Il tuo browser non supporta JavaScript!

Attenzione, controllare i dati.

Il cinema o l'uomo immaginario

sconto
15%
Il cinema o l'uomo immaginario
titolo Il cinema o l'uomo immaginario
autore
argomenti Antropologia
Filosofia
Sociologia
collana Saggi
editore Raffaello Cortina Editore
formato Libro
pagine 268
pubblicazione 2016
ISBN 9788860308177
 
24,00 20,40
 
risparmi: € 3,60
Disponibile in 2-3 gg. lavorativi
Condividi
Morin riflette qui sul rapporto del cinema con il reale e l’immaginario, e ne evidenzia le relazioni con i processi profondi della psiche e della conoscenza. Il cinema implica una percezione realizzata in stato di doppia coscienza: l’illusione di realtà è inseparabile dalla coscienza che si tratta effettivamente di un’illusione. In questo modo il cinema mette in gioco qualcosa di magico che ci permette di entrare in un universo nuovo senza sentirci spaesati: una trasfigurazione estetica che ci fa anche scoprire il mondo. L’intensità emotiva dello spettatore è l’elemento che innesca una metamorfosi cognitiva, ma è anche il fondamento dello spettacolo, e questo chiama in causa le implicazioni economiche, sociali, antropologiche e politiche di un fenomeno complesso come il cinema nel quadro della cultura globale dei media.
 

Biografia dell'autore

Edgar Morin è una delle figure più prestigiose della cultura contemporanea. Nelle nostre edizioni ha pubblicato, tra gli altri, La testa ben fatta (2000), I sette saperi necessari all’educazione del futuro (2001), La nostra Europa (con Mauro Ceruti, 2013), La mia Parigi, i miei ricordi (2013), Insegnare a vivere (2015).

Rassegna stampa per Il cinema o l'uomo immaginario

Articoli che parlano di Il cinema o l'uomo immaginario

Auguri a Edgar Morin, grande filosofo e antropologo francese, che compie 95 anni.

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.