Il tuo browser non supporta JavaScript!

Attenzione, controllare i dati.

Saggi

A scuola di libertà

Formazione e pensiero autonomo

di Luigina Mortari

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 142

La mancanza di pensiero, la ripetizione di verità diventate vuote e trite sembrano tra le principali caratteristiche del nostro tempo. L’autrice propone semplicemente: insegnare a pensare a ciò che facciamo.

L'energia spirituale

di Henri Bergson

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 182

L’energia spirituale raccoglie i più importanti saggi bergsoniani riguardanti “problemi di filosofia e di psicologia”. In queste pagine Bergson mette soprattutto alla prova le sue invenzioni concettuali (durata, slancio vitale) nello studio di particolari fenomeni psichici, parte dei quali era stato oggetto degli studi di Freud in quegli stessi anni. Nelle folgoranti pagine sul sogno, l’oblio e il sonnambulismo, ritroviamo inoltre l’asse portante dei celebri studi di Deleuze sul tempo nell’immagine cinematografica. L'autore Henri Bergson (1859-1941) è uno degli autori classici del Novecento filosofico. Nella collana “Saggi” sono stati pubblicati Saggio sui dati immediati della coscienza (2002), L’evoluzione creatrice (2002) e Durata e simultaneità (2004).

Il metodo 4. Le idee: habitat, vita, organizzazione, usi e costumi

di Edgar Morin

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 296

Nel quarto volume del suo Metodo, Morin considera la conoscenza dal punto di vista delle condizioni sociali e culturali che presiedono alla sua formazione.

Diritti delle donne e multiculturalismo

di Okin Susan Moller

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 172

La femminista radicale Susan Moller Okin discute assieme a quindici interlocutori, del calibro di Martha Nussbaum e Saskia Sassen, su temi legati al multiculturalismo e al femminismo. È giusto obbligare le altre culture a conformarsi ai nostri standard di uguaglianza sessuale? O bisogna rispettare le tradizioni culturali e le credenze religiose degli altri gruppi etnici? I saggi che compongono il volume, tutti molto incisivi e di facile lettura, affrontano la questione da punti di vista eterogenei, obbligandoci a mettere da parte i nostri pregiudizi e a considerare anche le ragioni degli altri. L'autrice Susan Moller Okin (1946-2004) ha insegnato Scienze politiche alla Stanford University.

Immagini della mente

Neuroscienze, arte, filosofia

di Giovanni Lucignani, Andrea Pinotti

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: pp. 302

È davvero possibile descrivere che cosa accade nel cervello quando si fa esperienza del bello artistico? E quando lo si crea? In questo volume, il primo del genere in Italia, neuroscienziati, tra cui i pionieri della neuroestetica Semir Zeki e Lamberto Maffei, filosofi, tra cui Giulio Giorello, storici dell’arte come David Freedberg si confrontano su tali interrogativi, mostrando come, per rendere conto del mondo dell’arte, sia necessaria una collaborazione tra i diversi ambiti disciplinari. Un efficace strumento per comprendere le ragioni profonde del dialogo tra arte, scienza e filosofia. L'autore Giovanni Lucignani è professore di Diagnostica per immagini e radioterapia all’Università degli Studi di Milano. Andrea Pinotti insegna Estetica all’Università degli Studi di Milano.

Corso di filosofia morale

1962-1963

di Vladimir Jankélévitch

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 240

A cura di Antonio Delogu Jankélévitch conferma in questo Corso la fecondità di un pensiero che parla di morale senza cadere nel moralismo, scava nei concetti evitando il concettualismo e coniuga il dovere con l’amore, muovendo dall’importanza che l’intenzione e la volontà hanno nell’esperienza morale. Né Husserl né Heidegger ma Pascal e Tolstoj sono i riferimenti dell’autore, filosofo  laico ma attento alla lezione dei mistici, oltre che a quella dei classici (Platone, Aristotele, Agostino). Queste lezioni sono esemplarmente indicative della ricchezza spirituale che la filosofia può dare all’individuo, in un tempo in cui la ricchezza cui si guarda è di tutt’altro genere.

Del giudicare

Saggio sul rituale giudiziario

di Antoine Garapon

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 336

Per rendere giustizia è necessario innanzitutto trovarsi nelle condizioni di giudicare. Tale è la funzione del rituale giudiziario: fissare le regole del gioco, istituire gli attori, delimitare uno spazio che ponga un argine all’indignazione morale. Ma accade a volte che le forze oscure del rituale, invece di servire la giustizia, trascinino verso l’ingiustizia: l’accusato rischia di essere travolto da quello stesso cerimoniale concepito per metterlo al riparo dalla vendetta popolare. Volere il bene e fare il male: è questa l’esperienza tragica della giustizia con cui Antoine Garapon intesse un dialogo serrato, esplorando i diversi aspetti del rituale giudiziario. L'autore Antoine Garapon dirige l’Institut des hautes études sur la justice, con sede a Parigi. Tra le sue opere tradotte in italiano I custodi dei diritti (Feltrinelli, 1997) e Crimini che non si possono né punire né perdonare (il Mulino, 2004).

Il mondo moderno e la questione ebraica

di Edgar Morin

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 174

La condizione ebraica nella storia moderna esige di essere trattata in tutta la sua complessità, dunque nella sua difficoltà. Integrando in sé la doppia identità ebraica e gentile, e sforzandosi di superare l'una e l'altra, Morin si è impegnato in questo compito sia per capire i tempi moderni, dai quali non si può astrarre il fermento ebraico, sia per capire la questione ebraica, dalla quale non si può astrarre la questione dei tempi moderni.La nascita, dopo all’olocausto, dello Stato di Israele ha dato alla nozione di ebreo un nuovo significato. In seguito, il conflitto israelo-palestinese ha creato una tragedia di ampiezza planetaria. Per un ebreo, si tratta di scegliere tra sionismo incondizionato e rifiuto della propria religione d’origine?

Il metodo 3. La conoscenza della conoscenza

di Edgar Morin

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 286

Nel terzo volume del suo Metodo, Edgar Morin enuclea le domande fondamentali che dobbiamo porci se vogliamo conoscere le fonti dei nostri errori e delle nostre illusioni.

Filosofia dei sensi

Estetica del pensiero tra filosofia, arte e letteratura

di Silvana Borutti

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 222

L’autrice si interroga sulla continuità tra sensibilità e intelligenza, tra sensi e pensiero e suggerisce che tale continuità sia consegnata all’immaginazione, considerata come attività che è a un tempo ricettiva e produttiva. Nella seconda parte del volume l’analisi verte sulla natura sensibile e immaginativa di differenti esperienze artistiche, in cui le immagini mostrano la propria forza conoscitiva, e si propone un’interpretazione filosofica di forme artistiche e letterarie, tra Bacon, Caravaggio, Klee, Calvino, Manganelli. L’autrice Silvana Borutti insegna Filosofia teoretica all’Università di Pavia. Tra le sue pubblicazioni “Filosofia delle scienze umane” (Bruno Mondadori, 1999).

Verità e passato

di Michael Dummett

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 162

Michael Dummett, uno dei più illustri filosofi analitici, presenta qui le sue idee più recenti sui temi metafisici del realismo e della filosofia del linguaggio. Dummett è ben noto per essere un sostenitore dell’antirealismo, che caratterizza approssimativamente la verità come ciò che siamo in grado di conoscere. Gli eventi del passato e gli asserti su di essi sono test cruciali della posizione antirealista. Questi saggi proseguono e incrementano significativamente il lavoro di Dummett. L’autore Michael Dummett è stato per molti anni professore di Logica a Oxford. È autore di numerosi volumi, tra cui ''La base logica della metafisica'' (il Mulino 1996) e ''Origini della filosofia analitica'' (Einaudi 2001).

Pensare in un'altra luce

L'opera aperta di María Zambrano

di Rosella Prezzo

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 170

In quale luce si pensa? È da questa inedita questione che il libro prende le mosse per inoltrarsi nell’“opera aperta” di María Zambrano, una delle personalità più innovatrici della riflessione contemporanea, messa qui a confronto con autori come Husserl, Heidegger, Arendt, Lévinas, Freud. Al di là di letture puramente estetizzanti, che ne hanno ignorato la “ragion pratica”, l’autrice ne evidenzia i molteplici fili di una trama etica e politica, psicologica e antropologica, in una riflessione che assume quali forme di sapere pratico l’”ironia” e la “pietà”. L’autrice Rosella Prezzo, filosofa e redattrice di aut aut, ha curato per le nostre edizioni ‘’Ridere la verità. Scena comica e filosofia’’ (1994).

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.