbanti vengono dipanati e confrontati nello scambio tra analista esperto e allievo, alla ricerca di un'intesa comune. León Grinberg esercita in queste pagine quella che gli è riconosciuta come la sua dote migliore, cioè la capacità di smontare e rimontare teorie e modelli tecnici, di usare la propria empatia per attendere, con un ascolto partecipe, la trasformazione del materiale anche più complesso e impenetrabile in una comunicazione. L'autore articola il proprio discorso dapprima intorno agli aspetti teorici della supervisione, passando poi in rassegna le più autorevoli posizioni in merito, e dichiarandosi convinto che affrontare un lavoro di supervisione sia prima di tutto porre l'accento sul processo di apprendimento nell'ambito di un più generale approccio di didattica clinica, semza però trascurare gli aspetti specifici del caso presentato. In questa prospettiva Grinberg sottolinea l'importanza del controtranfert determinato dai meccanismi di identificazione proiettiva dell'allievo. La rassegna di alcune sedute di supervisione fornisce nella seconda parte del volume una sintesi teorico-clinica di rilevante pregnanza.León Grinberg è attualmente supervisore nell'Istituto psicoanalitico di Madrid. È autore di opere fondamentali tra cui Colpa e depressione, Teoria dell'identificazione, Introduzione al pensiero di Bion.

Sguardo dal sogno

di Marie-Louise von Franz

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 200

Itinerari del pensiero junghiano

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 254

Cosa accade nei gruppi

L’individuo nella comunità

di Robert D. Hinshelwood

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 270

Si rimane spesso sconcertati di fronte ai fenomeni strani o allarmanti che accadomo nei gruppi, siano essi club, organizzazioni politiche, gruppi di studio o di lavoro. Il libro esamina il modo in cui lgli individui tentano di proteggersi, a livello collettivo e individuale, dagli aspetti peggiori della vita di gruppo, sviluppando, in modo in gran parte inconsapevole, culture specifiche. I numerosi esempi sono tratti dalla grande varietà di gruppi ristretti, gruppi allargati e sistemi multigruppali presenti in una comunità terapeutica. L'autore è vicino al pensiero di altri osservatori delle dinamiche di gruppo, in particolare a Bion, Jaques e Lith Menzies, mentre il suo contributo originale consiste nell'applicazione delle intuizioni della psicoanalisi kleiniana alle riunioni di gruppo. Hinshelwood sviluppa una categorizzazione delle culture di gruppo (rigide, fragili e flessibili) che intende tracciare una base per lo sviluppo di un metodo di intervento nella vita istituzionale. Per la chiarezza e l'acutezza clinica dell'autore, il libro è da considerarsi davvero di grande utilità.L'autoreRobert D. Hinsherlwood è psicoanalista e esperto di psicoterapia presso il servizio sanitario inglese e ha una lunga esperienza di lavoro con gruppi e comunità terapeutiche. Nel 1980 ha fondato l'International Journal of Therapeutic Communities.

La seduzione

Saggi psicoanalitici

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 220

Sulla natura umana

di Donald W. Winnicott

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 248

Le idee di Donald Winnicott si trovano disseminate in numerose pubblicazioni specialistiche e in brevi scritti divulgativi. L'autore ha fatto un solo tentativo di presentare una sintesi delle sue teorie, ed è questo. Si tratta di un compito ambizioso. Lo stesso Winnicott scrive nell'introduzione: "L'intento di questo lavoro è lo studio della natura umana. Al momento di cominciare a scrivere questo libro sono fin troppo consapevole della vastità di una simile impresa. La natura umana è quasi tutto ciò che abbiamo. Nonostante ne sia consapevole, intendo attenermi al titolo e intendo parlare della natura umana tenendo conto dei diversi tipi di esperienza che io ho fatto personalmente: di ciò che ho imparato dai miei maestri e dalla pratica clinica. In questo modo posso arrivare a elaborare una descrizione personale, e quindi comprensibilmente limitata, di un tema che è in sé senza limiti". Nel corso del testo, che si può considerare il capolavoro di Winnicott, vengono affrontati, dal punto di vista dell'autore, la maggior parte dei temi psicoanalitici, come il complesso di Edipo, la sessualità infantile, l'inconscio, la posizione depressiva, la difesa maniacale, gli oggetti transizionali, l'aggressività. L'autore Donald W. Winnicott (1896-1971), giunto alla psicoanalisi passando attraverso la pediatria, è anche una delle maggiori figure della psichiatria e della psicologia dello sviluppo. Tra le opere pubblicate nelle nostre edizioni ricordiamo: Il bambino deprivato (1986), I bambini e le loro madri (1987), Sulla natura umana (1989) e Esplorazioni psicoanalitiche (1995).  

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.