La valutazione psicologica mediante test

sconto
5%
La valutazione psicologica mediante test
20,00 19,00
 
risparmi: € 1,00
Spedito in 2-3 giorni lavorativi
A partire dalla legge 56 del 1989 sull'Ordinamento della professione di psicologo, la laurea abilita a effettuare una valutazione in differenti contesti, mediante l'uso di strumenti che comunemente chiamiamo "test". Il presente manuale è stato pensato per studenti che frequentano il biennio magistrale in psicologia clinica, per aiutarli a definire meglio quale sarà la loro identità e a vedere con occhi nuovi e più attuali l'uso dei test - ma anche per chi studente non è più e cerca una prospettiva diversa. In un interessante lavoro del 2001 a cura di un gruppo di autori incaricati dall'APA di fare il punto sullo stato dell'arte, sono state poste le basi per la ridefinizione di un'ottica più attuale, e più empiricamente valida. Il libro getta una nuova luce su tutti quegli elementi che in passato venivano posti in una contrapposizione assolutamente sviante (per esempio, test oggettivi vs tecniche proiettive), propone un modello di integrazione dei dati, confronta strumenti vecchi e nuovi, conduce lo studente attraverso i rischi del ragionamento clinico e lo introduce a un frame ateorico che consente di arrivare a scrivere un report adattabile a contesti diversi.
 

Biografia dell'autore

Luigi Abbate

Luigi Abbate insegna Psicodiagnostica dell’adulto presso la LUMSA di Roma dove dirige il master universitario di secondo livello su Professione psicologo: approfondimenti di Psicodiagnostica clinica e forense. Nelle collane di Raffaello Cortina ha pubblicato: La valutazione delle relazioni oggettuali e delle rappresentazioni sociali con il TAT (con V. Massaro, 2007), MMPI-2. Manuale per l'interpretazione e nuove prospettive di utilizzo (con P. Roma, 2014), Rorschach Comprehensive System. Manuale di siglatura e interpretazione (con P. Porcelli, 2017); Scrivere la relazione psicodiagnostica. Dal test alla stesura del report in psicologia clinica e forense (con M.P. Andraos, 2019). Ha contribuito alla validazione italiana di strumenti diversi quali la PCL-YV, il PAI-A, il TSI-2 e lo SPECTRA. Nel 1992 ha curato con Franco Ferracuti l'edizione italiana aggiornata del Picture Frustration Study (PFS) di Saul Rosenzweig.