Il tuo browser non supporta JavaScript!

Attenzione, controllare i dati.

I libri

La psicologia di Internet

di Patricia Wallace

pagine: 544

Perché online facciamo cose che non faremmo mai in altre circostanze e delle quali potremmo finire per pentirci?

Il paradosso della stupidità

Il potere e le trappole della stupidità nel mondo del lavoro

di Mats Alvesson, André Spicer

pagine: 240

La stupidità funzionale può essere una vera catastrofe. Può portare a fallimenti aziendali, tracolli finanziari e altri disastri.

Rimuginio

Teoria e terapia del pensiero ripetitivo

di Gabriele Caselli, Giovanni M. Ruggiero

pagine: 366

Il rimuginio è una forma di pensiero negativo e ripetitivo che negli ultimi decenni ha assunto un ruolo fondamentale tra i fattori psicologici.

La selezione del personale

Come scegliere il candidato migliore ai tempi del web

di Claudio G. Cortese, Carlo Andrea Del

pagine: 236

In questa nuova edizione, particolare rilievo viene dato all’utilizzo del web e dei social network, fonti di informazioni ormai imprescindibili sia per il reclutamento sia per la selezione.

Perché le storie ci aiutano a vivere

La letteratura necessaria

di Michele Cometa

pagine: 428

Non sappiamo perché e come l’Homo sapiens abbia sviluppato la capacità di costruire storie. Possiamo però ipotizzare come presumibilmente siano andate le cose. Cioè come un ominide abbia sviluppato la facoltà di narrare storie e come queste lo abbiano avvantaggiato tra tutte le specie. Si tratta dunque di studiare la narrazione, la fiction e la letteratura nel contesto della teoria dell’evoluzione e delle scienze cognitive, prendendo le mosse dalle recenti acquisizioni dell’archeologia cognitiva che mettono in relazione la produzione di utensili e lo sviluppo di capacità narrative. Si comprende così che la narrazione ha un ruolo decisivo nella costituzione del Sé e delle sue protesi esterne, come da tempo sostengono i teorici della mente estesa e della cognizione incarnata. Questo studio si inserisce nel quadro più ampio di una teoria biopoetica della narrazione e di un’antropologia filosofica che non trascura il bios rispetto allo spirito. Per questo, categorie fondamentali come la compensazione e l’esonero possono essere rilette in chiave evoluzionistica e fornire alcune spiegazioni del comportamento narrativo dell’Homo sapiens: il riequilibrio dei suoi deficit funzionali ed esistenziali e il contenimento dell’ansia.

Cosa si fa quando si fa filosofia?

di Rossella Fabbrichesi

pagine: 122

Qual è la pratica che impegna, da sempre, chi “fa” filosofia e qual è l’efficacia di tale fare?

Esperienza

Filosofia e storia di un’idea

di Andrea Tagliapietra

pagine: 286

Interrogando la storia dell’idea di esperienza, come Andrea Tagliapietra fa in questo libro, è possibile imbattersi in una singolare scoperta.

L’enactment nella relazione terapeutica

Caratteristiche e funzioni

di Giuseppe Craparo

pagine: 124

L’autore propone una personale riflessione teorico-clinica sull’enactment.

Neurobiologia del tempo

di Arnaldo Benini

pagine: 120

Il tempo è negli eventi che scorrono o è dentro di noi? Oppure, come sostengono i fisici da Einstein in poi, è un’illusione ostinata che ci impedisce di capire il mondo?

Vita con Lacan

di Catherine Millot

pagine: 112

Ci fu un tempo in cui ero convinta che Lacan sapesse tutto di me.

Trattamento integrato per i disturbi di personalità

Un approccio modulare

di W. John Livesley, Giancarlo Dimaggio

pagine: 530

Negli ultimi anni si sono affermate differenti terapie per i disturbi di personalità, nessuna delle quali si è dimostrata più efficace delle altre.

L’imperativo estetico

Scritti sull’arte

di Peter Sloterdijk

pagine: 212

L’estetica di Sloterdijk non è semplicemente una filosofia dell’arte, ma anzitutto un modo eminente di fare filosofia.

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.