Psicologia del lavoro, dell’organizzazione e dei gruppi - tutti i libri per gli amanti del genere Psicologia del lavoro, dell’organizzazione e dei gruppi - Raffaello Cortina Editore | P. 5

Attenzione, controllare i dati.

Psicologia del lavoro, dell’organizzazione e dei gruppi

Progettare la carriera

di Franco Fraccaroli

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 160

Progettare la carriera è un efficace strumento di gestione delle risorse umane attraverso il quale stimolare la motivazione, accrescere il senso di appartenenza, gratificare i collaboratori.

Progettare la carriera

di Franco Fraccaroli

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 160

Progettare la carriera è un efficace strumento di gestione delle risorse umane attraverso il quale stimolare la motivazione, accrescere il senso di appartenenza, gratificare i collaboratori.

Psicologia e qualità

La qualità come pratica e come valore

di P. Giorgio Gabassi, M. Lisa Garzitto

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 152

Vengono analizzati gli aspetti psicologici della qualità: da un lato le procedure organizzative che concorrono a “creare qualità” (“Total Quality Management”), dall’altro la valutazione che il cliente dà della qualità in termini sia di prodotto sia di servizio (“Customer Satisfaction”). Per ottenere l’eccellenza non è sufficiente proporsi di fare qualità ma è necessario maturare culture organizzative che portino a “essere qualità”.   Gli autori Pier Giorgio Gabassi è professore di Psicologia del lavoro e delle organizzazioni all’Università di Trieste. Maria Lisa Garzitto insegna Psicologia della comunicazione all’Università di Trieste. Giantullio Perin insegna Psicologia dell’organizzazione all’Università di Trieste.

Taylor

Le origini dello Scientific Management e della psicologia del lavoro

di Riccardo G. Zuffo

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 330

Taylor è morto, viva Taylor. A un secolo di distanza dalla pubblicazione di Shop Management (1903), e di fronte a numerose, innegabili analogie tra il mondo del lavoro odierno e quello di fine Ottocento, un’analisi degli scritti e della personalità dell’ingegnere di Philadelphia diventa quasi una necessità. Diversi sono gli intenti del nostro percorso: innanzitutto, ricostruire la memoria, ossia cogliere le differenze tra l’idealismo positivista di Taylor e la sua deriva fordista, tra l’“epoca del progresso” e i successivi processi di razionalizzazione, tra le valenze ideologiche e politiche del dibattito sul lavoro industriale e il relativo modello teorico. In secondo luogo, analizzare la scientificità del taylorismo: lo Scientific Management è sì assimilabile alle teorie scientifiche dell’Ottocento, ma è anche intuizione, psicologia del senso comune, contaminazione di discipline, “bricolage” di conoscenze rigorose e saperi approssimativi. Infine, sottolineare l’attualità della riflessione tayloriana sui processi di cambiamento nel lavoro, e in particolare sulla rapidità degli sviluppi tecnologici, commerciali e finanziari, che oggi, come allora, appaiono impressionanti. Il libro è di grande utilità per psicologi, sociologi, studiosi di management, e per chiunque sia interessato a questi temi. L'autore Riccardo G. Zuffo insegna Psicologia del lavoro presso la facoltà di Psicologia dell’Università Cattolica di Milano e dell’Università Gabriele D’Annunzio di Chieti. Ha maturato un’ampia esperienza professionale sulle problematiche organizzative – ristrutturazioni, M&A, business a crescite veloci – di job-insecurity e di gestione delle risorse umane. Ha pubblicato Uomini e Qualità (Milano, 1997) e Qualità e valore dell’impresa (Milano, 1999) sulla identità imprenditoriale, e Il processo di selezione (Milano, 2002) sulla nascita e gli sviluppi della selezione del personale in Italia.

La vita organizzativa

Difese, collusioni e ostilità nelle relazioni di lavoro

di Gian Piero Quaglino

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 486

In ogni contesto organizzativo, la vita di lavoro espone a crescenti fatiche soggettive. La collaborazione incontra difficoltà, gratificazione e motivazione sono messe alla corda, incerte diventano le ragioni per impegnarsi e sempre minore appare la possibilità di condividere temi come l’orgoglio e la fiducia. Il volume va oltre lo sguardo di superficie sull’organizzazione che parla di efficienza, positività e successo nella competizione, approfondendo le ragioni di ciascuno per tentare percorsi di sopravvivenza nei contesti di lavoro e analizzando i più evidenti “nodi” relazionali a cui essi espongono e che alimentano.

Avere leadership

di Gian Piero Quaglino, Chiara Ghislieri

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 138

• I differenti stili di leadership. • Dal carisma all'empowerment. • Gestire il potere nella relazione. • Costruire la fiducia dei follower. • Essere leader di un team. Gli autori Gian Piero Quaglino è professore ordinario di Psicologia della formazione all'Università di Torino. Nelle nostre edizioni ha recentemente pubblicato “Gioco di squadra” (con C.G. Cortese, 2003) e “La vita organizzativa” (2004). Chiara Ghislieri è dottore di ricerca in Psicologia applicata e insegna Psicologia dell'organizzazione all'Università del Studi di Torino.

Negoziare

di Davide Pietroni, Rino Rumiati

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 148

• I fondamenti del processo di negoziazione. • La negoziazione competitiva. • La negoziazione zavorrata. • La negoziazione assistita. • L'accordo negoziale integrativo.

Lavorare per progetti

di Dario Forti, Flavio Masella

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 160

• I progetti nelle organizzazioni contemporanee. • Il ciclo di vita del progetto. • Le competenze del progetto. • Apprendere dai progetti. • Progetto e capacità progettuale. Gli autori Dario Forti è amministratore delegato di Skolé, società di consulenza direzionale, e presidente di Ariele, Associazione Italiana di Psicosocioanalisi. Flavio Masella è manager delle società di consulenza direzionale Artax Improvement e Health Business Improvement.

Decidere

di Lorenzo Tesio

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 112

• I cinque stili decisionali. • La migliore soluzione possibile. • La prima soluzione soddisfacente. • Il modello del cestino della spazzatura. • La tecnica dell'"avvocato del diavolo". L’autore Lorenzo Tesio è dottore di ricerca in Psicologia sociale e dello sviluppo e svolge attività di ricerca presso il dipartimento di Psicologia dell'Università degli studi di Torino.

Autoformazione

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 230

Diventare responsabili del proprio apprendimento, capaci di orientarlo, determinati a farlo valere: sono questi gli obiettivi di un progetto di autoformazione. Tale progetto presuppone che ognuno sia maestro di se stesso e agisca in prima persona come protagonista della sfida per affinare le proprie conoscenze e competenze e, in generale, per garantirsi un’opportunità di crescita personale. Il volume raccoglie alcuni dei più rappresentativi contributi internazionali sul tema dell’autoformazione, che è oggetto di sempre maggiore interesse da parte degli studiosi e degli operatori nel mondo della formazione e dell’educazione.   Il curatore Gian Piero Quaglino insegna Psicologia della formazione all’Università di Torino. Nella collana “Individuo Gruppo Organizzazione” ha già pubblicato “Gruppo di lavoro, lavoro di gruppo” (con S. Casagrande e A. Castellano, 1992), “Gioco di squadra” (con C.G. Cortese, 2003), “La vita organizzativa” (2004) e ha curato “Leadership” (2000).

Raccontare l'apprendimento

Strumenti narrativi per la formazione

di Alessandro Antonietti, Simona Rota

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 144

Per indagare l’applicazione del pensiero narrativo alla valutazione dei percorsi formativi il volume presenta uno strumento, il diario narrativo, che invita l’intervistato a cogliere la dinamica dell’esperienza formativa in cui è coinvolto. Le esperienze condotte, in quattro contesti diversi – accademia, scuola, ospedale, centri socio-educativi –, attraverso il diario narrativo attestano sia la sua attendibilità come strumento di rilevazione sia la sua flessibilità di impiego. Per questo lo si propone all’attenzione di formatori, insegnanti ed educatori.   Gli autori Alessandro Antonietti è professore di Psicologia generale presso la facoltà di Psicologia dell’Università Cattolica di Milano. Per le nostre edizioni ha curato il volume “Il divenire del pensiero” (1995). Simona Rota collabora con il dipartimento di Psicologia dell’Università Cattolica di Milano.

Il coraggio di Venere

di Luigi Pagliarani

editore: Raffaello Cortina Editore

pagine: 412

“Bella da impazzire, da mozzare il fiato, uno schianto…” Da sempre il senso comune conosce l’angoscia della bellezza. Stranamente però questa emozione universale non è mai stata guardata in profondità. Quale turbamento ci rende veggenti e ciechi? Il coraggio di Venere indaga il tema, negli affetti, nel lavoro, nelle scelte decisive, mostrando come solo raramente siamo capaci di convertirci all’audacia dell’amore totale, fino a ipotizzare una “rivoluzione della bellezza” come impresa necessaria per non sprecarsi in una vita mancata e per inventare nuove forme di esistenza.

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo avviso, navigando in questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Acconsento