Walter Benjamin

Attenzione, controllare i dati.

Walter Benjamin

Walter Benjamin Walter Benjamin

Il 26 settembre 1940 muore a Port Bou in Spagna Walter Benjamin, grande filosofo, scrittore, critico lettarario e traduttore tedesco.

 

Walter Benjamin
Proust e Baudelaire
Due figure della modernità

Questo libro offre al lettore l’occasione di una scoperta, l’immersione nella “modernità”. Un tempo che Walter Benjamin ha delineato attraverso le figure di Proust e di Baudelaire in saggi autonomi, “Un’immagine di Proust” e “La Parigi del Secondo Impero in Baudelaire”, che vengono qui per la prima volta avvicinati in una nuova traduzione arricchita da una straordinaria galleria di immagini. La nascita del mercato nel senso moderno del termine e della fi gura dell’acquirente, inteso come consumatore da sedurre con false “novità”, il rapporto con la natura e la trasformazione dell’eros, l’ossessione della raccolta di informazioni e della registrazione di eventi, che in quell’epoca nasceva grazie anche all’invenzione della fotografia: sono alcuni tratti della modernità in cui riconosciamo la nostra genealogia e che ci fanno sentire vicini due grandi autori del passato. Come avvenne per Benjamin, Baudelaire e Proust divengono per il lettore due compagni insostituibili per affrontare un viaggio nel tempo perduto e in quello a venire, cioè il tempo che noi oggi viviamo.

Walter Benjamin (1892-1940), filosofo, teorico della cultura e letterato tedesco, è oggi riconosciuto come una delle figure più originali e acuti interpreti della modernità.

Walter Benjamin
Figure dell'infanzia
Educazione, letteratura, immaginario

"La mano avanza attraverso la fessura della dispensa socchiusa, come un innamorato nella notte. Poi, una volta abituatasi al buio, eccola cercare a tentoni zucchero o mandorle, uva sultanina o conserva. E come l’amante che prima di baciare la sua amata l’abbraccia, così il tatto li conosce prima che la bocca ne assapori la dolcezza.”

Con la felicità espressiva che lo colloca tra i classici del Novecento, Walter Benjamin descrive così un “bambino goloso” in uno dei suoi scritti più affascinanti sull’infanzia e sull’educazione, nei quali pensiero, scrittura e immagine si fondono. Seguendo un ordine tematico, i testi qui raccolti per la prima volta in edizione italiana sono riuniti in sei sezioni, i cui titoli rimandano ad alcuni motivi centrali dell’intera produzione di Benjamin: i bambini, i libri, l’esperienza della lettura, i giocattoli, i teatri come luoghi dell’immaginario infantile e l’educazione come campo di avventura e redenzione.

A cura di Francesco Cappa e Martino Negri

Walter Benjamin (1892-1940), filosofo, teorico della cultura e letterato tedesco, è oggi riconosciuto come una delle figure più originali e acuti interpreti della modernità.

Figure dell'infanzia

Educazione, letteratura, immaginario

di Walter Benjamin

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 384

Uno degli scritti più affascinanti di Walter Benjamin sull’infanzia e sull’educazione, nei quali pensiero, scrittura e immagine si fondono.

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.