Cristina Cattaneo a Principi attivi contro la guerra

Attenzione, controllare i dati.

Cristina Cattaneo a Principi attivi contro la guerra

Cristina Cattaneo a Principi attivi contro la guerra Cristina Cattaneo a Principi attivi contro la guerra
Cristina Cattaneo (Naufraghi senza volto) interverrà nel corso dell'edizione 2019 - la IV - di Principi attivi contro la guerra, evento Emergency organizzato da Unisona rivolto agli insegnanti e agli studenti delle scuole superiori.
Principi attivi contro la guerra si terrà martedì 29 ottobre dalle 10.00 alle 12.00 presso Casa Emergency e si potrà seguire in diretta satellitare in tutti i cinema (oltre 100) convenzionati in Italia.
I temi dell'edizione di quest'anno, condotta da Camilla Raznovich con Gino Strada e Rossella Miccio, saranno i conflitti e le migrazioni, di cui si parlerà attraverso l'enunciazione di cinque proncipi: conoscere la guerra, affermare l’uguaglianza, informarsi e combattere il linguaggio dell’odio, coltivare la memoria e la bellezza.
Insieme a Cristina Cattaneo interverranno Matteo Villa, ricercatore del programma di Migrazioni dell'ISPI, e lo street artist di Kabul Omaid Sharifi. 
La partecipazione all'evento è gratuita previa iscrizione entro il 18 ottobre.

Naufraghi senza volto
Il corpo di un ragazzo con in tasca un sacchetto di terra del suo paese, l’Eritrea; quello di un altro, proveniente dal Ghana, con addosso una tessera della biblioteca; i resti di un bambino che veste ancora un giubbotto la cui cucitura interna cela la pagella scolastica scritta in arabo e in francese. Sono i corpi delle vittime del Mediterraneo, morti nel tentativo di arrivare nel nostro paese su barconi fatiscenti, che raccontano di come si può “morire di speranza”. A molte di queste vittime è stata negata anche l’identità. L’emergenza umanitaria di migranti che attraversano il Mediterraneo ha restituito alle spiagge europee decine di migliaia di cadaveri, oltre la metà dei quali non sono mai stati identificati. Il libro racconta, attraverso il vissuto di un medico legale, il tentativo di un paese di dare un nome a queste vittime dimenticate da tutti, e come questi corpi, più eloquenti dei vivi, testimonino la violenza e la disperazione del nostro tempo.

L'autrice
Cristina Cattaneo è professore ordinario di Medicina Legale presso l’Università degli Studi di Milano e direttore del LABANOF (Laboratorio di Antropologia e Odontologia Forense). È attualmente coinvolta nell’identificazione dei migranti morti in mare, in particolare nei naufragi di Lampedusa del 3 ottobre 2013 e del 18 aprile 2015. Nelle nostre edizioni ha pubblicato Crimini e farfalle. Misteri svelati dalle scienze naturali (con M. Maldarella, 2006).

Naufraghi senza volto

Dare un nome alle vittime del Mediterraneo

di Cristina Cattaneo

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 198

Il racconto di un medico legale nel tentativo di dare un nome alle vittime del Mediterraneo, testimoni della violenza e della disperazione del nostro tempo.

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.