Il tuo browser non supporta JavaScript!

Attenzione, controllare i dati.

Festival del giornalismo di Perugia


- Venerdì 8 aprile h: 11.30 - 12.30 Hotel Brufani - Sala Priori - Giovanni Ziccardi: Le espressioni d'odio in rete

"L’odio in rete, le espressioni d'odio e la discussione accesa: razziale, politica, interpersonale, omofobica e i limiti della libertà di manifestazione del pensiero."

Organizzato in collaborazione con le cattedre di Informatica Giuridica e Informatica Giuridica Avanzata dell’Università degli Studi di Milano.


- Sabato 9 aprile h: 18.30 - 19.30 Palazzo Sorbello - Giovanni Ziccardi: L'odio online - violenza verbale e ossessioni in rete

"Quali sono i limiti della discussione violenta in rete?"

Insieme all'autore intervengono Marco Pratalese, giornalista L'Espresso, e Antonio Sofi, Gazebo Rai 3.

- Domenica 10 aprile h: 11.30 - 13.00 Sala dei Notari - Paolo Flores d'Arcais: La guerra del Sacro. Terrorismo, laicità e democrazia radicale

"Difendere la nostra identità. Ma quale? Occidente cristiano o Occidente illuminista? Democrazia liberista o democrazia egualitaria?"

Insieme all'autore interviene Giuliano Ferrara.





L'odio online

Violenza verbale e ossessioni in rete

di Giovanni Ziccardi

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 264

La diffusione di Internet ha reso possibile un dialogo ininterrotto, che si alimenta sui blog, sui forum, nelle chat, sui display degli smartphone. All’interno di questo dialogo globale, sono approdate le espressioni di odio razziale e politico, le offese, i comportamenti ossessivi nei confronti di altre persone, le molestie, il bullismo e altre forme di violenza che sollevano la curiosità del giurista. Come è nato il concetto di hate speech? Anche odiare è un diritto e quali sono i limiti che pongono gli ordinamenti giuridici? È mutato il livello di tolleranza e sono cambiati irreversibilmente i toni della discussione? A queste domande risponde l’autore, affrontando da un punto di vista giuridico, filosofico e politico il tema della violenza verbale e della sua diffusione nell’era tecnologica. L'autore Giovanni Ziccardi è professore di Informatica giuridica all’Università di Milano. Nella collana Saggi ha pubblicato Internet, controllo e libertà (2015).

La guerra del Sacro

Terrorismo, laicità e democrazia radicale

di Paolo Flores d'Arcais

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 246

Con l’assalto al giornale satirico Charlie Hebdo, il fondamentalismo islamico dichiara guerra alla laicità e alla democrazia. È il primo di una serie di attentati ai luoghi in cui si esprime la cultura libera ed “empia” degli “idolatri”, che devono essere puniti. Sotto attacco sono cinque secoli di civiltà occidentale, ma lo scontro non è tra islam e cristianesimo bensì tra il Sacro, che vuole imporre il dominio di Dio, e la libertà dell’uomo, che vuole darsi da sé le regole della convivenza. In questa guerra cui è illusorio sottrarsi, la scelta è tra l’universalismo laicista accompagnato dall’applicazione rigorosa e intransigente dei principi di giustizia sociale, proclamati nelle Costituzioni ma spesso disattesi, e un multiculturalismo ghettizzante che lascia ai margini, consegnandoli alla sharia delle comunità tradizionali, i milioni di persone in fuga dall’integralismo religioso, dalle dittature militari, dalle carestie. Il sonno della ragione anestetizza le democrazie. Se l’Europa non sceglierà la strada della laicità libertaria, corroborata dall’impegno instancabile per l’eguaglianza sociale, non potrà salvarsi dal fanatismo, né dalla barbarie morale razzista. L'autore Paolo Flores d’Arcais, filosofo e direttore di MicroMega, ha sempre unito lavoro teorico e impegno civile. Ha pubblicato numerosi saggi di filosofia morale e politica in una prospettiva di “materialismo esistenziale” egualitario e libertario, oltre a monografie su Hannah Arendt e Albert Camus.

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.