Il tuo browser non supporta JavaScript!

Attenzione, controllare i dati.

Psicodiagnostica

WISC-IV

Wechsler Intelligence Scale for Children: lettura dei risultati e interpretazione clinica

di Margherita Lang, Paola Di Pierro

Quali sono le caratteristiche innovative della WISC-IV? Perché è consigliato l’uso di questa nuova edizione?

WAIS-IV

Wechsler Adult Intelligence Scale-IV: lettura dei risultati e interpretazione clinica

di Margherita Lang, Clara Michelotti

pagine: 334

Obiettivo del volume è facilitare il clinico nella conoscenza della WAIS-IV, evidenziando analogie e differenze con la WAIS-R. Il testo è articolato in quattro parti. Nella prima si descrive la nuova architettura della WAIS-IV e i cambiamenti che la contraddistinguono. Nella seconda sono presentati i quattro Indici e i subtest che li compongono. Di ogni subtest sono descritti le abilità cognitive valutate, i processi di elaborazione e le strategie coinvolti nelle risposte, l’analisi degli errori e le possibili procedure aggiuntive per approfondire alcune variabili a fronte di dubbi clinici. La terza parte è dedicata alla lettura dei risultati e all’interpretazione di tutti i punteggi forniti dalla WAIS-IV: QI, IAG, ICC, Indici, punti di forza e di debolezza e punteggi di processo. Nella parte quarta è esemplificato l’impiego della scala con anziani e alcune popolazioni cliniche. Nel volume sono proposte linee guida per la stesura della relazione psicodiagnostica. Le autriciMargherita Lang psicologa, psicoterapeuta e psicoanalista, è professore ordinario di Psicologia dinamica presso l’Università degli studi di Milano-Bicocca e membro associato della Società psicoanalitica italiana. Per le nostre edizioni ha curato, tra gli altri, I dieci test che lo psicologo deve conoscere (2008). Clara Michelotti psicologa e psicoterapeuta cognitivo-comportamentale, insegna Teorie e tecniche del colloquio presso l’Università degli studi della Valle d’Aosta. Elisa Bardelli, psicologa e psicodiagnosta, collabora con lo Studio associato ARP.

L'uso clinico del Cognitive Assessment System

di Stefano Taddei, Paola Di Pierro

pagine: 216

Grazie a un’esaustiva analisi dello strumento di valutazione presentato, a una serie di applicazioni del Cognitive Assessment System e di contributi scientifici relativi all’utilizzo della teoria PASS in diversi ambiti – dal disturbo specifico dell’apprendimento e da deficit di attenzione/iperattività a quello dello spettro dell’autismo, al ritardo mentale, al trauma cerebrale e alla sovradotazione intellettiva –, questa guida alla somministrazione del CAS offre uno strumento efficace per orientarsi nella valutazione dei processi cognitivi nei ragazzi dai 5 ai 17 anni di età. Il volume, rivolto primariamente a psicologi e neuropsichiatri dell’infanzia, può essere utile anche a studenti e insegnanti interessati alla comprensione dell’apporto clinico e educativo che deriva dalla conoscenza dei processi cognitivi. Gli autori Stefano Taddei, psicologo e psicoterapeuta, svolge attività di ricerca presso il dipartimento di Scienze della salute e insegna nel corso di laurea in Psicologia clinica e della salute e neuropsicologia dell’Università degli Studi di Firenze. Paola Di Pierro, psicologa e psicoterapeuta, lavora presso la Struttura complessa di Psicologia, Azienda sanitaria locale cn2 Alba-Bra.

Rorschach Performance Assessment System

Somministrazione, siglatura, interpretazione e manuale tecnico

di Gregory J. Meyer, Donald J. Viglione

pagine: 580

Il Comprehensive System ideato da J. Exner Jr è stato continuamente aggiornato sotto la supervisione dell’autore del metodo. Lo strumento organizzativo di tale procedura era rappresentato dal Rorschach Research Council (RRC), costituito da psicologi di consolidata esperienza. Dalla morte di J. Exner nel 2004, questo valore aggiunto, a tutela della qualità dei prodotti scientifici, si era interrotto. Il volume si propone come la continuità del Sistema Comprensivo di Exner, alla luce degli approfondimenti intercorsi dalla sua morte a oggi. Gli autori stessi erano i componenti del RRC nella sua ultima formazione e assicurano il rigore che ha caratterizzato il Sistema Comprensivo, in qualità di metodo più diffuso e validato nel mondo. Gli autori Gregory J. Meyer, Università di Toledo Donald J. Viglione, Alliant International University, San Diego Joni L. Mihura, Università di Toledo Robert E. Erard, Psychological Institutes of Michigan Philip Erdberg, Masonic Center for Youth and Families, San Francisco

La valutazione dell'alessitimia con la TSIA

con CD-ROM Win/Mac

pagine: 216

Il volume è la prima opera sistematizzata a livello mondiale dedicata allo strumento Toronto Structured Interview for Alexithymia (TSIA). La TSIA, nata dalle riflessioni teoriche e dalla ricerca empirica di Graeme J. Taylor e R. Michael Bagby, è considerata oggi il criterio più affidabile per la misurazione del costrutto di alessitimia. Il testo consta di due parti. La prima parte, il manuale dell’Intervista, presenta una rassegna sulle basi teoriche ed empiriche da cui la TSIA si sviluppa, descrive lo strumento e ne fornisce le modalità di somministrazione, scoring e interpretazione. La seconda parte propone un approfondimento sul costrutto di alessitimia e illustra i primi lavori di ricerca effettuati in Italia con la TSIA. Al volume è allegato un CD, che contiene la versione digitale dell’Intervista e potrà aiutare il clinico e il ricercatore nello scoring e nella registrazione dei casi analizzati. Gli autori Graeme J. Taylor, fra i massimi teorici del costrutto di alessitimia, è professore di Psichiatria all’Università di Toronto e membro ordinario del Toronto Institute for Contemporary Psychoanalysis. Michael Bagby, professore nei dipartimenti di Psichiatria e di Psicologia dell’Università di Toronto, ha fornito con i suoi studi empirici una solida base scientifica al costrutto di alessitimia. Vincenzo Caretti, psicologo clinico e psicoanalista, è professore ordinario di Psicoterapia presso la Libera Università Maria SS. Assunta (LUMSA) di Roma. Adriano Schimmenti è professore associato di Psicologia dinamica presso l’Università degli Studi di Enna “Kore” e Honorary Visiting Research Fellow presso la Middlesex University di Londra.

MMPI-2

Manuale per l'interpretazione e nuove prospettive di utilizzo

di Abbate Luigi, Paolo Roma

pagine: 264

Questo libro si propone come un manuale che consente di definire tutte le potenzialità del MMPI-2 e di chiarirne l’uso a chi, giovane professionista, non abbia ancora familiarità con il questionario. Per chi già utilizza e conosce il test, offre in maniera strutturata tutte le informazioni ora distribuite in manuali diversi, con riferimenti a una letteratura non ancora disponibile in italiano, consentendo un ampliamento dell’orizzonte interpretativo. Gli autori mostrano tutti i cambiamenti introdotti negli ultimi anni, dalle scale dei Componenti di contenuto alle Psychopathology Five Scales (PSY-5), e guidano il lettore all’uso del test con capitoli concisi, concetti chiave ben evidenziati, box riassuntivi e la stesura di una relazione clinica completa. Gli autori Luigi Abbate psicologo e analista di formazione junghiana, insegna Elementi di psicodiagnostica clinica presso la Scuola di specializzazione in Psicologia clinica della Sapienza, Università di Roma. Nelle nostre edizioni ha pubblicato La valutazione delle relazioni oggettuali e delle rappresentazioni sociali con il TAT (con V. Massaro, 2007). Paolo Roma psicologo e psicoterapeuta, svolge attività di docenza e ricerca presso il dipartimento NESMOS della Sapienza, Università di Roma.

La valutazione dell'adattamento psicologico del bambino

I self-report

di Adriana Lis, Daniela Di Riso

Si presenta al pubblico italiano una serie di strumenti di autovalutazione (self-report) utilizzabili nel processo diagnostico che coinvolge bambini in età scolare. Le misure selezionate colgono svariate sfaccettature dell’adattamento psicologico, come il funzionamento generale, le paure che caratterizzano questa età delicata e alcune dimensioni che descrivono lo spettro ansioso. La descrizione delle caratteristiche e dei dati normativi italiani delle scale rende facilmente utilizzabili i questionari nella diagnosi in età evolutiva. La presentazione di casi clinici permette di mostrare anche un uso più individuale delle scale, evidenziandone il possibile utilizzo in associazione con altri tipi di metodologia. Gli autori Adriana Lis insegna Diagnosi psicodinamica e Valutazione della psicoterapia in età evolutiva e adulta all’Università di Padova. Daniela Di Riso insegna Psicopatologia dello sviluppo all’Università di Padova. Claudia Mazzeschi insegna Psicologia dinamica e clinica all’Università di Perugia. Daphne Chessa lavora presso il dipartimento di Psicologia dello sviluppo e della socializzazione dell’Università di Padova.

La diagnosi strutturale di personalità secondo il modello di Kernberg

(due volumi indivisibili)

pagine: 162 vol. 1 - 10

Il volume presenta il metodo di assessment della personalità basato sull’evoluzione della prospettiva psicodinamica, a partire dal colloquio strutturale degli anni ’70 fino alla versione operazionalizzata attuale, la Structured Interview of Personality Organization (STIPO), presentata nella sua edizione italiana. Vengono evidenziati gli aspetti teorici che fanno da cornice alla diagnosi di struttura di personalità e viene introdotto il metodo del colloquio strutturale, per poi presentare l’intervista strutturata, nei suoi contenuti, nelle sue modalità di utilizzo e nelle sue proprietà psicometriche. I lettori potranno trovare anche alcuni stralci di casi clinici che esemplificano le modalità di attribuzione dei punteggi dell’intervista. Allegata al volume la versione italiana della Structured Interview of Personality Organization (STIPO) I curatori Fabio Madeddu, psichiatra e psicoanalista, insegna Psicologia clinica all’Università di Milano- Bicocca. Nelle nostre edizioni ha pubblicato I meccanismi di difesa (con V. Lingiardi, 1994) e Devianza e antisocialità (con S. Dazzi, 2009). Emanuele Preti, psicologo e psicoterapeuta, è docente del laboratorio di Interviste cliniche per la diagnosi di personalità patologica all'Università di Milano-Bicocca.

Esame Neuropsicologico Breve 2

Una batteria di test per lo screening neuropsicologico

di Sara Mondini, Daniela Mapelli

pagine: 184

L’esame neuropsicologico dell’adulto con lesioni cerebrali o patologie neurodegenerative è oggi considerato indispensabile a fini diagnostici, prognostici, peritali e riabilitativi: è una conditio sine qua non per una completa valutazione psicologica dell’individuo. L’ENB-2 si colloca fra il materiale che non può non essere presente fra gli strumenti psicometrici più aggiornati e affidabili dell’indagine neuropsicologica. Rispetto alla precedente versione, l’ENB-2 presenta rilevanti cambiamenti riguardo ai dati normativi e alla correzione dei punteggi. Il campione è stato ampliato e presenta ora 702 individui adulti di età, sesso e scolarità diversi. Particolare attenzione è stata rivolta alle fasce di età più avanzata rappresentate da un gruppo di soggetti fra i 70 e gli 80 anni e da un gruppo con età superiore agli 80 anni. È ora possibile calcolare, per ogni individuo, un punteggio globale di funzionamento cognitivo, un indice che in ambito clinico fornisce in modo immediato il livello generale di funzionamento. È possibile ora somministrare la batteria ENB-2 anche a distanza di un solo mese allo stesso individuo. L’introduzione di questo nuovo calcolo del punteggio test-retest ha indubbiamente dei vantaggi nella pratica clinica, oltre che nella ricerca di base. Tutto il materiale, i protocolli di valutazione, gli strumenti testistici e le tabelle per la correzione dei punteggi vengono forniti attraverso risorse elettroniche disponibili online sul sito internet della casa editrice. Gli autori Sara Mondini insegna Psicobiologia e Valutazione neuropsicologica all’Università di Padova. Daniela Mapelli insegna Riabilitazione Neuropsicologica all’Università di Padova. Alec Vestri, psicologo e psicoterapeuta, insegna in numerose Scuole di Psicoterapia. Giorgio Arcara, studioso di neurolinguistica, collabora con l’Università di Padova. Patrizia Silvia Bisiacchi insegna Psicobiologia e dirige il dipartimento di Psicologia generale dell’Università di Padova.

Le scale Wechsler per adulti

Valutazione delle funzioni cognitive e analisi del processo

di Margherita Lang, Clara Michelotti

pagine: 416

Un testo fondamentale per lo psicologo che deve valutare le funzioni cognitive, in soggetti normali o in pazienti psichiatrici, e stendere una relazione psicodiagnostica. Corredato di esemplificazioni cliniche, è articolato in tre parti. Nella prima parte vengono fornite le linee-guida per una corretta somministrazione della Scala, nella seconda sono presentati i singoli subtest e nella terza è trattata specificamente la valutazione dei risultati. LEGGI L'INDICE E L'INTRODUZIONE   SCARICA IL PDF DELLE TABELLE STAMPABILI DEL LIBRO (documento con password indicata nel testo) Le autrici Margherita Lang, psicologa e psicoterapeuta, insegna Psicologia dinamica all’Università di Milano-Bicocca. Per le nostre edizioni ha curato, tra gli altri, I dieci test che lo psicologo deve conoscere (2008). Clara Michelotti, psicologa e psicoterapeuta, insegna Teorie e tecniche del colloquio psicologico all’Università della Valle d’Aosta.

Il Rorschach secondo il Sistema Comprensivo di Exner

Manuale per l'utilizzo dello strumento

di Adriana Lis, Alessandro Zennaro

pagine: 704

Il volume si configura come un esauriente lavoro sul test di Rorschach, uno degli strumenti psicodiagnostici più usati nella pratica clinica, per il quale il metodo comprensivo di Exner rappresenta oggi la modalità più accreditata di utilizzo. Il manuale propone linee guida interpretative dei protocolli corredate da numerosi esempi clinici, che consentono un’approfondita comprensione dei significati psicologici degli indici e delle variabili presentate e la loro estensione nei diversi contesti di applicazione del test, tra cui, per esempio, l’ambito forense. Gli autori Adriana Lis è professore ordinario di Valutazione dell’intervento psicodinamico in età evolutiva e in età adulta, Diagnosi psicodinamica, Modelli di intervento nelle relazioni familiari all’Università di Padova. Alessandro Zennaro è preside della Facoltà di Psicologia dell’Università della Valle d’Aosta dove insegna Psicopatologia generale e dello sviluppo e Psicodiagnostica. Silvia Salcuni è docente di Psicologia dinamica, Psicodiagnostica e Tecniche di indagine della personalità all’Università di Padova. Laura Parolin insegna Strumenti di valutazione della personalità all’Università di Milano-Bicocca. Claudia Mazzeschi insegna Psicologia dinamica e Psicopatologia generale e dello sviluppo all’Università di Perugia.

La valutazione delle relazioni oggettuali e delle rappresentazioni sociali con il TAT

La Social Cognition and Object Relations Scale di Drew Westen

di Abbate Luigi, Viviana Massaro

pagine: 218

La Social Cognition and Object Relations Scale è il sistema di scoring proposto da Westen (1985) per la valutazione delle relazioni oggettuali e delle rappresentazioni sociali attraverso l’analisi delle storie TAT. La costruzione della SCORS può essere letta come il risultato dell’integrazione delle tendenze più attuali della psicoanalisi e della ricerca in psicologia. Con l’avvento della SCORS, l’utilità del TAT sembra dunque riemergere dopo essere stata sepolta sotto un gran numero di sistemi di scoring diversi, spesso ciechi di fronte alle originarie istruzioni del test e alle caratteristiche uniche del suo materiale-stimolo. Gli autori Luigi Abbate è professore di Laboratorio di valutazione testologica e diagnosi all’università La Sapienza di Roma. Viviana Massaro collabora con la cattedra di Tecniche di valutazione clinica e diagnostica all’università La Sapienza di Roma.

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.