Il tuo browser non supporta JavaScript!

Attenzione, controllare i dati.

Torino Spiritualità 2012

«Un giorno senza un sorriso è un giorno perso», diceva Charlie Chaplin, ed è proprio La Sapienza del Sorriso il tema dell'ottava edizione di Torino Spiritualità.

Negli oltre 100 incontri in programma si indagherà il sorriso come straordinaria predisposizione dell’animo a sollevarsi sulla pesantezza del mondo per accedere alla profondità del pensiero, entrare in relazione con l'altro, aprire nuovi sentieri di conoscenza, ricerca e condivisione.

Tutti gli appuntamenti con i nostri autori.

Massimo Recalcati (Ritratti del desiderio)
Sabato 29 settembre ore 11,30 - Cortile di palazzo Carignano

Roberta De Monticelli (La questione civile)
Domenica 30 settembre ore 15,30 - Cavallerizza Reale, Maneggio

David Le Breton (Il sapore del mondo)
Domenica 30 settembre ore 15,30 - Chiesa di San Filippo Neri

 

Sabato 29 settembre ore 11,30 - Cortile di palazzo Carignano

Massimo Recalcati
Guai a chi è solo e cade

Narcisismo, cinismo, individualismo, culto dell’autorealizzazione, sono imperativi che confinano in spazi angusti gli affetti più intimi, gli interessi della comunità e i legami sociali. Ponendo se stessi al centro del mondo si perde il valore della reciprocità e si dimentica che nella caduta, oggi come ieri, è prezioso avere accanto chi ti sollevi.

I LIBRI DI MASSIMO RECALCATI
 

Domenica 30 settembre ore 15,30 - Cavallerizza Reale, Maneggio

Roberta De Monticelli
Liberi tutti. Giocare tra norme e libertà

Ogni gioco è soprattutto un atto libero, che chiama in causa la nostra capacità di decidere e di mettere al mondo qualcosa di nuovo, poiché è attraverso ciascuna decisione che costruiamo la nostra unicità. Ma siamo davvero liberi di scegliere come giocare? E che cosa si nasconde esattamente dietro alla parola “libertà”?

I LIBRI DI ROBERTA DE MONTICELLI
 

Domenica 30 settembre ore 15,30 - Chiesa di San Filippo Neri

David Le Breton
Antropologia del sorriso

Associare il sorriso solo alla gioia e al piacere sarebbe troppo semplice. Il suo significato cambia e, a seconda delle circostanze e dei luoghi, può accompagnare la sorpresa, l’imbarazzo, il disprezzo e perfino la tristezza. Il sorriso non è un automatismo inscritto una volta per tutte nella natura dell’uomo ma è espressione di una ritualità, di una simbologia del corpo che si rinnova.

IL LIBRO DI DAVID LE BRETON


Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.